Ai Weiwei, Palazzo Strozzi e Reframe

Ai Weiwei | Reframe | Palazzo Strozzi

Ai Weiwei, Reframe (2016) – Palazzo Strozzi, Firenze. IMAGE SOURCE: firenze.repubblica.it

AI WEIWEI, PALAZZO STROZZI E REFRAME: UN MARE DI POLEMICHE

Palazzo Strozzi Ai Weiwei. 22 gommoni arancioni attaccati sulle finestre di Palazzo Strozzi a Firenze, che fanno inorridire gli amanti dell’arte perennemente in “modalità lamento”, che vorrebbero che l’arte fosse sempre circoscritta all’interno della quattro mura di un museo, che fosse sempre politicamente corretta, che non aggiunga nulla alle facciate di palazzi storici, che probabilmente nessuno nota più per abitudine.
Tuttavia Firenze non è nuova a questo genere di polemiche e già nel 2015 una scultura di Jeff Koons davanti a Palazzo Vecchio avevano scatenato le ire dei “moralizzatori della bellezza delle città italiane” e vi avevo detto come la pensavo 😉

La prima retrospettiva italiana dell’artista cinese Ai Weiwei, dissidente e perseguitato dal governo di Pechino per le sue prese di posizione contro il regime, si svolge a Palazzo Strozzi, con opere vecchie e nuove, tra cui Reframe (2016), realizzata con i gommoni di salvataggio usati per salvare i migranti nel Mediterraneo.

Ai Weiwei | Reframe | Firenze

Ai Weiwei, Reframe (2016) – Palazzo Strozzi, Firenze. IMAGE SOURCE: www.designboom.com

Un’installazione provocatoria che obbliga a guardare Palazzo Strozzi e a non essere indifferenti davanti alle vite in pericolo di milioni di migranti in fuga. Soprattutto un’opera che divide il pubblico in due tifoserie: quelli amanti dell’arte contemporanea e quelli che non vogliono per nulla al mondo che gli artisti di oggi entrino nei palazzi storici.
Io credo che il dialogo tra l’arte del passato e quella contemporanea sia una grande opportunità e voi, come la pensate?

Attendo di leggere le vostre opinioni nei commenti, nel frattempo vi racconto cos’è Palazzo Strozzi e chi è Ai Weiwei. 

Palazzo Strozzi

Nel 1489 per realizzare Palazzo Strozzi fu necessario abbattere 15 edifici. Filippo Strozzi desiderava realizzare un palazzo imponente che doveva stabilire il ruolo che la famiglia Strozzi aveva a Firenze.
Si arrivò addirittura a impedire la vendita di generi alimentari nella piazza di fronte.
Il palazzo rimase proprietà della famiglia Strozzi fino al 1937, mentre ora è di proprietà dello Stato italiano e sede di grandi mostre temporanee.

Chi è Ai Weiwei

Artista dissidente e simbolo della lotta per la libertà di espressione, Ai Weiwei è famoso nel mondo per aver unito l’attivismo politico e le sue opere provocatorie.
Protagonista di mostre presso i maggiori musei del mondo, Ai Weiwei è il più importante artista cinese vivente e una delle più influenti personalità del nostro tempo.
Nelle sue opere l’artista gioca tra antico e contemporaneo, tra passato, presente e futuro. Utilizza materiali e tecniche tradizionali cinesi, ma allo stesso tempo manipola oggetti, immagini e metafore della cultura cinese, denunciando le contraddizioni del suo popolo e quelle tra individuo e collettività nel mondo contemporaneo.

Reframe (Nuova cornice)

Si tratta di un’opera pensata proprio per la facciata di Palazzo Strozzi che nasce dall’impegno dell’artista sul fronte della migrazione e dei rifugiati.
Ventidue gommoni di salvataggio arancioni circondano le finestre del Piano Nobile di Palazzo Strozzi creando un forte contrasto visivo e culturale, su uno dei simboli della storia dell’arte occidentale.
Ai Weiwei vuole scuotere le coscienze per ricordare la tragedia vissuta da coloro che intraprendono un viaggio disumano verso le coste europee in fuga dalle distruzioni e dalle guerre.

E voi cosa ne pensate? Vi piace oppure vi disturba che un palazzo storico di Firenze sia usato in questo modo?

LEGGI ANCHE: il prossimo anno, nel 2017 una città toscana, Pistoia, sarà la Capitale della Cultura italiana. Preparati all’evento leggendo il post con le cose da vedere a Pistoia.

Ai Weiwei | mostre Firenze

Ai Weiwei in mostra a Palazzo Strozzi, Firenze. IMAGE SOURCE: http://www.artribune.com

INFO
Ai Weiwei. Libero
dal 23 settembre 2016 al 22 gennaio 2017
Palazzo Strozzi, Firenze

LINK
www.palazzostrozzi.org

Related Post

Condividi su

4 pensieri su “Ai Weiwei, Palazzo Strozzi e Reframe

  1. Un genio del arte contemporaneo ! Gracias por la publicación . Esta bueno que las hermosas ciudades turísticas del mundo lleven a cabo este tipo de muestras La forma de trasmitir de Wei Wei su disgusto con el mundo a través del arte es única . Desde Argentina les mando un abrazo

  2. Ciao Arianna, grazie per i tuoi articoli sempre alla portata di tutti, interroganti e costruttivi.
    Personalmente ancora non sono riuscita a vedere la mostra ma, mi ha molto incuriosita forse implicitamente anche proprio l’idea di utilizzare la visibilità di Firenze e del Palazzo per una riflessione artistica di questo tipo, che ammetto avevo solo ipotizzato..:)

    • Ciao Carlotta, immagino che le tue riflessioni siano rivolte a me (anche se mi chiamo Caterina e non Arianna 😉 ) . La provocazione di Ai Weiwei è forte soprattutto in una città come Firenze molto attenta a ciò che accade ai suoi monumenti ma che forse non è abituata a misurarsi con l’arte contemporanea che ha bisogno di tempo per essere “digerita”.
      L’arte contemporanea è soprattutto “idea” e poca immagine, o meglio usa immagini potenti per veicolare le idee. Questo provoca sempre reazioni diverse.
      Quando andrai a vedere la mostra fammi sapere cosa ne pensi 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *