Il Bambin Gesù del Pinturicchio a Cortina

Bambin Gesù delle Mani | Pinturicchio

Il Bambin Gesù del Pinturicchio a Cortina

I segreti delle stanze vaticane, una donna dalla folgorante bellezza, uno dei papi più discussi della storia, un pittore sublime, un quadro celato per secoli.

Cortina d’Ampezzo espone il mistero e il fascino del Pinturicchio e la sua opera più misteriosa: Il Bambin Gesù delle Mani.
Un’opera di rara bellezza e allo stesso tempo custode di uno dei più scandalosi ed intriganti misteri del passato.

 

Il Bambin Gesù del Pinturicchio è un vero gioiello dell’Arte Umbra Rinascimentale, ma è anche un capolavoro unico per la sua singolare bellezza e prezioso per la trama e la storia della sua genesi.
L’opera è di proprietà della Fondazione Guglielmo Giordano è già stato esposto nei più importanti musei del mondo, dal Guggenheim di New York, al Musèe Maillol di Parigi, fino a Palazzo Venezia a Roma.

Una storia misteriosa per Il Bambin Gesù di Pinturicchio

Il dipinto venne realizzato da Bernardino di Betto, detto Pinturicchio, intorno al 1492.
In quell’anno, famoso per la storia dell’umanità per la scoperta del continente americano da parte di Cristoforo Colombo, Roma e il Papato erano governati da intrighi e complotti.
Il Bambin Gesù del Pinturicchio venne realizzato proprio in questi ambienti e la sua genesi è avvolta dal mistero, persa tra gli enigmi degli appartamenti di Papa Alessandro VI Borgia (1431- 1503), che fu uno dei più discussi pontefici della storia, nonché committente dell’opera in mostra a Cortina.
In origine si trattativa di un affresco (quel che vediamo ora è solo un  frammento staccato) e raffigurava l’adorazione della Madonna con Bambino da parte del Papa, un soggetto classico per i tempi, se non fosse che il volto femminile della Vergine era il ritratto di Giulia Farnese.
Questo nome non suggerisce nulla di particolare a noi oggi, ma all’epoca era sulla bocca di tutti per una presunta relazione d’amore, ovviamente proibita, con il pontefice. 

Un’opera che suscitò scandalo e che ora è possibile ammirare presso il Museo d’Arte Moderna Mario Rimordi di Cortina d’Ampezzo, dal 1 dicembre 2015 al 31 gennaio 2016.

INFO
Pinturicchio. ll Bambin Gesù delle Mani
Museo d’Arte Moderna Mario Rimordi, Cortina d’Ampezzo (Ve)
Dal 1 dicembre 2015 al 31 gennaio 2016

 

 

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *