Cattelan. Z like Zorro

Già agli esordi si prende gioco del mondo dell’arte, critica le i protagonisti dell’ambiente culturale e i meccanismi economici della produzione artistica.

In the beginning he already had fun of the art’s world, he critisizes the main characters of the cultural background and the economical mechanism of artistic production.

Nel 1986 presenta ‘Untitled’ (acrilico su tela 80 x 100 cm), una tela squarciata in tre pezzi alla maniera di Lucio Fontana, creando pero’ la ‘Z’ di Zorro
In questo modo Cattelan si propone come l’eroe mascherato vuole combattere contro i tiranni del sistema dell’arte, attraverso le sue opere.
In questo lavoro, apparentemente semplice, si trovano tutte le figure retoriche che costituiscono il suo lavoro: l’uso e la caricatura delle opere dei grandi maestri del passato, il significato nascosto sotto una apparente semplicità di comprensione, l’utilizzo della provocazione per scardinare le regole del gioco.

In 1986 he presented “Untitled” (acrylic on canvas, 80×100 cm), a cloth torn in three parts like Lucio Fontana used to do, but crating the Zorro’s Z.
In this way Cattelan offers himself like the masked hero who wants to fight against art’s tyrants, through his works.
In this masterpiece, apparently simple, you can find all of the figure of speech that build his job: use and caricature of old masters’ art works, the meaning hiddes under an easy comprehension, the use of defiance to scandalise the rules of the game.


Lucio Fontana dal 1949 ha iniziato il cosiddetto Concetto Spaziale o serie barra, che consiste in fori o barre sulla superficie del bianco e nero dipinti.

Lucio Fontana from 1949 on he started the so-called Spatial Concept or slash series, consisting in holes or slashes on the surface of monochrome paintings

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *