Arte Contemporanea – Chiharu Shiota

Biennale Venezia 4

L’approfondimento del lunedì, in collaborazione con St-ART, oggi lo dedico ad un’opera d’arte contemporanea e che attualmente si trova esposta nel Padiglione del Giappone della 56° Biennale d’Arte di Venezia.

L’opera è “The key in the hand” ed è un’opera di Chiharu Shiota, che ha realizzato una delle installazioni più emozionanti di questa edizione della Biennale.

 

Biennale Venezia 1

Chiharu Shiota (b. 1972) “The key in the hand” (2015), per Japan Pavillion – 56th Venice Biennale.

L’opera è stata realizzata appositamente per la Biennale del 2015 e si tratta una stanza  completamente invasa da una fitta trama di fili rossi che uniscono e sovrastano due piccole imbarcazioni di legno.
Dai fili, che appena si entra nella stanza confondono lo spettatore, pendono 180 mila chiavi, donate da migliaia di persone che hanno risposto all’appello via internet da parte dell’artista.
Oltre a ciò, all’interno del Padiglione, vengono trasmessi video di bambini che parlano dei loro ricordi della nascita e si può ammirare la foto di una bambina che tiene una chiave in mano.
Mettendo in relazione questi elementi è chiaro che l’opera trasmette e collega i ricordi di diverse persone nel tempo, dai nostri antenati a chi vive il presente e fino alle generazioni future.

«Ogni chiave evoca ricordi intimi, è un oggetto familiare che protegge persone e spazi importanti nelle nostre vite. Spero che ciascuno tragga ispirazione dall’opera, che contiene l’accumulo dei ricordi di tutto il mondo, per ripensare il senso dell’essere in vita», ha spiegato la stessa Shiota.

La 56° Biennale di Venezia è forse una delle più complesse degli ultimi anni, che costringe a pensare all’uomo, al mondo e ai drammi piccoli e grandi che ci circondano.
La mia recensione alla Biennale 2015 la trovi cliccando QUI.

Biennale Venezia

 

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *