Cristobal Balenciaga: le invenzioni moderne di uno stilista raffinato

Image source: highlowvintage.com Visita

Image source: highlowvintage.com

CRISTOBAL BALENCIAGA: LE INVENZIONI MODERNE DI UNO STILISTA RAFFINATO  

Nel 1968, lo stilista spagnolo Cristobal Balenciaga si ritira dalle scene, dopo aver segnato un’epoca nel mondo della moda e aver dato forma allo stile contemporaneo.
Il brand Balenciaga ora è sinonimo di eleganza e raffinatezza, ma la storia che rende affascinanti i suoi abiti e accessori nasce nel 1895 in un villaggio spagnolo.
Erano anni particolari e di grandi trasformazioni, il periodo in cui si entra nella fase artistica del  Post-Impressionismo per intenderci.

Il piccolo Cristobal impara dalla madre, che era una sarta, come si fa a creare un abito per rendere bella qualunque donna, e inizia anche lui a realizzare i suoi primi vestiti, diventando poi famoso per le sue creazioni simili a geometrie morbide ed eleganti.

Cristobal Balenciaga. Image source: dianagrlife.blogspot.com

Cristobal Balenciaga. Image source: dianagrlife.blogspot.com

Persona riservata e maniaco della perfezione, di Cristobal Balenciaga si dice che spesso si arrabbiava con le sue sarte alla vista del più piccolo difetto ed le obbligava a ricominciare il lavoro dall’inizio.
Il suo atelier, prima con sede in Spagna e poi in Francia, ha realizzato abiti su misura e per una clientela raffinatissima e che arrivava da ogni angolo del mondo per farsi vestire da lui.
Rifiutò il prêt-à-porter negli anni ’60, e anche per questo motivo nel 1968 deciderà di ritirarsi a vita privata dopo anni di lavoro e di creazioni spettacolari, paragonabili solo alle opere d’arte dei grandi maestri el suo tempo.
Per Balenciaga la moda era un’arte e lo stilista era esattamente come un’artista.

La sua prima collezione s’ispira al rinascimento spagnolo e i riferimenti all’arte e alle epoche del passato saranno una costante del suo lavoro, anche se riuscirà a inserirle nello stile della prima metà del ‘900.
Realizzò un’intera collezione chiamata “Infanta” e ispirata agli abiti che Diego Velasquez aveva dipinto nei ritratti della Principessa di Spagna (molti di essi sono conservati al Museo del Prado), ma si fece ispirare anche dalla figura del torero spagnolo per creare la collezione “Jacket of light”.

Gelosissimo delle sue creazioni, obbligava le sue lavoranti a vuotare le tasche ogni sera perché temeva che rubassero i suoi schizzi, perché Balenciaga disegnava, immaginava e creava forme sempre nuove.
Sono tre le sue invenzioni più celebri:

  • “the envelope dress”, un abito con i quattro angoli fermati sullo scollo;
  • l’abito chou, con l’enorme ruche attorno al volto;
  • l’abito da sposa con l’acconciatura a forma di secchio da carbone.

Balenciaga non amava i giornalisti e alle sue sfilate preferiva invitare buyer e clienti, ma nonostante questo Diana Vreeland, la più importante giornalista di moda, disse che:

“quando in una stanza entra una donna vestita Balenciaga tutte le altre scompaiono”.

 

LEGGI ANCHE: Iris Apfel: un ritratto dell’ultima musa della moda.

Chou, Balenciaga. Image source: modeskine.com

Chou, Balenciaga. Image source: modeskine.com

The envelope dress Balenciaga. Image source: The FashionSpot.com

The envelope dress Balenciaga. Image source: The FashionSpot.com

wedding dress Balenciaga. Image source: names.ru

wedding dress Balenciaga. Image source: names.ru

 

 

Related Post

Condividi su

2 pensieri su “Cristobal Balenciaga: le invenzioni moderne di uno stilista raffinato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *