Dischi in vinile: The Beatles Vinyl Collection

THE BEATLES VINYL COLECTION

Io amo la musica, e ogni post di questo blog è stato scritto con un sottofondo musicale (e anche questo non sfugge a questa mia abitudine).
Ascolto musica praticamente in ogni momento della giornata perché mi ispira, mi fa compagnia ed è una costante sin da quando ero piccola, da quando cioè i miei genitori facevano suonare in casa i dischi in vinile, tra cui alcuni pezzi veri di storia della musica che mi sono rimasti impressi.

Nel primo giorno del Meracanteinfiera a Parma ho acquistato finalmente il mio primo giradischi, perché avevo dei dischi in vinile a cui tenevo tanto e che potevo ascoltare solo a casa dei miei genitori.
A proposito: su Instagram potete vedere foto e video delle mie giornate!
Ora finalmente possono suonare anche a casa mia ed è una gran fortuna che io ne abbia trovato uno perfettamente funzionante e pronto per suonare gli ultimi dischi che ho acquistato.

La De Agostini riporta in edicola la musica dei Beatles in vinile e io ho iniziato la raccolta.
The Beatles Vinyl Collection, comprende “Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band”, “Abbey Road”, “Help!” e “Let It Be”, che sono i simboli di una generazione.

La musica dei Beatles ha cambiato la storia della musica e i loro LP sono ancora oggi considerati tra le migliori incisioni di musica pop mai realizzate.
Non potevo farmeli sfuggire e non potevo non raccontarvi perchè mi appassiona così tanto questa raccolta.
I motivi sono due:

1- the Beatles Vinyl Collection è composta da 23 uscite e sarà in edicola ogni 15 giorni;
2-
in ogni uscita c’è un fascicolo ricco d’immagini spettacolari che racconterà come è stato creato ogni album.

La raccolta è acquistabile sia in edicola sia in abbonamento (tramite il sito deagostini.com/beatlesvinile).

 

Related Post

Condividi su

2 pensieri su “Dischi in vinile: The Beatles Vinyl Collection

  1. Ciao Caterina, the Beatles had close links with artists from the British Pop Art movement. Peter Blake designed the cover for ‘Sgt. Pepper.’ and Richard Hamilton (the ‘father’ of Pop Art) designed the cover for ‘The Beatles’ or the ‘White Album’ as everyone calls it. Also, when Stuart Sutcliffe (the bass player in the original line-up of the Beatles) left the group, he attended the Hamburg State Art College where Eduardo Paolozzi was his painting tutor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *