Le donne di Boldini

Giovanni Boldini | Madame Charles Max | dettaglio

Giovanni Boldini, Madame Charles Max (1896) – Parigi, Musée d’Orsay (dettaglio)

Le donne di Boldini. Galleria fotografica

Questo post è dedicato alle donne di Giovanni Boldini.
Giovanni Boldini è stato l’artista che ha saputo raccontare meglio di altri la Belle Époque.
Soprattutto ha descritto le donne con uno sguardo appassionato.

LEGGI ANCHE: il post con la storia del ritratto di Boldini a Franca Florio.

Giovanni Boldini | Fanciulla con gatto nero

Giovanni Boldini, Fanciulla con gatto nero (1885) – Viareggio, Istituto Matteucci

Boldini ritrae molte donne dell’alta societa’ e riproduce con meticolosa cura i dettagli dei loro abiti sfarzosi.
Non dimentica mai di includere un accessorio significativo, sia esso un cappellino, una cintura, una collana o una decorazione floreale.

Giovanni Boldini | giovane donna in deshabillé | la toilette

Giovanni Boldini, giovane donna in deshabillé o la toilette (1878) – collezione privata

Giovanni Boldini | alla scuola di ballo

Giovanni Boldini, alla scuola di ballo (1878-1879) – collezione privata

Giovanni Boldini | ballerine spagnole al Moulin Rouge

Giovanni Boldini, ballerine spagnole al Moulin Rouge (1905 ca) – Ann & Gordon Getty

Giovanni Boldini | Ritratto principessa Bibesco

Giovanni Boldini, Ritratto della principessa Marthe-Lucile Bibesco, (1911)

Giovanni Boldini | Cléo de Mérode

Giovanni Boldini, Cléo de Mérode (1901) – collezione privata

Giovanni Boldini |Ritratto della Marchesa Casati

Giovanni Boldini, Ritratto della Marchesa Casati con levriero (1908) – collezione privata

Giovanni Boldini | Marchesa Casati

Giovanni Boldini, la Marchesa Casati con penne di pavone (1911-1913) – Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna.

Giovanni Boldini | Consuelo Vanderbilt

Giovanni Boldini, Consuelo Vanderbilt duchessa di Marlborough e suo figlio Lord Ivor Spencer-Churchill (1906) – New York, The Metropolitan Musem of Art.

Giovanni Boldini | La principessa d'Isenburg-Birsten

Giovanni Boldini, La principessa d’Isenburg-Birsten (1896 ca) – collezione privata

Giovanni Boldini | Madame de Florian

Giovanni Boldini, Madame de Florian (1898) collezione privata

Giovanni Boldini | Alice Regnault

Giovanni Boldini, Alice Regnault (1878-1884) – collezione privata

Giovanni Boldini | Signora bionda in abito da sera

Giovanni Boldini, Signora bionda in abito da sera (1895-1898) – Parma, Collezioni d’Arte Fondazione Cariparma

Giovanni Boldini | Madame Marthe Régnier

Giovanni Boldini, Madame Marthe Régnier (1905) – collezione privata

Giovanni Boldini | Elizabeth Drexel Lehr

Giovanni Boldini, Elizabeth Drexel Lehr (1905) – Newport, The Preservation Society of Newport County

Giovanni Boldini | Emiliana Concha de Ossa

Giovanni Boldini, Emiliana Concha de Ossa (1901) – collezione privata.

Giovanni Boldini | Anna Elizabeth Hansen

Giovanni Boldini, Anna Elizabeth Hansen (1902) – collezione privata

Giovanni Boldini, Ena Wertheimer (1902) - collezione privata

Giovanni Boldini, Ena Wertheimer (1902) – collezione privata

Giovanni Boldini, |Madame Eugène Doyen

Giovanni Boldini, Madame Eugène L. Doyen (1910) – collezione privata

Giovanni Boldini | Madame Veil Picard

Giovanni Boldini, Madame Veil Picard (1897) – società di Belle Arti, Viareggio

Giovanni Boldini | La contessa de Lesse

Giovanni Boldini, La contessa de Lesse, nata Bertier (1890) – collezione privata

Giovanni Boldini | Madame Charles Max

Giovanni Boldini, Madame Charles Max (1896) – Parigi, Musée d’Orsay (dettaglio)

Giovanni Boldini | La contessa de Rasty

Giovanni Boldini, La contessa de Rasty in piedi (1878 ca) – collezione privata

Giovanni Boldini | la contessa Aloisi Papudoff

Giovanni Boldini, la contessa Aloisi Papudoff (1869) – Bottega d’Arte, Montecatini, Forte dei Marmi, Cortina d’Ampezzo

Giovanni Boldini | giovane signora

Giovanni Boldini, giovane signora in abito elegante (1873-1875) – collezione privata

Giovanni Boldini | nudo di donna seduta

Giovanni Boldini, nudo di donna seduta (1880-1885) – collezione privata

Giovanni Boldini | ritratto di signora

Giovanni Boldini, ritratto di signora in abito bianco (1889) – collezione privata

Giovanni Boldini | Primizie |le prime fragole

Giovanni Boldini, Primizie o le prime fragole (1874 ca) – collezione privata

Tutte le foto pubblicate sono mie.
Le ho scattate durante le inaugurazioni di mostre d’arte oppure durante le mie visite nei musei in cui sono conservate.
Puoi usarle se vuoi, ma prima scrivimi una mail e dimmi chi sei.
Potrei fornirti delle immagini in alta risoluzione.

 

Related Post

Condividi su

18 pensieri su “Le donne di Boldini

    • Grazie Siro per il commento.
      Sì, le donne di Boldini sono bellissime e lui ha saputo descriverle libere, felici e radiose.
      Sono l’immagine perfetta della Belle Epoque.

    • Prego Rosa, grazie a te per il commento.
      Sono certa che il correttore automatico ti abbia corretto Boldini in “Boldrini”, che è un’altra cosa! 😉 Succede sempre anche a me, ma Boldini diventa “Bolidi” 😀

  1. Che piacere per gli occhi e l’anima scorrere questi meravigliosi ritratti e soffermarsi suiIlle dettagli, colori e sfumature di una ” Belle Epoque ” unica e irripetibile! Mi piacerebbe condividerli….grazie! ?

    • Grazie Monica, certo che puoi condividerli 😀 In fondo al post trovi le icone per condividere subito su Facebook, Twitter e Google+
      Se invece vuoi condividere le singole immagini sui social tagga pure ART post Blog 😉

  2. ME NE SONO INNAMORATA, SONO TUTTE UN IDOLO DI BELLEZZA, E LEGGEREZZA E ARMONICA MALIZIA, NE VORREI UNA CASA PIENA… SEMBRA DI SENTIRLE SORRIDERE…STUPENDE E STRAORDINARIAMENTE BOLDINI.

    • Ciao AnnaDaniela, sono contenta che ti piacciano. Le donne di Boldini sono bellissime perché lui le vedeva così e loro desideravano i suoi ritratti perché sapeva renderle straordinarie 🙂

  3. Sto facendo un video su Boldini e la Belle Epoque, utilizzerei volentieri alcune foto che non ho trovato così belle su google. grazie

    • Grazie 🙂 Mi farebbe piacere. Contattami via mail (la trovi sui “contatti” ). Ti posso inviare qualche immagine in più e mi racconti che tipo di video stai realizzando.

    • Grazie Marta. Boldini è stato un grande artista, dimenticato per troppo tempo. Ora si merita tutta l’attenzione perchè nessuno come lui ha raccontato le donne del suo tempo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *