Gherardo delle Notti. Quadri bizzarrissimi e cene allegre

Cristo nell'orto degli ulivi

Firenze, Galleria degli Uffizi. Ci sono opere che appena le osservi ti danno immediatamente una sensazione di calore e tenerezza. Sono opere che mi piace tornare a guardare spesso, perché scatenano in me delle emozioni piacevoli e che vorrei trattenere nel mio cuore a lungo.
Fino al 24 maggio a Firenze c’è una mostra che contiene molte di queste opere, realizzate dal pittore olandese Gerrit van Honthrost , noto in Italia come Gherardo delle Notti.

 

The Mocking of Christ, circa 1617

“Gherardo delle Notti. Quadri bizzarrissimi e cene allegre” è una mostra unica, perché mai era accaduto che fosse riservata una mostra monografica, né in Italia né all’estero, dedicata a questo artista.
Le sue opere sono famosissime, ma non si era ancora indagato sulla sua produzione italiana e soprattutto la grande importanza che ebbero le sue opere per molte generazioni di artisti.

La particolarità delle sue opere è quella di rappresentare scene a lume di notte, con suggestivi effetti di luce in contrapposizione alle ombre.
Gherardo delle Notti visse in Italia per circa 10 anni. Arrivò a Roma all’inizio del secondo decennio del XVII secolo (1610-1611 circa) e se ne andò improvvisamente nella tarda primavera del 1620 per fare definitivamente ritorno a Utrecht.
Nel ripercorrere la sua carriera emerge come il suo periodo di attività in Italia sia il più ricco di novità dal punto di vista stilistico, soprattutto perché rimase immediatamente attratto dalla pittura del Caravaggio e facendolo suo.
In poco tempo diventò un grande protagonista dell’arte e ricercato da collezionisti importanti come il Granduca di Toscana Cosimo II, grazie al quale arrivarono a Firenze cinque tele meravigliose di Gerrit van Honthrost.
Anche l’ambasciatore mediceo a Roma, Piero Guicciardini, commissionò nel 16719 a Gherardo la pala d’altare della cappella maggiore in Santa Felicita, denominata “Adorazione dei pastori” e che fu vittima dell’attentato mafioso agli Uffizi nel 1993.
Firenze è dunque una sede significativa per ambientare una mostra sull’attività italiana di Gherardo delle Notti ed una di quelle mostre che bisogna trovare il tempo per vedere.

Gerrit van Honthorst - (Gherardo delle Notti) (Utrecht 1592 - 1656). Ragazzo che soffia su un tizzone. 1614 circa, Olio su tela - Roma, Galleria Fabio Massimo Megna

Gerrit van Honthorst – (Gherardo delle Notti) (Utrecht 1592 – 1656). Ragazzo che soffia su un tizzone. 1614 circa, Olio su tela – Roma, Galleria Fabio Massimo Megna

Gerrit van Honthorst - (Gherardo delle Notti) (Utrecht 1592 - 1656). 1619-1620, Olio su tela. Firenze, Galleria degli Uffizi

Gerrit van Honthorst – (Gherardo delle Notti) (Utrecht 1592 – 1656). 1619-1620, Olio su tela. Firenze, Galleria degli Uffizi

Gerrit van Honthorst - (Gherardo delle Notti)(Utrecht 1592 - 1656). Negazione di san Pietro. 1620-1622 Olio su tela, Minneapolis, The Minneapolis Institute of Arts

Gerrit van Honthorst – (Gherardo delle Notti)(Utrecht 1592 – 1656). Negazione di san Pietro. 1620-1622
Olio su tela, Minneapolis, The Minneapolis Institute of Arts

Gerrit van Honthorst - (Gherardo delle Notti) (Utrecht 1592 - 1656). Gesù nella bottega di san Giuseppe. 1617-1618, Olio su tela San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage

Gerrit van Honthorst – (Gherardo delle Notti) (Utrecht 1592 – 1656). Gesù nella bottega di san Giuseppe. 1617-1618, Olio su tela
San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage

Gerrit van Honthorst - (Gherardo delle Notti) (Utrecht 1592 - 1656). Adorazione dei pastori 1616-1617. Olio su tela. Germania, collezione privata

Gerrit van Honthorst – (Gherardo delle Notti) (Utrecht 1592 – 1656). Adorazione dei pastori
1616-1617. Olio su tela. Germania, collezione privata

Gerrit van Honthorst - (Gherardo delle Notti) (Utrecht 1592 - 1656). Negazione di san Pietro. 1616-1617. Olio su tela, Rennes, Depot du Musée du Louvre au Musée des Beaux-Arts de Rennes

Gerrit van Honthorst – (Gherardo delle Notti) (Utrecht 1592 – 1656). Negazione di san Pietro. 1616-1617. Olio su tela, Rennes, Depot du Musée du Louvre au Musée des Beaux-Arts de Rennes

Gerrit van Honthorst - (Gherardo delle Notti) (Utrecht 1592 - 1656). Cristo dinanzi a Caifa, 1615-1616. Olio su tela. Londra, The National Gallery

Gerrit van Honthorst – (Gherardo delle Notti) (Utrecht 1592 – 1656). Cristo dinanzi a Caifa, 1615-1616. Olio su tela. Londra, The National Gallery

INFO
Gherardo delle Notti.
Q
uadri bizzarrissimi e cene allegre
Galleria degli Uffizi
10 febbraio – 24 maggio 2015

LINK
http://www.unannoadarte.it/gherardo/main/

 

 

 

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *