La rivoluzione di Giotto è una questione di dettagli

Giotto 1

“Giotto, l’Italia” è il grande evento culturale che concluderà il semestre di Expo 2015 e che celebra il padre della pittura italiana.

Giotto è sicuramente un’artista famoso tra gli amanti dell’arte e la sua fama è paragonabile a Leonardo da Vinci, a cui è stata dedicata la mostra di apertura dell’Expo (leggi QUI il post), tuttavia Giotto resta per il grande pubblico una figura misteriosa e spesso trascurata, ma che in realtà è da considerare come l’alter ego di Dante Alighieri nel campo delle arti visive.

Partecipare alla preview di questa mostra l’ho considerato un privilegio per molti motivi che vi racconterò in un post più lungo, tra qualche giorno, ed è stato veramente emozionante.

 

Pubblico le prime immagine scattate durante l’anteprima e che ho selezionato per prime, ma a breve ne arriveranno altre.
Si tratta di dettagli, perché è lì che si trova il vento nuovo che Giotto ha portato nell’arte, ovvero i sentimenti e le emozioni che si nascondono in una mano che stringe delicatamente un panneggio oppure nelle gote rosse e gonfie di un angelo.
Giotto porta la vita in opere che, per tradizione, erano immagini statiche e immerse in un luogo senza né tempo né spazio e in cui trovare il desiderio di infinito.
Spero che già da questi scatti possiate stupirvi un pochino, così come è successo a me quando ho viste queste opere 😉

E’ anche in preparazione una guida breve alla mostra e che, come sempre, verrà inviata a tutti gli iscritti alla Newsletter.
Se non sei ancora iscritto compila il form on-line per non perdere la prossima guida – ISCRIVITI QUI

Giotto 2 Giotto 4 Giotto 6 Giotto 3

INFO
“Giotto, l’Italia”
Dal 2 settembre 2015 al 10 gennaio 2016
Palazzo reale, Milano

LINK
www.mostragiottoitalia.it

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *