Guggenheim Venezia: il museo di Peggy Guggenheim

Guggenheim Venezia

GUGGENHEIM VENEZIA: IL MUSEO DI PEGGY GUGGENHEIM

Guggenheim Venezia. Nel 1948 Peggy Guggenheim viene invitata ad esporre la sua collezione alla prima Biennale di Venezia che si svolgeva dopo la fine del secondo conflitto mondiale.
Per la prima volta le opere cubiste, astratte, surrealiste e di artisti contemporanei come Pollock e Mark Rothko vengono esposte in Europa, in quello che sarà il Padiglione più completo e coerente dell’arte moderna mai presentata fino ad allora in Italia.

Quella collezione di opere arriva a Venezia e non se ne andrà più, perché nel frattempo Peggy aveva deciso che ne aveva abbastanza di New York ed era arrivato il momento di tornare in Europa.

museo guggenheim | ingresso

Guggenheim Venezia – ingresso

Alla fine del 1948 Peggy Guggenheim acquista Palazzo Venier dei Leoni e decide di farne il suo rifugio per 30 anni (fino al 1979, anno della morte).

Peggy arriva a Venezia all’età di 49 anni e aveva già avuto una vita intensa, fatta di amicizie illustri nel mondo dell’arte, come vi ho raccontato nel post “Peggy Guggenheim Art Addict” e dedicato al film sulla sua vita, ma soprattutto aveva già contribuito a fare la storia dell’arte promuovendo e sostenendo i principali artisti del ‘900.
Palazzo Venier dei Leoni sembra fatto apposta per diventare la casa dell’eccentrica collezionista e dei suoi capolavori.

L’edificio era stato disegnato nel 1749 ed era rimasto incompiuto, come ho raccontato nel post sulla storia del Palazzo Venier, tanto da apparire strano e forse anche moderno.
Proprio questo suo essere non finito ha sempre reso questo Palazzo diverso da tutti gli altri che si affacciano sul Canal Grande e solo qui Peggy poteva trovare il posto perfetto in cui vivere.
Le ultime proprietarie dell’edificio erano state la Marchesa Luisa Casati, musa di Gabriele D’Annunzio, e la Viscontessa Doris di Castelrosso.
LEGGI ANCHE: il mio post sulla prima mostra mai dedicata alla vita e allo stile della Marchesa Casati Stampa.

Nei trent’anni in cui Peggy Guggenheim visse a Venezia, le stanze della casa ospitarono artisti di ogni tipo e infine sono diventate le sale del museo con la collezione più completa al mondo sulla storia dell’arte del ‘900.

Peggy Guggenheim a Venezia inizia a raccogliere la sua collezione dal 1937, quando decide di aprire una galleria d’arte senza aver alcuna conoscenza del mondo artistico.
Fu Marcel Duchamp ad aiutarla con consigli e suggerimenti per l’organizzazione delle prime mostre e sugli artisti che dovevano essere sostenuti.
Peggy scrive nella sua biografia: “devo a lui la mia introduzione nel mondo dell’arte moderna” e aggiunge anche “non so come avrei fatto senza di lui. Mi educò completamente, perché io non sapevo la differenza tra Surrealismo, Cubismo e Arte Astratta”.

Peggy Guggenheim visita gli studi degli artisti e si pone come obiettivo quello di comprare almeno un quadro al giorno, anche mentre viveva in Europa e infuriava la Seconda Guerra Mondiale.
Il suo scopo era di realizzare un museo d’arte contemporanea e il suo progetto trovò compimento proprio a Venezia.
Palazzo Venier dei Leoni, infatti, non era solo la sua casa, ma un luogo pensato sin dall’inizio per essere aperto al pubblico, come puntualmente avvenne nel 1951.
La prima mostra in realtà fu inaugurata nel 1949, mentre nel 1950 organizza, presso il Museo Correr a Venezia, la prima personale di Jackson Pollock in Italia.

LEGGI ANCHE: il post sul restauro di Alchimia, una delle prime opere di Pollock realizzate con la tecnica del dripping e conservata proprio presso la Collezione Guggenheim Venezia.

Nel frattempo la collezione Guggenheim gira l’Europa.
Viene esposta a Firenze e a Milano, quindi ad Amsterdam, Bruxelles, Zurigo mentre dal 1951 la sua casa viene aperta al pubblico durante i mesi estivi e la sua collezione diventa visitabile..

Poco prima della morte Peggy Guggenheim dona il Palazzo e la sua collezione alla Fondazione Solomon R. Guggenheim, che fu costituita dalla zio nel 1937, ma pretende che la sua casa e le sue opere restino a Venezia e siano fruibili a tutti.

Peggy guggenheim

Guggenheim Venezia – la casa di Peggy

Guggenheim | musei Venezia

Guggenheim Venezia – interni

Peggy guggenheim | giardino

Guggenheim Venezia – sepoltura di Peggy Guggenheim

LEGGI ANCHE: Il post sul Murale di Pollock, la prima opera commissionata da Peggy Guggenheim al maestro dell’espressionismo astratto americano, di cui ho scritto le 10 cose che devi sapere sulla sua vita.

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *