Hieronymus Bosch a Venezia

Trittico di Santa liberata | Hieronymus Bosch

Jheronimus Bosch, Trittico di Santa liberata o Wilgerfortis, 1495-1505 circa. Credit © Archivio fotografico Gallerie dell’Accademia (dettaglio), “su concessione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Museo Nazionale Gallerie dell’Accademia di Venezia”

HIERONYMUS BOSCH A VENEZIA 

C’è una mostra di cui non vi ho ancora raccontato nulla, ma che ho regolarmente inserito tra gli eventi da non perdere in Italia.
E’ una mostra fatta di visioni, come quelle delle opere che espone.

Mi riferisco alle opere di Hieronymus Bosch, l’artista più misterioso e anomalo di tutto il Rinascimento, protagonista di “Hieronymus Bosch e Venezia”, una mostra ospitata presso l’Appartamento del Doge del Palazzo Ducale di Venezia.
Una mostra interessante e chi mi offre la possibilità di raccontarvi perché si conservano tre capolavori di Hieronymus Bosch a Venezia.

Trittico dei santi | Hieronymus Bosch

Hieronymus Bosch, Trittico dei santi Eremiti Credit © Archivio fotografico Gallerie dell’Accademia (dettaglio), “su concessione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Museo Nazionale Gallerie dell’Accademia di Venezia”

Tre sono le opere pittoriche di Hieronymus Bosch nelle collezioni pubbliche veneziane, due trittici e quattro tavole. Unica presenza in Italia di opere del visionario artista fiammingo.
Sono opere autografe e sono presenti a Venezia fin dal Seicento, come opere della collezione del cardinale Domenico Grimani.

Bosch nella collezione Grimani

Domenico Grimani (1461-1523) faceva parte di una nobile famiglia veneziana ed era un collezionista raffinato. I suoi interessi spaziavano dagli studi classici a quelli ebraici, dalla filosofia alla teologia e possedeva una serie eccezionale di dipinti fiamminghi e tedeschi, fra i quali tre dipinti di Hieronymus Bosch.
Il cardinale aveva una collezione stupefacente e alla sua morte, nel 1523, molte opere furono donate alla Repubblica di Venezia.

Le opere di Hieronymus Bosch erano evidentemente perfette per un uomo di così vasta cultura e che riuniva attorno a sé un gruppo di intellettuali e artisti attivi a Venezia, tanto che le opere della Collezione Grimani, in particolare quelle di Bosch, influenzarono molti artisti che ricrearono nei loro dipinti delle scene simili, popolate da mostri e strane architetture, dove tutto era ricondotto al tema del sogno e della visione.

La presenza di opere di Hieronymus Bosch a Venezia è un capitolo importante per capire l’arte di questo artista, la sua fortuna e la sua influenza su tante generazioni di artisti, non ultimo Keith Haring che quando vide i suoi dipinti, negli anni ’80 del Novecento, rimase affascinato dalle misteriosi scene rappresentate nei quadri di Bosch.

“Sono corso a vedere il giardino delle delizie di Hieronymus Bosch.
Ero meravigliato dal senso di irrealtà di questi dipinti. E’ difficile figurarsi (dal momento che viviamo nell’era dell’immagine fotografica) cosa significasse vedere e pensare in questo modo nel Cinquecento” – Keith Haring

Qui sotto potete vedere un video che ho realizzato mettendo insieme le immagine delle opere di Hieronymus Bosch a Venezia.

LEGGI ANCHE: tutto quello che devi sapere su Piazza San Marco, visita di un giorno nel cuore di Venezia.

INFO
Palazzo Ducale – Appartamento del Doge
18 febbraio – 4 giugno 2017

BIGLIETTI
Intero: 12,00 euro Ridotto: 10,00 euro

LINK
palazzoducale.mostra Bosch

 

 

Related Post

Condividi su

3 pensieri su “Hieronymus Bosch a Venezia

    • Grazie Adriana 🙂
      Questa mostra è interessante e poi si trova all’interno del Palazzo Ducale di Venezia, che già di suo è stupendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *