Jan Vermeer e la pittura di paesaggio

Vermeer

Vermeer non è famoso per i suoi paesaggi ma c’è un’opera poco conosciuta dell’artista olandese e straordinariamente bella.
Dopo averla osservata con attenzione anche voi penserete che Vermeer è molto di più della “Ragazza con l’orecchino di perla” 😉

Vermeer 3
Jan Vermeer (1632 – 1675) “View of Delft/Veduta di Delft” (1660 – 1661), Oil on canvas, cm 98.5 x 117.5, Mauritshuis, Den Haag.
Vermeer, considerato con Rembrandt uno dei massimi maestri olandesi, è sostanzialmente un artista di interni e per di più di interni intrisi di una dimensione privatamente sublimata, si direbbe intima: nei suoi dipinti, infatti, dominano costantemente gli spazi chiusi, le stanze delle agiate dimore borghesi del Nord, raramente aperti verso il mondo esterno e, anche qualora affacciati su di esso, tali da nasconderlo alle possibilità di percezione da parte dell’osservatore.
Vermeer incarna la continuità con la tradizione olandese.
La “Veduta di Delft” è un quadro strettamente aderente agli schemi consolidati: sparute presenze umane circoscritte a pochi mercanti e lavandaie, si affacciano su un canale ove si specchia il cielo variabile dell’Europa settentrionale, a poca distanza dalle imbarcazioni attraccate, oltre le quali si staglia il profilo in mattoni rossi della città, raffigurata con disinvolta libertà e non in maniera strettamente “realistica”. 
Si tratta di un’opera stupefacente dove tutto è tratteggiato in modo semplice e allo stesso perfetto, dove tutto, dai colori alle figure minuscole delle persone sembrano abbozzati e che nel loro insieme restituiscono una scena che sembra una moderna fotografia.
Vermeer 2
Hai due minuti per leggere di più?

Venere e suonatore di liuto

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *