Mostra del Cinema di Venezia 2016

mostra del Cinema | Cinema Venezia | logo cinema 2016

MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA 2016

Mostra del Cinema di Venezia 2016. Il Festival del Cinema di Venezia è l’evento cinematografico italiano più importante che riunisce, nella mia città preferita, registi, star internazionali e appassionati di cinema.

Dieci giorni di proiezioni, sfilate sul red carpet, party e gossip come nella migliore tradizione del Festival e quest’anno sono pronta a raccontarvi tutte le news.
In questo post trovate tutti gli aggiornamenti giorno dopo giorno.

Ultimo aggiornamento 11 Settembre 2016

Le date del Festival del Cinema di Venezia 2016

La data d’inizio è il 31 Agosto e la chiusura, con i premi ai vincitori, è prevista il 10 Settembre.

La giuria del Festival di Venezia 2016

E’ Sam Mendes a presiedere la giuria del Festival di Venezia 2016, che ha il compito di assegnare i premi di questa edizione.
Sam Mendes è tra i più apprezzati registi teatrali e cinematografici degli ultimi tempi, che si è fatto conoscere al grande pubblico con film come: American BeautyEra mio padre, e due film della serie James Bond, Skyfall Spectre.

Leoni d’oro alla carriera

Tra le novità di questa edizione c’è l’attribuzione di due Leoni d’Oro alla carriera, e non uno solo come in passato.
Il primo è assegnato a registi o appartenenti al mondo della realizzazione, che quest’anno viene consegnato al regista polacco Jerzy Skolimowski ; il secondo è attribuito ad un attore o un’attrice e quest’anno il premio va a Jean-Paul Belmondo.
LEGGI ANCHE: il post che ho dedicato alle 5 donne più affascinanti del cinema italiano.

Serata di Pre-apertura – martedì 30 agosto 2016

La serata di Pre-apertura è dedicata alla proiezione del capolavoro restaurato di Luigi Comencini Tutti a casa (Italia/Francia, 1960), nel centenario della nascita del regista (1916–2007).
Il film, restaurato digitalmente, è uno dei capolavori della commedia all’italiana con Alberto Sordi, Serge Reggiani, Carla Gravina ed Eduardo De Filippo. Un film che all’epoca fu premiato con due David di Donatello e un Nastro d’argento.

Il film, mescolando comicità e dramma, racconta la caotica situazione dell’Italia dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943 quando gli italiani furono abbandonati dal Re e dal Duce.

I film in concorso e fuori concorso (aggiornamento del 28 luglio 2016)

Il film d’apertura della Mostra del Cinema di Venezia 2016 è La La Land di Damien Chazelle, mentre il film di chiusura è The Magnificent Seven, di Antoine Fuqua.
Tra i film in concorso c’è attesa per la seconda prova da regista dello stilista Tom Ford che porta a Venezia Nocturnal Animals, ma ci sono anche i nuovi film di Emir Kusturica e di Wim Wenders.
LEGGI ANCHE:
il cinema di Wim Wenders.

Tra i film fuori concorso le prime due puntate di The Young Pope, la nuova serie prodotta da Sky, diretta da Paolo Sorrentino e con protagonista Jude Law.
Atteso però anche Hacksaw Ridge, che segna il ritorno come regista di Mel Gibson dopo 10 anni.
La storia che presenta Mostra del Cinema di Venezia 2016 ha per protagonista Desmond Doss, un medico dell’esercito durante la Seconda Guerra Mondiale, passato alla storia per per essersi rifiutato di usare le armi. L’uomo ricevette ugualmente la medaglia d’Onore del Congresso degli Stati Uniti per aver salvato 75 uomini sul campo di battaglia.

IN CONCORSO: La La Land di Damien Chazelle, The Bad Batch di Ana Lily AmirpourUne vie di Stephane BrizeThe Light Between Oceans di Derek CianfranceEl ciudadano illustre di Mariano Cohn e Gaston DupratSpira Mirabilis di Massimo D’Anolfi e Martina ParentiThe woman who left di Lav DiazLa region salvaje di Amat EsclalanteNocturnal Animals di Tom Ford, Piuma di Roan JohnsonRai (Paradise) di Andrei Konchalovsky, Brimstone di Martin KoolhovenOn the milky road di Emir KusturicaVoyage of Time di Terrence MalickEl Cristo ciego di Christopher Murray, Frantz di Francois Ozon, Questi giorni di Giuseppe PiccioniArrival di Denis VilleneuveLes beaux jours d’Aranjuez di Wim WendersJackie di Pablo Larrain.

FUORI CONCORSO: The Young Pope (ep. 1 e 2) di Paolo Sorrentino, The Bleeder di Philippe Falardeau, The Magnificent Seven di Antoine FuquaHacksaw Ridge di Mel GibsonPlanetarium di Rebecca Zlotowski, The Journey di Nick HammA jamais di Benoit Jaquot, Gantz:O di Kawamura YasushiThe age of Shadows di Kim Jee woon, Monte di Amir NaderiTommaso di Kim Rossi Stuart.

L’elenco completo con tutte le sezioni del Festival sul sito della Biennale – http://www.labiennale.org/it

Sala web e diretta streaming (aggiornamento dell’11 agosto 2016)

Dopo il successo delle ultime quattro edizioni, ritorna alla Mostra del Cinema la Sala Web per i film della sezione Orizzonti e Biennale College – Cinema, che offrono al pubblico di tutto il mondo l’opportunità di vedere i film della Mostra più rappresentativi e innovativi.
L’elenco completo dei film disponibili online lo trovi sul sito della Biennale-Sala Web e le proiezioni si svolgono in streaming, in contemporanea con le presentazioni ufficiali dei film al Festival, con una capienza massima per ogni visione di 1400 posti.
La visione è possibile per il territorio italiano da MYmovies.it e Repubblica.it sulla piattaforma MYMOVIESLIVE – Nuovo Cinema Repubblica (mymovieslive.repubblica.it), mentre per il pubblico internazionale sul sito protetto di Festival Scope (www.festivalscope.com).

Naturalmente è necessario acquistare il biglietto digitale sul sito web della Biennale www.labiennale.org e sui siti dedicati.
Ogni film è disponibile in versione originale con sottotitoli in inglese e sarà disponibile in streaming per 10 giorni a partire dalle ore 21 (ora italiana) del giorno della presentazione ufficiale del film al Lido.
Per accedere alle visioni per il territorio italiano basta andare su MYMOVIESLIVE – Nuovo Cinema Repubblica (con i sottotitoli in italiano) e attivare un abbonamento trimestrale o annuale su MYMOVIESLIVE! 

Primo lungometraggio in realtà virtuale (aggiornamento del 22 agosto 2016)

Presentato alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 il primo lungometraggio in realtà virtuale.
Una speciale anticipazione di Jesus  VR – The Story of Christ, permette al pubblico specializzato della mostra di sperimentare questa tecnologia nel nuovo VR Theater.
Non si tratta di 3D, ma di realtà virtuale applicata al cinema fino ad ora usato solo per filmati di breve durata.
Jesus  VR – The Story of Christ intende raccontare da vicino e in una maniera mai vista, la storia di Gesù Cristo, dalla nascita alla resurrezione, dal battesimo ai primi miracoli fino alle ultime ore della crocifissione. Si potranno capire le potenzialità narrative e creative che registi e artisti hanno per raccontare storie.

Le star di Venezia .73 (aggiornamento del 23 agosto 2016)

Ecco le star che hanno confermato la loro presenza al Festival del Cinema di Venezia. Siete pronti per il Red Carpet?

Ryan Gosling ed Emma Stone saranno al Lido per il film d’apertura, La La Land di Damien Chazelle.
C’è attesa anche per l’arrivo di Michael Fassbender e Alicia Vikander a cui il Festival ha portato fortuna negli anni scorsi. La Vikander lo scorso anno recitava in The Danish Girl, con cui ha vinto l’Oscar e Fassbender ha vinto la Coppa Volpi nel 2011 per Shame.
Quest’anno sono a Venezia per il film in concorso The Light Between Oceans di Derek Cianfrance, di cui sono protagonisti e che li ha fatti innamorare.

Ryan Gosling | Emma Stone

Ryan Gosling ed Emma Stone

A Venezia anche Amy Adams e Natalie Portmam, che sfileranno sul red carpet per due film molto attesi. La Adams in Nocturnal Animals di Tom Ford, mentre la Portman sarà Jackie, nel film sulla vita di Jacqueline Kennedy.

Natalie Portman

Natalie Portmam

Il Festival di Venezia è dedicato al cinema, ma quest’anno viene presentato The Young Pope, la serie TV diretta da Paolo Sorrentino con protagonista un Jude Law, nei panni di un giovane papa. Entrambi sbarcheranno a Venezia per raccontare questo progetto.

Jude Law | The Young Pope

Jude Law, The Young Pope

Siete fan di Game of Thrones? Allora preparate le agende per chiedere autografi e selfie a Carice Van Houtem, Kit Harington e Jason Momoa, che recitano in pellicole diverse. Il defunto marito di Khaleesi fa parte del cast del film in concorsoThe Bad Batch. Jon Snow e la temibile Melisandre presentano Brimstone di Martin Koolhoven.

Carlice Van Houten | Il trono di spade

Carlice Van Houten è Melisandre in Il trono di spade

Non mancano i grandi nomi del cinema italiano: Monica Bellucci (nel cast del nuovo film di Emir Kusturica), Margherita Buy, Kim Rossi StuartJasmine Trinca e Filippo Timi. Mentre Chiara Mastroianni e Valentina Lodovini fanno parte della giuria.

festival cinema venezia

Apertura del Festival con La La Land (AGGIORNAMENTO DEL 31 AGOSTO 2016)

Per l’apertura della Mostra del Cinema di Venezia 2016 i riflettori sono puntati sul red carpet e su Sonia Bergamasco, madrina del Festival, a cui seguiranno i giurati: Sam Mendes (presidente) Laurie Anderson, Gemma Arterton, Giancarlo De Cataldo, Nina Hoss, Chiara Mastroianni, Joshua Oppenheimer, Lorenzo Vigas e Zaho Wei, Robert Guédiguian, Valentina Lodovini, Kim Rossi Stuart.

Tutto il red carpet sarà però per Emma Stone, protagonista dell’atteso film d’apertura (in concorso) La La Land, del regista Damien Chazelle. La Stone ha ricevuto la nomination all’Oscar nel 2014 per Birdman, che fa presentato a Venezia proprio come film d’apertura.
La La Land è un musical che racconta la storia di Mia, aspirante attrice, e di Sebastian, musicista jazz, che cercano il successo a Los Angeles.
Il regista ha presentato il suo film come una storia sugli artisti e sui sognatori, e sulle difficoltà di conciliare i propri sogni con i problemi della vita reale. 
Ecco le parole di Damien Chazelle sul suo film: “I musical parlano di gioia – quel sentimento che ti fa camminare tre metri da terra quando inizia la musica, quando ti senti davanti un futuro infinito. E parlano anche di malinconia – perché ogni canzone a un certo punto finisce. Ho voluto realizzare un film sui grandi sogni usando il più intenso dei generi”.

 La La Land | Damien Chazelle

Una scena di “La La Land” di Damien Chapelle.

Vip e party

La Mostra del Cinema di Venezia 2016 è fatta dai film in concorso e fuori concorso, dalle sezioni speciali ma soprattutto dai Vip presenti a Venezia e dalle feste esclusive.
Se state pensando di fare un salto in laguna per vedere i vostri attori preferiti ecco la lista delle feste esclusive. Se vi fate trovare in zona potreste “rubare” un selfie con il vostro beniamino oppure il caro vecchio autografo 🙂

Il 31 agosto all’Hotel Danieli l’evento “Revolutionary Beauty” organizzato in collaborazione con Variety in onore del regista Sam Mendes, presidente di giuria al Festival di quest’anno.
Il 1 Settembre a Palazzo Pisani Moretta la cena di Vanity Fair e Tendercapital per la presentazione del film The Light between Oceans con protagonisti Michael Fassbender e Alicia Vikander, coppia nel film e nella vita reale.
Il 1 Settembre c’è attesa anche la cena a cui partecipano Naomi Watts e Liev Schreiber all’Hotel Centurion Palace, insieme nel film The Bleeder, attesi anche per l’after party del 2 Settembre a Palazzina G.
Il 3 Settembre è sempre Palazzina G il luogo scelto da L’Uomo Vogue per la serata in onore di James Franco dopo la presentazione del film In Dubious Battle di cui è regista e attore. Ci sarà anche Franca Sozzani, direttore responsabile di tutti i periodici in lingua italiana con il marchio Vogue.
Il 4 Settembre
 la Collezione Peggy Guggenheim celebra con il direttore Philip Rylands e Tiffany la Regata Storica con una colazione sulla terrazza panoramica del museo di Peggy Guggenheim e dove si può visitare la mostra IMAGINE fino al 19 settembre, a cui avevo dedicato un post.

Il 5 Settembre a Palazzina G di nuovo, per la cena in sostegno di Doppia Difesa, la Onlus per la lotta alla violenza contro le donne fondata da Giulia Bongiorno e Muchelle Hunzinker, che arriverà accompagnata dal marito Tomaso Trussardi.
Il 6 Settembre la festa di Jaeger-LeCoultre all’Arsenale e il party di Vanity Fair per il brand americano Blauer alla Scuola Navale Morosini di Sant’Elena, ma in quella sera c’è anche la festa per Kim Rossi Stuart, giurato della Sezione “Opera Prima” e regista e attore del film “Tommaso”.
Il 7 Settembre al Centurion per il party “11 anni di Diva e Donna per il Cinema”, dove verranno premiate Mara Venier, Alessandra Amoroso, Francesca Piccini e Vittoria Schisano. Senza dimenticare che la sera stessa il magazine Ciack organizza un party.
Il 9 Settembre si svolge l’ultima serata vip a Palazzina G con Emir Kusturica e Monica Bellucci per festeggiare il film On the milky road.

La famosa cena di gala d’apertura, prevista per il 31 agosto, sulla spiaggia dell’Excelsior, è stata annullata in segno di lutto per le vittime del terremoto in centro Italia.
Cinema e solidarietà però saranno il tema di tutte le altre feste, che non dimenticheranno di contribuire al sostegno per la tragedia che ha colpito l’Italia.

Wim Wender e Gabriele Muccino (AGGIORNAMENTO DEL 1 Settembre 2016)

C’è attesa per il film Les beaux jours d’Aranjuez di Wim Wenders, che ha già vinto a Venezia il Leone d’Oro per il miglior film con Lo stato delle cose.
Wenders ha presentato questo suo nuovo lavoro come “un dramma di un amico di lunga data” e ha aggiunto che il film possiede il sottotitolo Un dialogo estivo.
Si tratta di un film in cui un uomo e una donna si trovano in un giardino a dialogare e dalle loro domande e risposte emerge la differenza tra uomini e donne e quanto essi siano diversi per aspirazioni, aspettative e visione.

L’altro film di oggi molto atteso è L’estate addosso di Gabriele Muccino, che realizza un film intimo e lontano dai grandi budget Hollywoodiani a cui si è dedicato negli ultimi anni.
La storia è quella di Marco, appena diplomato al liceo e angosciato su quale sarà il proprio futuro. L’estate della sua maturità lo porta a San Francisco, per compiere un viaggio irripetibile, di formazione e crescita che lui e i suoi amici si porteranno addosso per sempre.
Muccino però forse non tradisce il tema del suo lavoro, ovvero quello di raccontare quegli eventi della vita che trasformano l’esistenza, in cui qualcosa cambia e non tornerà più come prima.
Qui sotto il Trailer del film.

Il thriller romantico di Tom Ford e gli zombi di Romero (AGGIORNAMENTO DEL 2 settembre 2016)

Questa è la giornata glamour del festival del cinema di Venezia, quella in cui viene presentato il secondo film da regista dello stilista Tom Ford, dopo il successo di A single man con protagonista il premio Oscar Colin Firth.
Il nuovo film di Tom Ford s’intitola Nocturnal Animals, un thriller romantico che esplora il confine sottile tra amore e crudeltà. E’ la storia di Susan, una mercante d’arte di Los Angeles che conduce una vita agiata ma vuota insieme al marito. Susan trova un pacco nella cassetta delle lettere, contenente un romanzo intitolato Nocturnal Animals, e scritto dal suo ex marito, Edward, con cui Susan non ha contatti da anni. Il romanzo è dedicato a lei, ma ciò che c’è scritto è una vendetta nei confronti di lei.
Tom Ford ha descritto Nocturnal Animals come un racconto che invita a confrontarsi con le scelte che facciamo nel corso della vita e sulle conseguenze delle nostre decisioni. “È una storia sul senso di isolamento che tutti proviamo, e sull’importanza di dare valore ai rapporti personali che ci sostengono nella vita”.

Tom-Ford

In serata la consegna del Persol Tribute to Visionary Talent Award all’attore e regista statunitense Liev Schreiber (SpotlightX Men: le origini – WolverineOgni cosa è illuminata).
La consegna avviene in occasione della proiezione del film Fuori Concorso The Bleeder (Usa/Canada, 93’) diretto da Philippe Falardeau, con Liev Schreiber e Naomi Watts (compagni anche nella vita). La vera storia del pugile statunitense Chuck Wepner, che ispirò il personaggio di Rocky Balboa nella celebre serie cinematografica Rocky.
Kiev Schreiber è stato definito dal New York Times come il miglior attore shakesperiano della sua generazione ed è già stato più volte presente alla Mostra di Venezia: interprete nel 2015 con il film premio Oscar Il caso Spotlight di Tom Mc Carthy, nel 2012 con il film d’apertura Il fondamentalista riluttante di Mira Nair, nel 2004 con The Manchurian Candidate(2004) di Jonathan Demme; come regista nel 2005 con il suo film d’esordio Ogni cosa è illuminata, con Elijah Wood, per il quale ha vinto i premi Lanterna Magica e Biografilm.

Liev Schreiber | naomi watts

Liev Schreiber e Naomi Watts

Sarà proiettata a mezzanotte, in prima mondiale, la copia restaurata del capolavoro di George A. Romero Dawn of the Dead – European Cut [Zombi, 1978], nella versione montata e curata all’epoca da Dario Argento per il mercato europeo, con le musiche dei Goblin.
George A. Romero è il regista del film cult La notte dei morti viventi (1968) e specialista del genere zombie movie.
Dawn of the Dead – European Cut, cult del cinema horror e ispirazione per tutti i film di questo tipo fino alla celebrata serie tv The Walking Dead, è incluso nella sezione Venezia Classici della 73. Mostra di Venezia, proiettato in una versione rimasterizzata in 4K.
Dawn of the Dead [Zombi, 1978] è il secondo capitolo della quadrilogia sui morti viventi creata da George A. Romero nel 1968 con La notte dei morti viventi (Night of the Living Dead), ai quali avrebbero fatto seguito Il giorno degli zombi (Day of the Dead, 1985) e La terra dei morti viventi (Land of the Dead, 2005).

Jude Law e James Franco (AGGIORNAMENTO DEL 3 SETTEMBRE 2016)

Questa è la giornata in cui viene presentata, fuori concorso, la nuova mini serie The Young Pope, con protagonista Jude Law diretto dal regista premio Oscar Paolo Sorrentino.
A Venezia vengono proiettati i primi due episodi della serie prodotta da Sky che racconta la storia di Lenny Belardo, alias Pio XIII, il primo ipotetico papa americano della storia. Giovane e affascinante, scaltro e ingenuo, antico e modernissimo, Pio XIII è diviso tra le responsabilità del capo della Chiesa cattolica e le miserie dell’uomo che il destino (o lo Spirito Santo) ha voluto come Papa.
Può sembrare strano che ad una mostra Internazionale di Cinema venga presentata una serie tv, ma ormai si tratta di uno strumento molto usato dai registi e che vede coinvolti molti attori che provengono dal grande schermo.
Rispetto ad un film per il cinema la serie tv offre la possibilità di andare in profondità e svelare tutte le sfaccettature di un personaggio. In questo caso probabilmente farà anche discutere.
Condivido con voi il primo trailer 😉

Viene presentato anche In Dubious Battle, il nuovo film dell’attore e regista James Franco tratto dal romanzo di John Steinbeck.
Franco porta sullo schermo una storia di coraggio e di ideali. Nei campi di mele della California i lavoratori insorgono contro i proprietari terrieri che non pagano la somma concordata per il lavoro svolto.
Il leader della rivolta è Jim Nolan, che diventa il simbolo del coraggio di non sottomettersi mai.
Lo scrittore da cui è tratto questo film è anche l’autore di Uomini e topi e Furore, che ha fatto del tema della lotta dell’uomo contro se stesso l’argomento delle sue storie e che ancora oggi hanno qualcosa da dire all’uomo moderno.

james franco

Tra i film in concorso il più interessante sembra essere Frantz di François Ozon.
E’ la storia di Anna che, alla fine della Prima guerra mondiale, si reca tutti i giorni sulla tomba del fidanzato Frantz, morto al fronte. Un giorno incontra Adrien, un giovane francese anche lui andato a raccogliersi sulla tomba dell’amico tedesco. La presenza dello straniero nella cittadina tedesca susciterà reazioni sociali molto forti.
Il film è in bianco e nero ed è stata una sfida per il regista francese, che ha raccontato una storia intensa.
Lo stesso Ozon ha dichiarato: “Per me è stato molto importante raccontare questa storia dal punto di vista tedesco, dalla parte dei perdenti, attraverso gli occhi di coloro che furono umiliati dal Trattato di Versailles, in modo da poter illustrare come la Germania di quel tempo fosse terreno fertile per la diffusione del nazionalismo”.
Non conosco né il francese e neppure il tedesco, ma ho visto il trailer originale e mi sono venuti i brividi per l’emozione … lo condivido con voi (scrivetemi nei commenti se fa lo stesso effetto anche a voi)

EL CIUDADANO ILUSTRE AND MEL GIBSON (AGGIORNAMENTO DEL 3 SETTEMBRE 2016)

Sono tanti i film presentati alla mostra del Cinema di Venezia 2016. Oggi ne segnalo due importanti.
Il primo è El ciudadano ilustre di Mariano Cohn, Gastón Duprat che affronta il tema del rifiuto che il protagonista, uno scrittore che ha vissuto all’estero per decenni, rappresenta per i suoi conterranei.
Il film racconta la storia dello scrittore argentino Daniel Mantovani, che vive in Europa da trent’anni ed è famoso per aver vinto il Premio Nobel per la letteratura. I suoi romanzi ritraggono la vita del paesino in cui è cresciuto e dove non è mai più tornato da quando era ragazzo. La città di Salas lo invita per conferirgli il più alto riconoscimento del paese: la medaglia per il Cittadino Illustre. Il viaggio sembra un ritorno trionfante al paese natale, ma si rivela un momento in cui emergono le differenze. Daniel Mantovani diventa rapidamente un estraneo e un elemento di disturbo per la vita del paese.
Storia interessante, soprattutto se pensiamo al fatto che l’Argentina è un paese di grandi scrittori, ma che non hanno mai vinto il Premio Nobel per la letteratura.

Il secondo film di oggi che segnalo è Hacksaw Ridge di Mel Gibson.
Per il suo ritorno alla regia dopo 10 anni Mel Gibson racconta la storia di Desmond Doss, il primo obiettore di coscienza a meritare la Medaglia d’Onore del Congresso americano.
Desmond Doss, a Okinawa, durante una delle più cruente battaglie della seconda guerra mondiale, salvò 75 uomini senza sparare un solo colpo. Convinto che la guerra fosse una scelta giustificata, ma che uccidere fosse sbagliato, fu l’unico soldato che in quel conflitto combatté in prima linea senza alcuna arma.
Mel Gibson ha definito Desmond Doss come “un uomo che nel modo più puro e altruistico, ha, quasi d’istinto, messo ripetutamente a rischio la propria vita per salvare quella dei suoi fratelli. Desmond è una persona assolutamente comune che ha fatto cose straordinarie … In uno scenario cinematografico traboccante di “supereroi” inventati ho pensato che fosse ora di celebrarne uno vero”.

I FILM, i registi e gli attori. Tutti i premi della mostra del cinema di Venezia 2016 (AGGIORNAMENTO DEL 11 settembre 2016)

LEONE D’ORO per il miglior film a: ANG BABAENG HUMAYO (THE WOMAN WHO LEFT) di Lav Diaz (Filippine)
LEONE D’ARGENTO – GRAN PREMIO DELLA GIURIA a: NOCTURNAL ANIMALS di Tom Ford (USA)
 
LEONE D’ARGENTO – PREMIO PER LA MIGLIORE REGIA ex-aequo a: Andrei Konchalovsky per il film PARADISE (Federazione Russa, Germania) / Amat Escalante per il film LA REGIÓN SALVAJE (THE UNTAMED) (Messico, Danimarca, Francia, Germania, Norvegia, Svizzera)
COPPA VOLPI per la migliore attrice a: Emma Stone nel film LA LA LAND di Damien Chazelle (USA)
 
COPPA VOLPI per il miglior attore a: Oscar Martínez nel film EL CIUDADANO ILUSTRE di Mariano Cohn e Gaston Duprat (Argentina, Spagna)
PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a: Noah Oppenheim per il film JACKIE di Pablo Larraín (Regno Unito)
 
PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA a: THE BAD BATCH di Ana Lily Amirpour (USA)
PREMIO MARCELLO MASTROIANNI a una giovane attrice emergente a: Paula Beer nel film FRANTZ di François Ozon (Francia, Germania)
LEONE DEL FUTURO 
PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA “LUIGI DE LAURENTIIS” a: Akher Wahed Fina (The Last of Us) di Ala Eddine Slim (Tunisia, Qatar, E.A.U., Libano)
PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR FILM a: LIBERAMI  di Federica Di Giacomo (Italia, Francia)
 
PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE REGIA a: Fien Troch per HOME (Belgio)
 
PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA ORIZZONTI a: KOCA DÜNYA (BIG BIG WORLD) di Reha Erdem (Turchia)
PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE ATTRICE a: Ruth Díaz nel film TARDE PARA LA IRA di Raúl Arévalo (Spagna)
PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR ATTORE a: Nuno Lopes nel film  SÃO JORGE di Marco Martins (Portogallo, Francia)
PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a: KU QIAN (BITTER MONEY) di Wang Bing (Francia, Hong Kong)
 
PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO a: LA VOZ PERDIDA di Marcelo Martinessi (Paraguay, Venezuela, Cuba)
 
VENICE SHORT FILM NOMINATION FOR THE EUROPEAN FILM AWARDS 2016 a: AMALIMBO di Juan Pablo Libossart (Svezia, Estonia)
 
PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR DOCUMENTARIO SUL CINEMA a:
LE CONCOURS di Claire Simon (Francia)
PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR FILM RESTAURATO a: BREAK UP – L’UOMO DEI CINQUE PALLONI di Marco Ferreri (1963 e 1967, Italia, Francia)
LEONE D’ORO ALLA CARRIERA 2016 a: JEAN-PAUL BELMONDO e JERZY SKOLIMOWSKI
 
JAEGER-LECOULTRE GLORY TO THE FILMMAKER AWARD 2016 a: Amir Naderi
PERSOL TRIBUTE TO VISIONARY TALENT AWARD 2016 a: Liev Schreiber
 
PREMIO L’ORÉAL PARIS PER IL CINEMA a: Matilde Gioli
INFO

73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica
Direttore: Alberto Barbera
31 agosto – 10 settembre 2016

La 73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica è organizzata dalla Biennale di Venezia.

LINK
73. Mostra del Cinema di Venezia website

IMMAGINI
Le immagini sono state prelevate da Internet e valutate di pubblico dominio.

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *