Mostre 2017: da vedere in Aprile in Italia

MOSTRE 2017: DA VEDERE IN APRILE IN ITALIA

Mostre Italia Aprile 2017. La lista delle mostre da non perdere in Aprile.

L’elenco delle mostre più interessanti che inaugurano e che proseguono nel mese di aprile. Non è ovviamente la lista di tutte le mostre italiane, ma l’elenco delle mie preferite, di quelle che ho visto e che andrò a vedere o che mi incuriosiscono di più.
Scrivetemi nei commenti le mostre che voi suggerite di non perdere assolutamente 😉

P.S. Questa è una rubrica mensile. Se sei un museo, un ufficio stampa, una guida, un’azienda che desidera segnalare una mostra interessante e a cui stai lavorando scrivilo nei commenti.
Se desideri invece che l’evento completo sia pubblicato nelle rubriche dei prossimi mesi, con i dettagli, link, date e immagini, scrivimi all’indirizzo che trovi nei Contatti 🙂

MOSTRE CHE inaugurano

Toulouse-Lautrec. La Belle Époque – La vita bohémienne, gli artisti di Montmartre, il Moulin Rouge, i teatri, le prostitute. Questa è la realtà che vive e rappresenta Henri de Toulouse-Lautrec(1864-1901), diventandone il più noto interprete. Una mostra a Verona per vedere le sue opere e conoscere la sua vita.

1 aprile – 3 settembre 2017
AMO – Palazzo Forti, Verona

LEGGI ANCHE: Visitare Verona: un percorso per chi ha poco tempo!

Toulouse-Lautrec

Damien Hirst – Questo sarà sicuramente l’evento dell’anno per l’arte contemporanea.
Damien Hirst, il bad boy della young british art, arriva a Venezia dieci anni con una mostra dal titolo TREASURES FROM THE WRECK OF THE UNBELIEVABLE.
Avrà a disposizione due sedi espositive come Palazzo Grassi e Punta della Dogana per realizzare un evento ancora top secret, ma che seguirete il mio profilo Instagram e le stories potrete vedere in anteprima insieme a me 🙂

9 aprile – 4 settembre 2017
Palazzo Grassi e Punta della Dogana, Venezia

LEGGI ANCHE: in arrivo la Biennale Venezia 2017, la 57. Esposizione Internazionale d’Arte.

Damien Hirst and platinum skull Image source: https://garethleaney.wordpress.com

Mirò – Le opere dell’artista catalano esposte dall’aprile al settembre del 2017 a Bologna.

11 aprile – 17 settembre 2017
Palazzo Albergati, Bologna

LEGGI ANCHE: 5 cose da sapere su Bologna.

MOSTRE CHE PROSEGUONO

Memories of Serenissima – Dopo lo straordinario successo ottenuto a New York, sbarca in Italia Memories of Serenissima – 19th century artists in Venice. Dal 25 marzo – 8 aprile i grandi interpreti della pittura veneta dell’Ottocento e primo Novecento celebrano la città di Venezia.
Un viaggio emotivo nella pittura veneta dell’Ottocento e del primo Novecento, nei suoi momenti più significativi, attraverso le opere dei suoi maggiori interpreti.

Dal 25 marzo all’8 aprile 2017
Spazio espositivo in via Carlo Farini, 56 a Modena

DA POUSSIN A CÉZANNE – Capolavori del disegno francese dalla Collezione Prat. Esposto al Museo Correr di Venezia un eccezionale nucleo di 110 raffinatissimi disegni provenienti da una della più importanti raccolte private francesi, la collezione di Louis-Antoine e Véronique Prat, che riunisce tutti i grandi maestri dal XVII al XIX secolo, da Poussin e Callot a Seurat e Cézanne.

18 marzo – 4 giugno 2017
Venezia, Museo Correr

LEGGI ANCHE: Cosa fare e cosa vedere a Venezia.

Guercino tra sacro e profano – La mostra si concentra su alcuni capolavori del Guercino, in grado di restituire la lunga parabola artistica che lo ha portato a essere uno degli artisti del Seicento italiano più amati a livello internazionale. La mostra fa parte di una serie di iniziative per celebrare il Guercino e che coinvolgerà con tante iniziative tutta la città di Piacenza.

04 Marzo 2017 al 04 Giugno 2017
Cattedrale / Musei di Palazzo Farnese, Piacenza

Giovanni Boldini – Un grande protagonista della Belle Époque, un pittore straordinario che ha immortalato nei suoi ritratti le donne più belle dell’alta società parigina. In mostra oltre duecentocinquanta opere, provenienti dai maggiori musei e collezioni private di tutto il mondo.
GUARDA ANCHE: la galleria con i ritratti di Boldini dedicati alle donne.

4 marzo – 16 luglio 2017
Complesso del Vittoriano, Roma

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Roma.

Giovanni Boldini |Ritratto della Marchesa Casati

Giovanni Boldini, Ritratto della Marchesa Casati con levriero (1908) – collezione privata

Il restauro del trittico con la Resurrezione di Lazzaro di Nicolas Froment – Si presenterà al pubblico, dopo il restauro realizzato grazie al contributo degli Amici degli Uffizi, il trittico raffigurante La Resurrezione di Lazzaro del francese Nicolas Froment, maestro originario della Piccardia e lungamente attivo in Provenza, di cui rimangono oggi pochissime opere. Firmato e datato 1461, il dipinto è una delle opere più considerevoli della collezione degli artisti stranieri del XV secolo alle Gallerie degli Uffizi, oltre che un’importante testimonianza dell’interesse della committenza italiana per la pittura del nord Europa.
LEGGI ANCHE: Cosa fare a Firenze: itinerario per un weekend a Firenze.

7 marzo – 30 aprile 2017
Galleria degli Uffizi, Sala del Camino, Firenze

LEGGI ANCHE: Uffizi Firenze: le opere da non perdere.

Manet e la Parigi moderna – Una mostra su Manet per raccontare l’intensa attività artistica del grande maestro e il ruolo centrale nella pittura moderna, attraverso i vari generi cui si dedicò. Nella sua vita Manet ha realizzato 430 dipinti, che hanno cambiato il concetto di arte moderna.
LEGGI ANCHE: significato e descrizione di Colazione sull’erba di Edouard Manet.

8 marzo – 2 luglio 2017
PALAZZO REALE, Milano

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Milano.

Modigliani – La mostra, allestita nell’appartamento del Doge di Palazzo Ducale a Genova, illustra il percorso creativo di Amedeo Modigliani affrontando le principali componenti della sua carriera.
LEGGI ANCHE: 
Mangiare nelle botteghe storiche di Genova.

15 Marzo 2017 – 16 Luglio 2017
Palazzo Ducale, Genova

LEGGI ANCHE: Palazzo Spinola Genova: il primo museo da vedere a Genova.

Modigliani | mostre Genova

Kandinskij, il Cavaliere errante – Il Mudec rende omaggio a Vasilj Kandinskij con una mostra fondata sul rapporto tra arte e scienze e sulla metafora del viaggio come avventura cognitiva. Tutti aspetti sperimentati dal fondatore dell’astrattismo, che ha sempre mostrato interesse per un approccio scientifico alla realtà, per le esplorazioni, per il viaggio come fondamento della sua stessa esistenza.
LEGGI ANCHE: l’articolo con le informazioni sulla mostra.

15 marzo – 2 luglio 2017
Mudec, Milano

LEGGI ANCHE: Musei gratis Milano: i musei da visitare gratis tutto l’anno.

Jheronimus Bosch e Venezia – Dipinti con mostriciattoli, incendi e visioni oniriche. Così erano definite dal Marcantonio Michiel le opere di Bosch: pittore affascinante ed enigmatico, svelato attraverso una mostra di grande fascino per il pubblico, di grande rilevanza per gli studi e di notevole importanza per la valutazione del patrimonio artistico veneziano. Punto focale della mostra di Palazzo Ducale sono le tre opere dell’artista conservate a Venezia e che un recente restauro ha riportato all’antico splendore.
LEGGI ANCHE: Piazza San Marco: un giorno nel cuore di Venezia.

18 febbraio – 4 giugno 2017
Palazzo Ducale, Venezia

WILLIAM MERRITT CHASE (1849-1916). Un pittore tra New York e Venezia – la mostra dedicata all’artista statunitense William Merritt Chase, che raccoglie circa sessanta opere provenienti da collezioni pubbliche e private statunitensi.
LEGGI ANCHE: Tiziano a Venezia: itinerario di due giorni a Venezia.

11 febbraio – 28 maggio 2017
Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna, Venezia

FRANCIS BACON. Un viaggio nei mille volti dell’uomo moderno – Dal 15 ottobre 2016 al 1 maggio 2017 la mostra Francis Bacon ospitata presso Casa dei Carraresi, analizza tutte le sfaccettature della vita e dell’esperienza artistica di Bacon.
LEGGI ANCHE: 5 cose da sapere su Francis Bacon.

Fino al 1 maggio 2017
Casa dei Carraresi, Treviso

LEGGI ANCHE: tutto quello che ti serve sapere per visitare la mostra di Bacon a Treviso.

Bacon | mostre Treviso

Keith Haring. About art – Per la prima volta una mostra percorre l’intera vita artistica di Keith Haring, con una selezione di opere provenienti da tutto il mondo, mettendo in evidenza i riferimenti ad altri artisti e linguaggi.
LEGGI ANCHE: la mia visita alla mostra di Keith Haring.

Fino al 18 giugno
Palazzo Reale, Milano

GUARDA ANCHE: il mio video con le 5 cose da sapere su Keith Haring.

Keith Haring | ritratto

Keith Haring in un ritratto di Timothy Greenfield – Sanders, 1986

Da Hayez a Boldini. Anime e volti della pittura italiana dell’Ottocento – 100 capolavori dei maggiori esponenti del neoclassicismo, del romanticismo, della scapigliatura e del divisionismo da Canova a Hayez, da Fattori a Segantini, da Inganni a De Nittis, da Appiani fino a Boldini, per raccontare la straordinaria stagione artistica italiana del XIX secolo.
Alla mostra ho dedicato la mini-guida di Febbraio, per scaricarla basta CLICCARE QUI.
Le immagini e il mio articolo sulla mostra le trovate nel post in cui vi spiego per non dovete perdervi la mostra da Hayez a Boldini.

Fino all’11 giugno 2017
Palazzo Martinengo di Brescia

Giovanni Boldini | Ritratto della principessa Radziwill

Art Decò. Gli anni ruggenti in Italia – Ciò che per tutti corrisponde alla definizione Art Déco fu uno stile di vita eclettico, mondano, internazionale. Gli anni sfrenati e “ruggenti” della grande borghesia internazionale, mentre la storia disegnava, tra guerra, rivoluzioni e inflazione, l’orizzonte cupo dei totalitarismi.
LEGGI ANCHE: la mia visita alla mostra sull’Art Decò.

Fino al 18 Giugno 2017
Forlì, Musei di San Domenico

Art Dèco. Gli anni ruggenti in Italia

Colosseo. Un’icona – Nel 523 d.C. hanno fine ufficialmente i giochi gladiatori: il monumento cade a poco a poco in rovina ma non viene abbondonato. In mostra i reperti che sono testimonianza della vita quotidiana nel Basso Medioevo, cui seguono dipinti, acquerelli e disegni che ritraggono il “paesaggio” diruto che ha ispirato molti pittori dal Rinascimento in poi. Come oggi, ai tempi del Gran Tour il Colosseo era un monumento visitato da tutti coloro che intraprendevano un viaggio in Italia, era una delle mete più importanti

Fino al 7 gennaio 2018
Roma, Colosseo

LEGGI ANCHE: Musei gratis a Roma: i musei da visitare gratuitamente tutto l’anno.

Guerre Stellari. Play – La mostra si snoda in un percorso che ricostruisce gli eventi della saga attraverso l’utilizzo dei giocattoli creati dalla Hasbro a partire dal 1995 sino ad oggi. Oggetti fondamentali sin dall’uscita del primo episodio e non a caso George Lucas pretese di avere da subito il controllo totale sul merchandasing.

9 marzo – 16 luglio 2017 
Magazzini del Cotone del Porto Antico di Genova

Guerre stellari mostra

LEGGI ANCHE: tutte le mostre più attese del 2017 in Italia.

Related Post

Condividi su

2 pensieri su “Mostre 2017: da vedere in Aprile in Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *