Museo d’Orsay : le opere da vedere, come arrivare, i biglietti

Image source: Art In High Heels – WordPress.com

MUSEO D’ORSAY: LE OPERE CHE NON PUOI PERDERE, COME ARRIVARE E DOVE TROVARE I BIGLIETTI

A Parigi ci sono alcuni dei miei musei preferiti e il Museo d’Orsay è tra questi.
Con le sue collezioni d’arte che si collocano nel periodo tra la metà dell’800 e i primi del ‘900 è la prosecuzione perfetta del Museo del Louvre.

Entrare al Museo d’Orsay equivale ad un salto nel passato, non solo per le opere esposte, ma soprattutto perché vi troverete catapultati all’interno di una stazione del treno che risale a più di un secolo fa.
Il museo, infatti, si trova in quella che era la stazione ferroviaria di Gare d’Orsayche nel 1986 è diventata il Museo d’Orsay.

In questo post vi spiego come arrivare, dove trovare i biglietti per saltare la fila e quali opere non dovete perdere assolutamente.

LEGGI ANCHE: Parigi cosa vedere, 5 cose da fare gratis a Parigi.

Image source: Dott.ssa Gabriela Stelian.it

Le opere del Museo d’Orsay

L’idea di trasformare la vecchia stazione ferroviaria in un museo risale agli anni’70 del Novecento, quando la maggior parte delle collezioni d’arte del XX secolo, di proprietà dello Stato francese, non era accessibile al pubblico e relegata nei depositi per mancanza di spazi.
Quindi il Museo d’Orsay nasce per ospitare le collezioni che coprono l’arco di tempo compreso tra il 1848 e il 1914, provenienti per la maggior parte dai depositi del Louvre, dal museo impressionista Jeu de Paume e dal Museo Nazionale d’Arte Moderna.

Ecco perché il Museo d’Orsay ci sono le opere dell’Impressionismo, del post-Impressionsimo, delle avanguardie del ‘900 e l’arte decorativa.
Per visitarlo senza perdere tempo vi consiglio di procurarvi la mappa del museo (che viene distribuita all’ingresso) dove sono indicate le varie sale e le opere che potrete ammirare.
Anche le audioguide sono molto utili e vi permetteranno di visitare il museo in un’ora e mezza circa, alla scoperta delle 30 opere più importanti.

Ricordate però di non uscire se prima non avete visto queste 5 opere del Museo d’Orsay:

1 – “Bal au Moulin de la Galette” di Pierre-Auguste Renoir

Image source: wikipedia.it

2 – “Déjeuner sur l’herbe” di Manet

Image source: wikipedia.it

3 – “La lezione di danza” di Edgar Degas

Image source: wikipedia.it

4 – “L’origine del mondo” di Gustave Courbet

Image source: wikipedia.it

5 – “Autoritratto” di Van Gogh

Image source: wikipedia.it

Come arrivare al Museo d’Orsay

Arrivare al Museo d’Orsay è facilissimo.
In metropolitana: uno dei modi più semplici per raggiungere il museo è la metropolitana: linea 12, stazione “Solférino”, oppure usate il servizio ferroviario urbano di Parigi (RER), prendendo la linea C, stazione “Musée d’Orsay“.
In autobus: molti fermano nei pressi del museo (24, 63, 68, 69, 73, 83, 84, 94).
In auto:
per il parcheggio è comodo il grande parking del Carrousel du Louvre.

LEGGI ANCHE: Architettura – Art Nouveau nella Metropolitana di Parigi.

Orari e biglietti del MUSEO D’ORSAY

Il Museo d’Orsay è aperto tutti i giorni, tranne il lunedì e alcuni giorni festivi (1 Gennaio, 1 maggio e 25 dicembre).
Il biglietto d’ingresso costa 12,00 €, se però entrate dopo le 16.30 il costo è ridotto a 9,00 € (attenzione però, avrete pochissimo tempo per fare un giro, perché alle 17.45 inizia lo sgombero delle sale per la chiusura).
Tutti i giovedì il museo d’Orsay è aperto fino alle 21.45 (in questo caso il biglietto ridotto non c’è!).

I biglietti per il Museo d’Orsay possono essere acquistati online per risparmiare tempo, attraverso il sito web ufficiale (il link lo trovate in fondo al post!).

Non buttate il biglietto DEL MUSEO D’ORSAY

Dopo la visita non buttate il vostro biglietto, perché lo potete riutilizzare per 8 giorni dopo l’emissione e usufruire della tariffa ridotta nei seguenti musei:

  • per l’acquisto di un biglietto del museo nazionale Gustave Moreau.
  • per l’acquisto di un biglietto per la visita libera del Palais Garnier (Opéra nazionale di Parigi).
  • per l’acquisto di un biglietto del museo nazionale Jean-Jacques Henner.

Tempo per visitare il Museo d’Orsay

A differenza del Louvre il Museo d’Orsay è più a misura d’uomo e lo si può visitare tranquillamente in mezza giornata.
Se vi preparate però un piano di opere da vedere un paio d’ore sono sufficienti.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Cosa vedere al British museum, le opere da non perdere.

Image source: www.facebook.com/museedorsay

INFO
Musée d’Orsay
1 Rue de la Légion d’Honneur, 75007 Paris, France

LINK
Biglietti per il Museo d’Orsay – www.musee-orsay.fr

 

Related Post

Condividi su

2 pensieri su “Museo d’Orsay : le opere da vedere, come arrivare, i biglietti

  1. Ciao prima di tutto complimenti per il lavoro e la passione che metti nel tuo blog.

    Vorrei chiederti un consiglio, in quanto prima di Natale vorrei andare a Parigi per 3 giorni.
    A parte il Museo D’Orsay cosa altro mi consigli di vedere?

    Arte solo Arte, anche Musei aperti fino a tardi.

    Grazie

    Nico

    • Grazie per i complimenti.
      Per Parigi hai solo l’imbarazzo della scelta.
      Ti consiglio quelli meno noti al grande pubblico.
      – Museo Rodin: Si trova in uno dei bellissimi palazzi del Fauborg St-Germain, l’Hotel Biron, dove Auguste Rondin è l’artista di punta del Museo.
      – Museo Montmartre: Il Museo è ospitato nella casa di Claude de la Rose, dove abitarono anche Renoir e Suzanne Valadon, un luogo ricco di storia dell’arte fin quasi dalle sue origini.
      – Musée Marmottan Monet: è un museo di impressionismo ed arte francese dell’Ottocento.
      – museo Jacquemart-André : una residenza spettacolare, che ospita la collezione d’arte riunita, tra 1864 e 1912, dai coniugi Edouard André e Nélie Jacquemart.

      Ho scritto anche una guida veloce alle cose da fare e vedere gratis a Parigi, dove forse trovi qualche idea originale —> http://www.theartpostblog.com/cosa-vedere-gratis-a-parigi/

      Ho dedicato anche una settimana a Parigi su Facebook. Se vai al link trovi le immagini di luoghi da vedere con qualche dettaglio per saperne di più —> https://www.facebook.com/pg/artpostblog/photos/?tab=album&album_id=1376552765727441

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *