Museo del Prado

Image source: OverseasAttractions.com

Image source: OverseasAttractions.com

MUSEO DEL PRADO

Il Museo del Prado fu inaugurato nel 1819 e si presenta da subito come il contenitore delle collezioni private dei sovrani spagnoli, che nel corso dei secoli hanno raccolto una grande quantità di capolavori.

La caratteristica principale del Museo del Prado è dunque quella di essere espressione del gusto e della personalità dei vari sovrani spagnoli. Per questo motivo è veramente difficile selezionare le opere più importanti da vedere e il consiglio per chi si reca per la prima volta in visita è di programmare in anticipo cosa vedere, seguendo un percorso per periodi storici oppure per artisti.

la Maja Vestida e la Maja Desnuda di Goya.

la Maja Vestida e la Maja Desnuda di Goya.

Le collezioni del museo del Prado

Le opere che si trovano all’interno del Museo del Prado sono distribuite su tre piani, che descrivono la storia della politica culturale della corte spagnola.
Ci sono quindi le opere dei pittori di corte e dei grandi artisti del passato, come il veneziano Tiziano Vecellio, che fu il ritrattista ufficiale di Carlo V, che però amava anche i pittori fiamminghi. Si deve a Filippo II, invece, la più grande collezione al mondo di opere di Hieronymus Bosch, mentre Filippo IV ha permesso a Velazquez di esprimere al meglio il suo talento e di acquistare per la sua collezione le opere del Rinascimento italiano.
Con Filippo V arrivano le opere dei maestri francesi, mentre la corte di Carlo IV fu dominata dalla personalità di Francisco Goya, presente al Prado con quasi centotrenta dipinti.

Una vasta sezione del Museo del Prado ha un’impronta fortemente religiosa, non solo per il ruolo dominante che la Chiesa ha svolto per secoli in Spagna, ma anche perché nel 1872 entrarono a far parte del museo le opere della raccolta del Museo della Trinidad, ricca di opere medievali provenienti da tutta la Spagna e di artisti che non avevano lavorato per i sovrani. Ecco perché troverete le opere di El Greco, che lavorò soprattutto a Toledo.

Le opere del Prado

Un museo delle dimensioni del Museo del Prado non si può vedere tutto con una sola visita e i consigli sono quelli che valgono anche per il Museo del Louvre.
Però per programmare la vostra visita può essere utile visitare il sito web del Museo del Prado, che da qualche anno ha messo a disposizione di tutti, sul proprio sito web, le immagini in altissima definizione di quasi 2.000 opere e permette una visita virtuale del Museo prima di varcare la porta d’ingresso e vi aiuta indicando dei possibili percorsi da fare. (il link per il tour virtuale lo trovate in fondo al post).

Tra le opere che assolutamente dovete vedere la prima volta vi consiglio alcuni capolavori dell’arte italiana come l’Annunciazione del Beato Angelico, la Sacra Famiglia di Raffaello e anche il suo Ritratto di Cardinale, che con lo sguardo enigmatico rappresenta una “Monna Lisa” al maschile, il Cristo morto sostenuto da un angelo di Antonello da Messina, la Lavanda dei Piedi di Tintoretto e la Danae che riceve la pioggia d’oro di Tiziano e il Davide e Golia di Caravaggio.

Per quanto riguarda l’arte spagnola, fiamminga e olandese da non perdere:
Il Trionfo della Morte di Bruegel, l’Artemide di Rembrandt, i tre dipinti di soggetto mitologico di Rubens (Perseo e Andromeda, Il Giudizio di Paride, Le tre Grazie), Las Meninas  di Velazquez, la Maja Vestida e la Maja Desnuda, che sono certamente le due opere più famose di Goya.

Come arrivare al Prado

Si arriva al Prado con questi mezzi:
Metro: stazione Banco de España (Linea2) Atocha (Linea 1)
Bus: linee 9, 10, 14, 19, 27, 34, 37, 45

Antonello da Messina, Cristo sostenuto da angeli . Image source: http://theartgalleryintheworld.blogspot.it

Antonello da Messina, Cristo sostenuto da angeli . Image source: http://theartgalleryintheworld.blogspot.it

Caravaggio, Deposizione di Cristo. Image source: followmeroma.com

Caravaggio, Deposizione di Cristo. Image source: followmeroma.com

INFO
Museo del Prado
Paseo del Prado, s/n, 28014 Madrid, Spagna

LINK
https://www.museodelprado./visit-the-museum

 

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *