Peggy Guggenheim Art Addict

Peggy Guggenheim

Peggy Guggenheim Art Addict

Peggy Guggenheim Art Addict. Vedere un film in anteprima è sicuramente un’occasione unica, ma poter assistere ad una proiezione privata ed esclusiva è qualcosa che ritengo quasi incredibile ed è capitato a me.

Qualche giorno fa, grazie ad un tweet oppure per merito del destino, ho avuto la fortuna di vedere Peggy Guggenheim Art Addict, che uscirà nelle sale cinematografiche solo lunedì 14 marzo 2016.

Guggenheim Venezia | Peggy Guggenheim

Presentato in anteprima ai festival di Telluride, Tribeca e San Francisco, è il film diretto da Lisa Immordino Vreeland dedicato alla grande protagonista dell’arte del Novecento: Peggy Guggenheim.

Peggy Guggenheim ha vissuto una vita per l’arte, ha scoperto e sostenuto molti artisti quando quasi nessuno riusciva a vedere nelle loro opere dei capolavori, è stata l’amica e l’amante dei più importanti artisti del secolo scorso, ha creato la più completa e importante collezione al mondo di arte del Novecento conservata a Venezia presso Palazzo Venier dei Leoni, famoso ora come Collezione Peggy Guggenheim.
Una donna determinata, libera, sicuramente eccentrica, ma descritta in questo film in modo singolare.

E’ Peggy stessa a raccontare e descrivere la sua vita attraverso un’intervista inedita ritrovata solo recentemente.
La Vreeland ha saputo costruire il racconto della vita di Peggy Guggenheim attraverso immagini d’archivio, filmati e interviste di curatori, galleristi e artisti del Novecento come ad esempio Marcel Duchamp. La vera rarità però è costituita dall’intervista che Peggy ha rilasciato, poco prima di morire, alla sua biografa Jacqueline Bograd Weld e che costituisce il vero pilastro attorno a cui ruota tutto il racconto.

Peggy Guggenheim proviene da una famiglia molto ricca di ebrei americani e fanno da sfondo alla sua vita i grandi avvenimenti del Novecento,
La sua vita è stata segnata da numerose tragedie famigliari: suo padre muore nel naufragio del Titanic, quando era ancora giovanissima, sua madre è stata una donna fredda e distaccata e le sue sorelle sono morte tragicamente una di parto e l’altra suicida assieme ai figli.
Dal suo primo matrimonio ebbe due figli, con cui Peggy non ebbe mai un rapporto facile e, dopo il primo divorzio, ha vissuto inseguendo uomini, artisti, opere d’arte da acquistare e legami complicati.
Peggy Guggenheim è sempre stata considerata la pecora nera della famiglia, una ragazza facile che conduceva una vita troppo bohèmien, ma che alla fine ha avuto la sua rivincita lasciando tutta la sua collezione e la sua casa-museo di Venezia alla prestigiosa Solomon Guggenheim Foundation fondata da suo nonno, il quale non approvava né il suo stile di vita né le sue scelte in campo artistico.

Se non conoscete bene la vita di questa straordinaria collezionista, Peggy Guggenheim Art Addict vi farà scoprire il lato più intrigante e forse il più vero della donna che ha trasformato l’arte del XX secolo, che ha scoperto e sostenuto, anche economicamente, gli artisti per molti dei quali è stata l’ancora di salvezza dagli orrori della Seconda Guerra Mondiale, per i quali è stata una mecenate, un mercante, una gallerista, un’amante.
Peggy Guggenheim ha divorato la vita, gli uomini, la famiglia, ma all’arte ha donato tutto il suo tempo, le sue energie, il suo denaro e la sua tenacia.

Il film è distribuito da Wanted Cinema ed esce solo il 14 Marzo nelle sale The Space Cinema. Cercate il cinema più vicino a voi e acquistate il biglietto QUI – http://www.thespacecinema.it/portal/it/default/extra/peggy-guggenheim-art-addict

Peggy Guggenheim | orecchini Calder Peggy Guggenheim | Collezione Guggenheim Venezia

Related Post

Condividi su

2 pensieri su “Peggy Guggenheim Art Addict

  1. Bellissimo! Ma molto triste la vita Di sua figlia Pegeen morta suicida perche’ sua madre Le aveva soffia to il fidanzato

    • Giuliana, se sia stato per gelosia o per depressione nessuno lo saprà mai il vero motivo per cui Pegeen si è tolta la vita.
      Sicuramente lei e la madre avevano un rapporto complicato e Peggy non sapeva come gestire il suo ruolo di madre.
      Altre volte Pegeen aveva tentato il suicidio e per i motivi più disparati (il fidanzato l’aveva lasciata, il marito l’aveva picchiata, etc…). L’ultimo tentativo è stato fatale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *