5 cose da sapere su Piazza San Marco

Piazza San Marco

5 COSE DA SAPERE SU PIAZZA SAN MARCO

Piazza San Marco a Venezia è forse una delle piazze più belle del mondo.
Dai tempi della fondazione della città di Venezia è il teatro dei grandi avvenimenti e il luogo in cui si celebrano le feste ed i momenti più importanti per i veneziani.
E’ l’unica piazza di Venezia, perché nel resto della città si trovano solo campielli e calli, e conserva tracce di una storia millenaria.
Se provate però a guardare Piazza San Marco da un punto di vista diverso scoprirete alcuni dettagli curiosi.

Le 5 cose da sapere su Piazza San Marco a Venezia.

piazza san marco | bandiere

1.

In Piazza San Marco, proprio davanti alla Basilica, si trovano tre pili portabandiera cui di solito nessuno presta attenzione, ma che sono sempre stati lì e dipinti innumerevoli volte da tutti gli artisti che ci hanno fornito un’immagine della piazza.
Sulle tre aste ora sventolano le bandiere di Venezia, dell’Italia e dell’Europa, ma in realtà essi rappresentano i tre simboli dei regni conquistati dalla Repubblica Serenissima: Cipro, Candia (l’attuale Creta) e la Morea (il Peloponneso dei giorni nostri).

LEGGI ANCHE: la descrizione della Basilica di San Marco, che si trova proprio davanti ai tre pili portabandiera da secoli e che è anche il simbolo di Venezia.

2.

Venezia è stata per secoli una città dal grande potere politico, che utilizzava per i suoi traffici commerciali su tutto il mediterraneo. Le principali conquiste di Venezia venivano celebrate in Piazza San Marco e furono:
Cipro
fu un territorio di Venezia dal 1489 al 1571, grazie al matrimonio tra Caterina Cornaro e Giacomo II di Lusignano re di Cipro; Candia era il nome della principale città dell’isola di Creta, che fu la principale colonia veneziana nel Mediterraneo per oltre 3 secoli (dal 1204 al 1648); La Morea fu un territorio posto sotto la dominazione veneziana dal 1685 al 1715, quando i Turchi riconquistarono il territorio.

Campanile San Marco

3.

Durante il periodo napoleonico i pili portabandiera di Piazza San Marco stavano per essere abbattuti, ma dopo lunghe discussioni si decise di lasciarli al loro posto e trasformarli nei simboli della Libertà, della Virtù e dell’Uguaglianza.

LEGGI ANCHE: il post che ho scritto per raccontare la mia visita al Museo Correr di Venezia, che si trova in Piazza San Marco esattamente di fronte alla Basilica.

4.

In Piazza San Marco, guardando verso l’Isola di san Giorgio, si trovano due colonne altissime, che hanno sulla sommità due statue rappresentanti il leone di San Marco e San Teodoro.
Le colonne sono in granito e sono arrivate a Venezia dall’Oriente nel XII secolo e da quasi mille anni si trovano in Piazza.
Lo spazio tra le colonne era un luogo di esecuzioni, dove i corpi dei condannati uccisi venivano appesi a testa in giù.

LEGGI ANCHE: la storia e la descrizione del Palazzo Ducale di Venezia, che si trova in Piazza San Marco ed è la meta obbligata per tutti i turisti che arrivano a Venezia e per chiunque voglia conoscere la storia di questa città.

colonne San Teodoro e San Marco | Venezia

5.

La colonna di San Teodoro presenta sulla sommità la statua di marmo del primo santo protettore di Venezia.
La colonna di San Marco mostra sulla cima una scultura del leone di San Marco che guarda verso il mare e verso i domini della Repubblica Serenissima.
Le colonne avrebbero dovute essere tre, ma quella mancante venne persa assieme alla nave che lo trasportava.

San Marco campanile e portabandiera

Palazzo Ducale finestra

LEGGI ANCHE: la storia del Ponte di Rialto, il più antico e famoso ponte di Venezia, ma potrebbe anche interessarti la storia di Ca’ Rezzonico, il Museo del Settecento veneziano, ti appassionerà di più, anche se sono sicura che un giorno vorresti vedere Venezia con gli occhi di Giacomo Casanova e allora questo post sui 5 luoghi a Venezia sulle orme di Casanova ti sarà utile 😉

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *