Madonna Esterházy di Raffaello a Milano

Madonna and Child with the Infant Saint John "The Eszterhazy Mad

 29x18xbandiera 0inglese.jpg.pagespeed.ic.B4zuCIsWey Paesaggi e pittori siciliani dellOttocento 

Milano. Anche quest’anno con le feste di Natale arrivano importanti occasioni per ammirare capolavori e poter partecipare ad eventi speciali.
Il Comune di Milano anche quest’anno rinnova l’impegno ad offrire un incontro speciale con la bellezza e dal 3 dicembre 2014 all’11 gennaio 2015 ospita la Madonna Esterházy di Raffaello, capolavoro del genio del Rinascimento proveniente dal Museo delle Belle Arti di Budapest (Szépművészeti Múzeum).

L’opera, esposta nel cinquecentesco Palazzo Marino (sede dell’amministrazione comunale), è un dipinto raffigurante la Madonna col Bambino e san Giovannino e segna la conclusione del fondamentale periodo trascorso da Raffaello a Firenze, prima di essere chiamato a Roma da Papa Giulio II.
La composizione di quest’opera si ispira a Leonardo, conosciuto e studiato da Raffaello, che porta con sé la tavola nel trasferimento a Roma, dove completa lo sfondo con l’inserimento di ruderi del Foro Romano, dipinti con precisione topografica, a riprova di una conoscenza diretta e della sua “immersione” nella classicità.

Madonna and Child with the Infant Saint John "The Eszterhazy Mad Madonna and Child with the Infant Saint John "The Eszterhazy Mad

INFO
Raffaello. Madonna Esterházy – dal 3 dicembre 2014 all’11 gennaio 2015
Milano, Palazzo Marino (Sala Alessi) – Piazza della Scala, 2
A cura di Stefano Zuffi

LINK
http://www.comune.milano.it/dseserver/raffaello/index.html

Promossa dal Comune di Milano, Intesa Sanpaolo e la Rinascente, l’iniziativa è realizzata da Palazzo Reale e dal Museo delle Belle Arti di Budapest in collaborazione con le Gallerie d’Italia di Piazza Scala, curata da Stefano Zuffi e organizzata con la collaborazione di Arthemisia Group.

L’esposizione sarà corredata da un catalogo edito da Skira.
L’ingresso alla Sala Alessi e le visite guidate alla mostra sono completamente gratuite.

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *