SOUVENIR DE VOYAGE

“Photo Anonimo, de rêve”, 1910 circa (serie di cinque), Collezione Paolo Ventura

Soon I will go to Trentinoand surfing the net to find information on the cultural I came across a show that I certainly do not lose and that I point out.

The Mart presents “There and again. Souvenir de voyage”, providing a link between the tourist’s eyes and the space of tourism.
An exhibition the seeks to understand how the way we travel has changed, together with how we see the places visited under the impetus of globalisation and the mass post-modern world. On show photographs taken during 19th-century Grand Tours, early 20th-century guidebooks for travellers, travel diaries, a series of advertisements ranging from artistic illustration to kitsch, the irony of Pop Art, the contemporary languages of video and installation.
A special reflection is dedicated to Souvenirs . Souvenirs are the gifts we bring home from holidays, something conventional and banal, but we cannot help ourselves. From this visual identity, formed of miniature Colosseums, panoramic binoculars, postcards with the most typical views of Venice, Rome or Florence, an artistic research has often developed that has sought to restore a sense of authenticity to these images, or to lay bare their abuse, their excess of visibility.

Tra poco andrò in Trentino e navigando in rete per cercare informazioni sull’offerta culturale mi sono imbattuta in una mostra che sicuramente non mi perderò e che vi segnalo.
Il Mart presenta “Andata e ricordo. Souvenir de voyage” una mostra che mette in relazione lo sguardodel turista e lo spazio del turismo.
Una mostra che cerca di capire come è cambiato il modo di viaggiare e di abitare i luoghi sotto la spinta della globalizzazione e del postmoderno di massa. In mostra fotografie dei Grand Tour ottocenteschi, le prime guide dei viaggiatori di inizio novecento, i diari di viaggio, la parabola della pubblicità dall’illustrazione d’autore al kitsch, l’ironia della Pop Art, i linguaggi contemporanei del video e dell’installazione.
Una riflessione particolare è dedicata al souvenir .Il souvenir è il regalo che accompagna il rientro dai viaggi, è convenzionale e già visto, ma è inimmaginabile farne a meno. Da questa identità visiva, fatta di Colossei in miniatura, cannocchiali panoramici, cartoline con le vedute più tipiche di Venezia, Roma o Firenze, si è spesso sviluppata una ricerca artistica che ha cercato di restituire autenticità a queste immagini, oppure di denunciare il loro abuso, il loro eccesso di visibilità.
Bruno Munari, “Viaggio”, 1933, Mart, Collezione VAF-Stiftung
Giacomo Caneva, “Ponte rotto”£, Roma, 1850, Mart, Collezione M. Trevisan
 Herbert List, “Sant’Angelo, Ischia”, 1934, Mart, Collezione M. Trevisan

Meri Gorni, “Ti mando, come promesso, il mio ritratto”, 2006-2010 (particolare), Courtesy dell’artista

PetriPaselli, “Firenze – Piazza Michelangelo”, 2008, Dalla serie Souvenirs d’Italie, Courtesy degli artisti

Alice Guareschi, “Bianco Giallo Rosso Nero. Un’avventura Cromatica”, 2009, Courtesy dell’artista

Luca Vitone, “Arrivo a Colonia”, 1998, Courtesy dell’artista e Franco Soffiantino Contemporary Art Productions



 Luigi Ghirri, “Rimini (In scala)”, 1977, Eredi di Luigi Ghirri

 Davide Tranchina, “Through the globe #11”, 2003, Courtesy dell’artista

Marcello Dudovich, “Venezia Lido. Cartolina postale ENIT”, anni ’30, Mart, Deposito Tomatis/Vegro

 “Thereand again. SOUVENIR DE VOYAGE ”, has been produced by the Mart di Rovereto and curated by Nicoletta Boschiero, Veronica Caciolli, Daniela Ferrari, Paola Pettenella, Alessandra Tiddia and Denis Viva. The exhibition catalogue includes a text by Fernando Castro Florez.

“Andata e Ricordo. SOUVENIR DE VOYAGE ”, prodotta dal Mart di Rovereto, è curata da Nicoletta Boschiero, Veronica Caciolli, Daniela Ferrari, Paola Pettenella, Alessandra Tiddia, Denis Viva  e presenta in catalogo un saggio di Fernando Castro Florez.

Artists on show / Artisti in mostra:

 

Mario Airò, Giuseppe Armenia, Henri Béchard, Frères Bisson, Domenico Bresolin, Luca Campigotto, Giacomo Caneva, Martin Chambi, Giuseppe Cimetta, Vittorio Corsini, Louis De Clercq, Giulio Delvè, Paola Di Bello, Rä Di Martino, Benvenuto Disertori, Maxime Du Camp, Marcello Dudovich, Andrea Facco, Tano Festa, William Henry, Fox Talbot, Francis Frith, Maurizio Galimberti, Luigi Ghirri, Meri Gorni, Alice Guareschi, Elisabeth Hölzl, Emilio Isgrò, Ketty La Rocca, Herbert List, Robert MacPherson, Hiroyuki Masuyama, Sabrina Mezzaqui, Lorenzo Missoni, Bruno Munari, Carlo Naya, Maria Elisabetta Novello, Julio Paz, Domenica Riccardo Peretti Griva, Antonio Fortunato Perini, Petri Paselli, James Robertson, Filippo Romoli, Sara Rossi, Alessandro Ruzzier, Francesco Satta, Carlo Baldassare Simelli, Florian Slotawa, Giorgio Sommer, Andrei Tarkovsky, Davide Tranchina

Patrick  Tuttofuoco, Luca Vitone, C. & G. Zangaki.

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *