Villa del Principe Genova: le quattro opere da vedere

Villa del Principe - Interni

Villa del Principe – Interni

VILLA DEL PRINCIPE GENOVA: IL PALAZZO DE ANDREA DORIA E LE OPERE DA NON PERDERE

Villa del Principe è uno scrigno di tesori nel cuore di Genova e una tappa obbligata se decidi di scoprire le meraviglie di questa città.

Desideravo vederla da quando avevo visitato la Galleria Doria Pamphilj a Roma, perché le vicende di questi due luoghi sono unite da un solo destino e attualmente è ancora la famiglia Doria Pamphilj a gestirle entrambe.

In questo post trovi l’elenco le opere da non perdere a Villa del Principe.

Villa del Principe | giardino

Villa del Principe – giardino

La storia di Villa del Principe inizia nel 1527, anno dell’inizio dei lavori di questa residenza per volontà di Andrea Doria, ammiraglio della flotta di Carlo V.
Per realizzare il suo progetto chiamò da Roma l’artista Perin del Vaga, allievo di Raffaello, che progetta la prima residenza rinascimentale di Genova.

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Genova.

L’edificio si affaccia su un giardino all’italiana e guarda il mare, in quella parte del posto dove erano ormeggiate le galee della flotta Doria (ora coperto in parte dalle arterie stradali della città!).
Perin del Vaga non si occupa solo dell’edificio ma anche delle decorazioni del piano nobile, per cui crea un ciclo pittorico ispirato alle Metamorfosi di Ovidio con l’obiettivo di celebrare il suo committente e la sua famiglia.

I successori di Andrea Doria continuarono ad abbellire la residenza e i giardini, arrivando ad aprire al pubblico quella che per alcuni periodi dell’anno è ancora la loro residenza.

LEGGI ANCHE: Palazzo Spinola Genova, il primo museo da vedere a Genova.

VILLA DEL PRINCIPE: LE OPERE DA VEDERE

1. La loggia degli eroi – I 12 guerrieri in abiti romani, rappresentati sulle pareti della Loggia, sono gli eroi di casa Doria.
Da Ansaldo, ammiraglio dell’impresa contro i Mori di Spagna nel 1100, a Lamba, vincitore contro i veneziani nel 1298. Ci sono tutti i principali protagonisti delle imprese eroiche in cui si è distinta la famiglia Doria e che Perin del Vaga rappresenta ispirandosi alle statue di Michelangelo nelle Cappelle Medicee.

2. Il Salone del Naufragio – Perin del Vaga ha iniziato a decorare Villa del Principe proprio da questa sala, dove sulla volta si trova la rappresentazione di “Nettuno che placa la tempesta dopo il naufragio di Enea”.
La tecnica usata non fu l’affresco ma la pittura a olio sul muro, che ha provocato un rapido deterioramento dell’opera.
Attualmente si possono ammirare le parti recuperate da un restauro lungo e che richiede continui controllo.

3. Salone dei Giganti – Questo era il salone di rappresentanza dove fu collocato il trono di Carlo V quando arrivò a Genova in visita nel 1533.
La volta della sala è occupata da un affresco di Perin del Vaga che rappresenta “Giove mentre scaglia folgori sui giganti ribelli” ed è il simbolo di Carlo V che sconfigge i suoi nemici.

4. Galleria Aurea – Giovanni Andrea I Doria realizzò la galleria tra il 1594 e il 1599 e fu inaugurata con la visita a Villa del Principe di Margherita d’Austria, che era in viaggio verso la Spagna.
Si tratta di un ambiente che riprende lo stile architettonico delle principali dimore nobiliari, dove non poteva mancare un luogo in cui passeggiare e ammirare opere d’arte e oggetti preziosi.

LEGGI ANCHE: Mangiare a Genova, le botteghe storiche di Genova.

Villa del Principe | fontana

Villa del Principe – fontana

VISITARE VILLA DEL PRINCIPE

L’ingresso di Villa del Principe di trova in Piazza del Principe, 4 (a pochi passi dalla Stazione del treno di Porta Principe).

Orari: Villa del Principe è aperta tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00 (ultimo ingresso ore 17:15).
Aperto anche il 1° Novembre, Lunedì dell’Angelo, 25 Aprile, 1° Maggio, 2 Giugno e 15 Agosto.
Chiusura anticipata: 24 Dicembre alle ore 17.00 (ultimo ingresso alle ore 16.00)
Chiusura: 25 Dicembre, 1° Gennaio, Pasqua.

Biglietti: Intero € 9; Ridotto o Gruppi – Giovani dai 6 ai 26 anni € 7
Il giardino è visitabile gratuitamente durante l’orario museale.

LINKhttp://www.doriapamphilj.it/genova/

LEGGI ANCHE: Cimitero Monumentale di Staglieno, perchè visitarlo e cosa vedere al cimitero monumentale di Genova.

Villa del Principe | decorazioni

Villa del Principe – Interni

.

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *