Winckelmann e i monumenti antichi inediti

Ritratto di Winckelmann

Girolamo Carattoni, “Ritratto di J. J. Winckelmann” ripreso dal dipinto di Anton von Maron, 1783, incisione all’acquaforte, 26 x 18,5 cm – Raccolta Piancastelli, Biblioteca Comunale “A. Saffi”, Forlì

WINCKELMANN E I MONUMENTI ANTICHI INEDITI 

Erudito raffinato e innovativo, questo è stato Johann Joachim Winckelmann.
Uno tra i più grandi studiosi della cultura classica, teorico e padre della storia dell’arte, di cui si festeggiano i 300 anni dalla nascita proprio nel 2017.

E’ la Svizzera (che nel 2016 ha celebrato la nascita del movimento DADA) a celebrare Winckelmann con una mostra dal 5 febbraio al 7 maggio 2017.

Johann Joachim Winckelmann, nato il 9 dicembre 1717 a Stendal nell’Altmark, figlio di un maestro calzolaio, è conosciuto principalmente per il suo testo “Storia dell’arte nell’antichità” pubblicato nel 1764 con il titolo originale “Geschichte der Kunst des Alterthums”.
Il percorso della mostra ruota attorno a un’opera importante, ma non molto conosciuta, di Winckelmann: Monumenti antichi inediti (1767), l’ultima pubblicazione dello studioso tedesco, in cui accompagna le descrizioni dei “Monumenti” con immagini grafiche.
Si tratta di 208 splendide tavole incise, tutte siglate, commissionate ad artisti importanti che Winckelmann selezionò e pagò di tasca propria.

INFO
J. J. Winckelmann (1717–1768)
Monumenti antichi inediti. Storia di un’opera illustrata
m.a.x. museo (Via Dante Alighieri 6), Chiasso (Svizzera)
5 febbraio – 7 maggio 2017

LINK
www.centroculturalechiasso.ch

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *