Caricamento Eventi

L'Amore e la Guerra attraverso l'obiettivo di Gerda Taro e Robert Capa

CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia Torino
14 Feb 2024 — 2 Giu 2024

L'Amore e la Guerra attraverso l'obiettivo di Gerda Taro e Robert Capa

CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia Torino
14 Feb 2024 — 2 Giu 2024
Mostra

Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra

orari

Da venerdì a Mercoledì: 11:00 – 19:00
Giovedì: 11:00 – 21:00
Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

biglietti

Appena disponibili, i biglietti si potranno prenotare su Vivaticket

Acquista Biglietto

Febbraio 14 Giugno 2

C’è una mostra imperdibile a Torino che narra una storia di amore, arte e conflitto.
CAMERA, il centro italiano per la fotografia, presenta “Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra”, un evento espositivo che segue il successo delle mostre dedicate a Dorothea Lange.

LA MOSTRA SULL’ARTE E LA VITA DI GERDA TARO E ROBERT CAPA

Questa mostra esplora un periodo fondamentale del XX secolo attraverso circa 120 fotografie che documentano la relazione professionale e affettiva tra Robert Capa e Gerda Taro, conclusasi tragicamente con la morte di lei in Spagna nel 1937.

La storia di Gerda Taro, fuggita dalla Germania nazista, e di Robert Capa, emigrato dall’Ungheria, è affascinante quanto le loro opere. Incontratisi a Parigi nel 1934 sotto i loro veri nomi, Gerta Pohorylle e Endre Friedmann, i due si innamorarono l’anno successivo e formarono un legame artistico e sentimentale che li vide protagonisti tanto nei cafè del Quartiere Latino quanto nell’ambito fotografico e politico.

In una Parigi effervescente ma affollata di intellettuali e artisti, la lotta per ottenere incarichi divenne ardua. Fu in questo contesto che nacque l’idea di creare il personaggio di Robert Capa, un fotografo americano fittizio, per attrarre l’attenzione degli editori, con Friedmann che adottò questo pseudonimo per il resto della sua vita, mentre Gerta divenne Gerda Taro.

Il 1936 fu un anno cruciale per entrambi: in agosto si diressero in Spagna per documentare la guerra civile. Fu in quel periodo che Capa realizzò la famosa foto del miliziano colpito a morte, una delle sue fotografie già celebri, e Taro catturò l’immagine iconica di una miliziana in addestramento.

Robert Capa | morte di un miliziano

Robert Capa, Morte di un miliziano durante la Guerra Civile spagnola, 1936. Image source: expositions.bnf.fr

PERCHÈ VISITARE LA MOSTRA

La mostra, curata da Walter Guadagnini e Monica Poggi, non solo presenta le fotografie di gerda Taro e Robert Capa ma riproduce anche alcuni provini della famosa “valigia messicana”.
Questa valigia, che conteneva 4.500 negativi scattati in Spagna da Capa, Taro e il loro amico David Seymour, detto “Chim”, scomparve nel 1939 per riapparire soltanto nel 2007 a Città del Messico.
Il ritrovamento ha permesso di attribuire correttamente molte immagini la cui autoria era rimasta incerta.

Questa mostra permette di capire come l’amore e la guerra possano essere catturati attraverso l’obiettivo di una macchina fotografica. Inoltre presenta un aspetto meno noto della storia attraverso gli occhi di due artisti straordinari.
Non perdere l’opportunità di immergerti in questo viaggio fotografico che unisce arte, storia e passione.

Questa mostra, inoltre, è una delle 5 mostre da vedere a Febbraio 2024.

Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra
CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, Torino
14 febbraio – 2 giugno 2024

Via delle Rosine, 18
Torino, TO 10123 Italia
+ Google Maps