Firenze Capitale

Vittorio Emanuele II | Firenze capitale | mostre Firenze

Enrico Fanfani (Firenze, 1824 – post 1885). L’arrivo di Vittorio Emanuele II in Piazza della Signoria di Firenze (1861)

Firenze Capitale

La Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti celebra la ricorrenza dei 150 anni di Firenze Capitale d’Italia con una mostra dedicata alla presenza del Re, e in particolare al suo soggiorno nella Reggia fiorentina, che dal 1865 dette ospitalità ai Savoia, la terza grande dinastia regnante dopo quella dei Medici e dei Lorena.

Una mostra e al tempo stesso una rievocazione della vita di Vittorio Emanuele II, dei suoi gusti artistici e dei suoi principali interessi e legami, cercando di coinvolgere il visitatore nelle atmosfere della reggia.

Ritratto Laura su incarico di Petrarca| Firenze capitale | mostre Firenze

Pietro Saltini (Firenze, 1839-1908). Simon Memmi che per incarico del Petrarca ritrae Madonna Laura (1866)

Le collezioni del Re

L’arrivo del Re a Firenze fu accolto con entusiasmo, nonostante le controversie politiche suscitate da questo passaggio della capitale da Torino al capoluogo toscano.
Primo Sovrano della nazione italiana, Vittorio Emanuele II salì al trono nel 1849 e in seguito all’annessione della Toscana al Piemonte visitò Firenze in varie occasioni.
Una di queste fu la Prima Esposizione Nazionale del 1861, presso la quale effettuò numerosi acquisti.

Il suo gusto artistico era variegato e ricco di sfumature.
Affascinato sia dai dipinti che dalle sculture, ma anche dagli oggetti d’artigianato e d’arredamento.
Nel 1863 si recò all’Accademia di Firenze e commissionò a sei giovani artisti alcuni grandi dipinti a soggetto storico, che andarono successivamente ad arredare le stanze della reggia.
Nella sala del Fiorino è esposta parte di questo patrimonio di opere di Vittorio Emanuele II.

In mostra quindi i dipinti, i mobili, i manufatti artistici e artigianali che testimoniano il passaggio della corte Savoia a Palazzo Pitti.
L’appartamento della Duchessa d’Aosta rappresenta il nucleo della mostra e per l’occasione le sue sale sono quasi tutte riaperte al pubblico.
Gli ambienti si offrono con il loro arredo originario, risultato di un importante riallestimento (1993) basatosi sull’ultimo Inventario Oggetti d’arte risalente al 1911.
L’impronta Savoia più evidente si deve invece alla presenza più tarda di Umberto I e della Regina Margherita, che scelsero proprio queste sale come residenza privata.

Vittorio Emanuele | Firenze capitale | mostre Firenze

Flora | Palazzo Pitti | Mostre Firenze

Giuseppe Ferdinando Lazzerini (Carrara, 1831-1895). Flora (ante 1863)

INFO
Firenze Capitale 1865- 2015. I doni e le collezioni del Re
19 novembre 2015 – 3 aprile 2016
Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti, Firenze

LINK
http://www.unannoadarte.it/firenzecapitale/

La mostra a cura, come il catalogo edito da Sillabe, di Simonella Condemi, è promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo con il Segretariato regionale del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo della Toscana, la Ex Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze,  le Gallerie degli Uffizi con la Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti e Firenze Musei.

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *