Giovanni Motta e il bambino interiore – STUDI D’ARTISTA

Giovanni Motta | The Fate of the Brave Child

Giovanni Motta, “The Fate of the Brave Child”, 2018
Acrilico su legno, 184 x 184 cm

STUDI D’ARTISTA.

Viaggio in Italia negli atelier degli artisti contemporanei

a cura di Alice Traforti

GIOVANNI MOTTA (VERONA)

La ricerca di Giovanni Motta (1971, Verona) ruota attorno alle avventure di Jonny Boy, il bambino interiore presente in ognuno di noi, ed esplora la memoria emotiva connessa con gli oggetti della vita di ogni giorno.

L’artista inizia ad esporre nel 2000, dopo aver viaggiato soprattutto a Tokyo, Los Angeles, New York e Londra, esprimendosi dapprima attraverso la pittura e la scultura, finendo col sperimentare anche tecniche come l’animazione digitale e la stampa 3D.

Giovanni Motta | Studi d'artista

Giovanni Motta, Laboratorio d’arte a Verona (Italia)

Nel suo studio-laboratorio, i classici strumenti del mestiere per dipingere e modellare sono affiancati dalle tecnologie digitali, scalpelli e stampanti 3D, in un processo creativo che è un mix equilibrato tra automazione e artigianalità.

Le icone di Jonny Boy, dipinte su tela o scolpite, vivono nello stupore e nella meraviglia che caratterizza l’infanzia e ci invitano a guardare agli eventi del mondo con gli occhi di un bambino, a risvegliare quell’energia pulsante che va sempre più affievolendosi con l’età adulta.
L’immaginario visivo di Giovanni Motta si basa innanzitutto su una nutrita schiera di letteratura scientifica, mitologica e appartenente al fantasy occidentale, come ad esempio Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, Alice nel Paese delle Meraviglie di Lewis Carroll e Peter Pan di James Matthew Barrie.
Le fisionomie dei suoi personaggi, dalle creature ai fanciullini, si ispirano invece all’universo fantascientifico di manga e anime giapponesi, in particolare ai robot futuristici di Go Nagai e ai mondi magici di Hayao Miyazaki.

L’artista indaga così il fenomeno dell’innocenza con un linguaggio universalmente comprensibile.
Giovanni Motta recupera gli stati emozionali legati ai ricordi focali della fanciullezza, quando anche il più insignificante degli avvenimenti veniva vissuto con un’intensità autentica.
Ogni sua opera diventa allora la trascrizione visiva di un evento emotivo, di un picco di energia nel diagramma dei sentimenti quotidiani.

Giovanni Motta | Jonny Boy

“Jonny Boy – Love Again”, 2020. Nylon stratificato, acrilico, dipinto a mano, base in legno
H. 21 cm / H. 38 cm / H. 60 cm

Studio Giovanni Motta
Lo studio di Giovanni Motta è visitabile su appuntamento.

GIOVANNI MOTTA
Via F.lli Alessandri, 27
37124 Parona (VR – Italia)
tel. 045 8890036
[email protected]

LINK: https://www.giovannimotta.it/

Post a cura di: Alice Traforti.

 

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *