Le mostre d’arte contemporanea da vedere in aprile 2021

img arte contemporanea da vedere in aprile

LE MOSTRE D’ARTE CONTEMPORANEA DA VEDERE IN APRILE

Come ogni mese, ecco la lista delle mostre d’arte contemporanea da vedere in aprile.

Se il contemporaneo è la tua passione dai anche un’occhiata al post sulle mostre d’arte contemporanea 2021, dove trovi gli aggiornamenti e gli approfondimenti più recenti.

Mose d’arte contemporanea da vedere in aprile

Continua a leggere

La mostra DantePOP di Sandra Rigali

Dante Pop | mostra

DANTEPOP DI SANDRA RIGALI

DantePOP di Sandra Rigali è un progetto itinerante, una mostra personale che costruisce un ponte pop-letterario tra Lombardia e Toscana e una sinergia fra la cultura classica e la visione contemporanea.

Nella cornice dei bei luoghi d’Italia che fanno da sfondo immutato alle nostre vicende, le tele di grande formato costellate da tante piccole instapainting sviscerano insieme presente e passato del Bel Paese, interrogandosi sul suo futuro, proprio come il Poeta attraversa i 3 regni, toccando i temi del viaggio in Italia, della donna e della lingua come specchio della società.

DantePOP di Sandra Rigali

Continua a leggere

Le trame armoniche nelle opere di Francesca Pasquali – STUDI D’ARTISTA

Francesca Pasquali | Museo Unipol

Francesca Pasquali: Labirinto, 2020 – setole di PVC colore verde, vegetazione, strutture metalliche di supporto. Installazione ambientale, dimensioni variabili. | Installazione site-specific a CUBO-Museo d’Impresa del Gruppo Unipol. | ph Fabio Mantovani | courtesy Francesca Pasquali Archive e CUBO-Museo d’Impresa del Gruppo Unipol.

Secondo appuntamento dedicato agli studi d’artista.
Dopo il post dedicato a Giovanni Motta e il bambino interiore vi presento le trame armoniche nelle opere di Francesca Pasquali.

STUDI D’ARTISTA.

Viaggio in Italia negli atelier degli artisti contemporanei

a cura di Alice Traforti

FRANCESCA PASQUALI (BOLOGNA)

La ricerca di Francesca Pasquali (1980, Bologna) si ispira alle trame armoniche presenti
nella vegetazione, nei minerali, nei fenomeni ciclici e stagionali dell’Universo.

L’artista studia a fondo le strutture interne e i sistemi evolutivi di queste forme naturali,
reinterpretandole attraverso un personalissimo utilizzo di materiali artificiali di uso
domestico e industriale, spesso derivanti da scarti di lavorazione.
Il contrasto tra natura e artificio si risolve nel suo fare arte che conferisce alla pratica del riuso un valore estetico e vitale non fine a sé stesso, ma che si estende contaminando i luoghi e coinvolgendo le persone.

Continua a leggere