Il San Giovanni Battista di Tiziano

San Giovanni Battista |Tiziano Vecellio

Il San Giovanni Battista di Tiziano

Ogni mostra è un momento magico per me per scoprire aspetti sempre nuovi sulla storia, la vita e l’attività di un artista.
Le opere esposte sono per me come dei portali che si aprono su nuovi aspetti e nuovi argomenti da approfondire.

Durante la mia recente visita alla mostra di El Greco a Treviso sono rimasta per parecchio tempo davanti al San Giovanni Battista di Tiziano, opera che già avevo visto, ma che non mi è mai sembrata una delle sue opere migliori.
Così come mi è successo per un’altra meravigliosa opera di questo artista, Amor sacro e amor profano, quella tela mi ha attratta e mi ha spinta ad approfondire il suo significato.

 

San Giovanni Battista |Tiziano Vecellio

Tiziano Vecellio, San Giovanni Battista (1540 circa). Venezia, Gallerie dell’Accademia.

Quest’opera in origine era collocata nella Chiesa di Santa Maria Maggiore a Venezia, ma quando la Chiesa fu soppressa, nel 1807, la tela venne trasferita presso le Gallerie dell’Accademia.

San Giovanni Battista di Tiziano: storia e descrizione

L’opera di Tiziano rappresenta San Giovanni in un’atteggiamento statuario, vestito di pelli e con accanto l’agnello, che è il simbolo che lo identifica.
Sullo sfondo un paesaggio di montagna con un corso d’acqua, altro riferimento d’obbligo per una tela che voglia rappresentare San Giovanni Battista.

Tiziano ha realizzato questa tela intorno al 1540, quando l’artista si stava confronta con lo stile degli artisti toscani e romani.
Il San Giovanni Battista di Tiziano ricorda una statua classica e l’anatomia del suo corpo riporta alla mente le sculture di Michelangelo, di cui circolavano copie, riproduzioni e disegni.
Non sembra una delle opere migliori di Tiziano, che ci ha abituati a capolavori più appassionati con volti e sguardi che sanno “parlare” allo spettatore.
La bottega di Tiziano era già una delle più importanti della città e non solo, avendo già realizzato capolavori per importanti committenti, com’è stato possibile che abbia fatto completato un’opera non all’altezza dei suoi standard?

Tiziano, con il San Giovanni Battista, in realtà vuole dire la sua nel dibattito che in quei tempi accendeva gli animi di artisti e critici, ovvero sulla supremazia dello stile toscano su quello veneto.

Tiziano con questa tela dimostra che è possibile fondere la tradizione del disegno toscana con la scuola del colore veneziana.
Realizza un corpo statuario e una composizione che sarebbe piaciuta ai maestri toscani, ma i volumi e le luci sono create dal colore.

Un evento per vedere il San Giovanni Battista di Tiziano a Treviso

Il 22 gennaio 2016 potremmo ammirare insieme il San Giovanni Battista di Tiziano, che è esposto all’interno della mostra El Greco in Italia.
Grazie alla collaborazione tra The ART post Blog e Kornice, che organizza la mostra potremmo incontrarci e ammirare una mostra unica.
Per partecipare a questo evento il biglietto è gratuito, ma i posti sono limitati ed è necessaria un’iscrizione.
Scrivete una mail a [email protected] per inserirvi nella lista dei partecipanti.

Se, invece, vuoi andare a vedere la mostra in un altra giornata puoi chiedere il biglietto ridotto. CLICCA QUI >>> https://docs.google.com/forms/d/1tP1GtygR464cLNsrVjgunWnRRfZJlHDMp65LNV6CM9c/viewform

Che ne pensate di questa nuova iniziativa?
Ci vediamo a Treviso?

San Giovanni Battista |Tiziano Vecellio

 

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *