Mostre arte contemporanea Aprile 2019: le mostre da non perdere

MOSTRE ARTE CONTEMPORANEA APRILE 2019: GLI EVENTI DA NON PERDERE

Mostre arte contemporanea Aprile 2019. Ecco le mostre selezionate da Alice Traforti, che ha scelto gli eventi più interessanti proposti dalle Gallerie italiane 😉

Mostre arte contemporanea Aprile 2019

Cari amici, questo mese è stato davvero difficilissimo scegliere solo 5 mostre tra le
tantissime valide proposte delle nostre gallerie d’arte contemporanea.
La mia attenzione è andata a progetti meno chiacchierati, diversificati per periodo di
appartenenza, provenienza, tecnica e luogo.

#5mostrealmese
#aprile2019

  • una doppia personale indaga il concetto di fragilità, intesa come crisi e rottura,
    legata a contesti di precarietà ambientale, debolezza delle strutture politiche attuali,
    conflitti culturali;
  • la personale di una grande esponente della poesia visiva e protagonista delle
    ricerche verbo-visuali del secolo scorso;
  • un artista belga racconta con una personale in 4 sedi la triste e violenta storia della
    colonizzazione del Congo da parte del Belgio, la sua madrepatria;
  • uno spazio tradizionalmente votato al moderno, si apre al contemporaneo con un
    progetto ad hoc sulla relazione spaziale di geografie e ambienti culturali diversi, visti
    sotto l’insegna dell’abitare;
  • un’immersione nelle ambientazioni e tra i personaggi virtuali creati dall’artista
    statunitense in un suggestivo allestimento al buio costellato da proiezioni

3 MOSTRE: ARTE CONTEMPORANEA A ROMA, MILANO E NAPOLI

a sinistra dettaglio di Maria Elisabetta Novello: Notturni II, 2018, cenere,
fuliggine e carbone su plexiglass e carta, 52×37,5cm + a destra dettaglio di Christoph
Weber: Not yet titled, 2014, concrete, steel, 33x64x60 cm | courtesy the artists and Galleria Anna Marra, Roma

  • Maria Elisabetta Novello, Christoph Weber. FRAGILE earth and sky, handle with care
    a cura di Giorgia Gastaldon

“Il titolo di questa mostra prende a prestito la raccomandazione di “maneggiare con cura”
materiali “fragili”, alludendo ai paradigmi del cielo e della terra, coordinate spaziali e
temporali entro le quali si muove la nostra esistenza: certezze di un sistema che, sempre
più spesso, mostra segni di cedimento strutturale.
Il vocabolo “fragile” indica, infatti, la tendenza di alcuni materiali a rompersi di netto, senza
possibilità di deformarsi o piegarsi e con questo termine, per estensione e analogia, si è
soliti descrivere anche persone, situazioni, interi ecosistemi e società. In questo contesto il
concetto di fragilità è, ad oggi, argomento ricorrente: situazioni di crisi, rottura, collasso,
frammentazione sono all’ordine del giorno, legate di volta in volta a contesti di precarietà ambientale, debolezza delle strutture politiche attuali, conflitti culturali.” (dal comunicato)

Quando: fino al 04 maggio 2019
Dove: Galleria Anna Marra, Roma
Link: https://www.galleriaannamarra.com/fragile-comunicato-stampa


Mirella Bentivoglio: Il segreto dell’inverno | courtesy Archivio Mirella Bentivoglio e Galleria Conceptual, Milano

  • MIRELLA BENTIVOGLIO
    Creazione e fine

“La pratica artistica di Mirella Bentivoglio si fonda sull’analisi del rapporto tra parola e
immagine e sulle possibili variazioni di significato del linguaggio, spaziando dalla fotografia
alla poesia visiva e concreta, dalla comunicazione visuale alla poesia-oggetto.
Mirella Bentivoglio inizia la carriera nel giornalismo dimostrando presto uno spiccato
talento per la scrittura e la comunicazione. In breve tempo sente la necessità di superare il
limiti del linguaggio per esplorarne gli aspetti visuali. Uno sposalizio tra parola e immagine,
come spiegherà lei stessa, riguardo al suo interesse precoce per l’universo pitto-verbale:
«..probabilmente un’emersione dall’inconscio: l’archetipo linguistico è pittografico».” (dal
comunicato)

Quando: fino al 05 maggio 2019
Dove: Galleria Conceptual, Milano
Link: http://www.conceptual.it/expo/mirella-bentivoglio.pdf


Jan Fabre: The Civilizing Country of Belgium, 2012

  • JAN FABRE
    Omaggio a Hieronymus Bosch in Congo
    a cura di Melania Rossi e Laura Trisorio

“Sarà esposta una selezione di opere realizzate con corazze di scarabei iridescenti: tre
nuove sculture e due grandi trittici di cinque metri ispirati alla triste e violenta storia della
colonizzazione del Congo belga. In queste opere l’ispirazione storica si unisce alla
simbologia medioevale tratta da uno dei più grandi capolavori fiamminghi, Il Giardino delle
Delizie (1480-1490) di Hieronymus Bosch.
L’inferno di Bosch, ammirato per la sua spiccata inventiva, per molti aspetti divenne una realtà raccapricciante nel Congo belga.
Jan Fabre concilia in queste opere la crudezza del tema con la bellezza della sua
presentazione.
L’esposizione è parte del progetto Jan Fabre. Oro Rosso con cui l’artista belga torna a
Napoli coinvolgendo, oltre la galleria, tre istituzioni di grande prestigio: il Museo di
Capodimonte, la Cappella del Pio Monte della Misericordia, il Museo Madre.” (dal
comunicato)

Quando: fino al 30 settembre 2019
Dove: Studio Trisorio, Napoli
Link: http://www.studiotrisorio.com

2 INAUGURAZIONI: ARTE CONTEMPORANEA A MILANO

Vittorio Corsini: RED ROOM, 2009 – pigmento, vetro, legno, 20x20x18 cm |
courtesy dell’artista

  • VITTORIO CORSINI / UNSTABLE / ENVIRONMENTS
    a cura di Marco Scotini

“Si intitola UNSTABLE, il primo dei due atti del progetto espositivo di Vittorio Corsini, ed
ENVIRONMENTS il secondo e danno il via a un’inedita collaborazione: quella tra la
Galleria d’Arte Frediano Farsetti di Milano, luogo storicamente deputato all’arte dei maestri
del XX° secolo e Arte in Fabbrica, un nuovo spazio culturale che nasce all’interno di un
contesto industriale di altrettanto lungo corso, Gori Tessuti di Calenzano.
[…] la Galleria Frediano Farsetti e Arte in Fabbrica costituiscono un ponte tra Milano e
l’hinterland fiorentino coinvolgendo l’artista in una sfida: realizzare un progetto ad hoc per i
due spazi espositivi che metta in relazione geografie e ambienti culturali diversi. Vittorio
Corsini è il primo artista chiamato a prendere parte a questa collaborazione e con
UNSTABLE ed ENVIRONMENTS inaugura il progetto che avrà cadenza quadrimestrale.
“Prevedere la stabilità di ambienti e sistemi è diventata la massima scommessa degli
obiettivi strategici di aziende, economie, politiche sociali, gestioni ecologiche.
L’abbreviazione dei cicli di vita, il cambio tecnologico, le imprevedibilità sociali sono la
nostra sfida contestuale.
La doppia personale di Vittorio Corsini (articolata tra Milano e Calenzano) cerca di porre il problema su una microscala (e all’interno del sistema dell’arte). Il problema dell’abitare (come occupazione più o meno stabile) è stato il denominatore comune dell’intera attività di Corsini.
Questa ultima mostra propone nuove fenomenologie, mette in campo ulteriori strategie, creando un cortocircuito tra oggetto della produzione e spazio dell’esposizione” – spiega Marco Scotini, curatore della mostra e autore del testo del catalogo che documenta il progetto.” (dal comunicato)

Opening: UNSTABLE venerdì 05 aprile – dalle 19.00 alle 22.00
Quando: fino al 11 maggio 2019
Dove: Galleria Frediano Farsetti, Milano

Opening: ENVIRONMENTS sabato 13 aprile – dalle 18.00 alle 21.00
Quando: fino al 30 settembre 2019
Dove: Arte in Fabbrica, Calenzano (FI)

Link: https://www.galleriafredianofarsetti.it/index.php/2019/03/11/vittorio-corsini-unstable-environments/


Tony Oursler, Le Volcan, 2015-16, still da video | courtesy the artist and Dep Art Gallery, Milano

  • TONY OURSLER. THE VOLCANO AND POETICS TATTOO
    a cura di Demetrio Paparoni

“L’esposizione presenta i lavori più recenti dell’artista statunitense che, mai soddisfatto
delle tradizionali modalità di produzione e presentazione dell’immagine in movimento,
adotta, per questa mostra, tre differenti approcci: il video in 3D Le Volcan (2015-2016),
l’installazione in realtà virtuale Spacemen R My Friended (2016), la video installazione
Lapsed C con lo schermo foto-luminescente di Poetics Tattoo (1977-2017).
Le opere presentate nello spazio milanese sono pensate per sperimentare gli effetti
disorientanti che la tecnologia ha sull’uomo, come spesso accade nei lavori di Oursler. Il
pubblico, grazie all’aiuto di appositi visori 3D, è chiamato a immergersi nelle ambientazioni
e tra i personaggi virtuali e stranianti creati dall’artista. La galleria, in un suggestivo
allestimento al buio costellato dalle proiezioni, sarà dunque “abitata” da persone e luoghi
virtuali e tridimensionali.” (dal comunicato)

Opening: venerdì 05 aprile – ore 19.00

Quando: fino al 01 giugno 2019
Dove: Dep Art Gallery, Milano

Link: http://www.depart.it/it/mostra-di-TONY-OURSLER-The-Volcano-and-Poetics-Tattoo-46.htm


ARTE CONTEMPORANEA APRILE 2019: MOSTRE IN CHIUSURA!

  • Masquerada
    fino al 04 aprile 2019 da Akka Project, Venezia
  • Jacopo Mazzonelli – Difference and Repetition
    fino al 07 aprile 2019 da Galleria Giovanni Bonelli, Milano
  • SANDRO DE ALEXANDRIS. “1964 – 2018”
    fino al 11 aprile 2019 da 10 A.M. ART, Milano
  • Hiroyuki Masuyama – Minima X Maxima
    fino al 13 aprile 2019 da Studio La Città, Verona
  • Stanze
    fino al 20 aprile 2019 da MarignanaArte, Venezia
  • ARTURO MARTINI Magia della ceramica. Le terrecotte e le maioliche della
    collezione Costantino Barile
    fino al 22 aprile 2019 da Galleria d’Arte Contini, Cortina d’Ampezzo (BL)
  • Francesco Arena, Tre sequenze per voce sola
    fino al 24 aprile 2019 da Galleria Raffaella Cortese, Milano

ARTE CONTEMPORANEA APRILE 2019: MOSTRE IN CORSO!

  • Anna Di Prospero – Divine. Omaggio a Giovanni Boldini
    fino al 10 maggio 2019 da MLB gallery, Ferrara

Puoi trovare gli approfondimenti su queste mostre nei link alle esposizioni di gennaio
2019, febbraio 2019 e marzo 2019.

Arte contemporanea mostre Marzo 2018: le mostre da non perdere

Arte contemporanea mostre Febbraio 2018: le mostre da non perdere

Arte contemporanea mostre Gennaio 2019: le mostre da non perdere

Buona arte a tutti!
Alice

Post a cura di: Alice Traforti.

Condividi su

2 pensieri su “Mostre arte contemporanea Aprile 2019: le mostre da non perdere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *