Nudo Rosso di Amedeo Modigliani

Nudo Rosso | Amedeo Modigliani

Nudo Rosso di Amedeo Modigliani

Nel novembre 2015 Nudo rosso (detto anche Nudo sdraiato – Nu couché ) di Amedeo Modigliani è diventata l’opera più costosa al mondo, perché è stata venduta all’asta da Christie’s a New York e acquistata dal miliardario Liu Yiqian per la cifra da capogiro di 170.4 milioni di dollari (158.4 milioni di euro).

Il quadro venne realizzato durante il soggiorno parigino di Modigliani per Leopold Zborowski, uno dei più importanti mercanti d’arte moderna.
Nudo rosso, già alla sua prima presentazione, nel 1917 provocò un tale scandalo che dovette intervenire la polizia per disperdere la folla che si accalcava per ammirarla davanti alla vetrina della galleria che la esponeva.
La vita di Mogliani è fatta di avvenimenti di questo tipo ed è avvincente come un romanzo.

 

Nudo Rosso | Amedeo Modigliani

Nato a Livorno nel 1884 e formatosi presso un allievo di Giovanni Fattori, arriva a Parigi nel 1906 dove vive a Montmartre fino alla precoce morte nel 1920.
Modigliani entra in contatto con i cubisti e conosce personalmente tutti i principali protagonisti della nascita delle avanguardie.
La popolarità di Modigliani cresce rapidamente dopo la sua morte, diventando ben presto un punto di riferimento per le giovani generazioni di artisti.

La Biennale di Venezia del 1930 propone un’esposizione delle sue opere e contribuisce ad accrescere ancor di più la sua popolarità.
Gli anni Trenta del Novecento erano anni complicati per l’arte e spesso venivano tenute in maggiore considerazione opere con significati storici e politici, mentre Amedeo Modigliani è lontano da questa tendenza e si misura con il nudo femminile con originalità.

Nudo rosso ritrae una donna in modo essenziale, senza dilungarsi in dettagli, perché ciò che conta per Modigliani è la purezza della linea che possa far esaltare tutta la carica di di desiderio e di sensualità.
Amedeo Modigliani, che in vita non conobbe mai il successo, descrive il corpo sinuoso di una donna completamente nuda, adagiata su un divano con una posa provocante e desiderosa di mostrare tutta la sua bellezza.
Un quadro del genere era scandaloso all’epoca, ma ancora oggi la nostra società, che sembra tanto disinibita, sembra trovarsi in imbarazzo davanti a questo capolavoro.
Bloomberg, nel dare la notizia della vendita record, ha sfumato i seni e le parti intime, mentre il Financial Times ha pubblicato l’immagine con due bande nere rettangolari.
Esattamente come accadde quasi cento anni fa alla prima mostra a Parigi, ancora oggi Modigliani non smette di scandalizzare.

Cosa ne pensate?
Attendo di leggere le vostre opinioni nei commenti 🙂

Nudo Rosso | Amedeo Modigliani | Bloomberg

“Nudo Rosso” di Modigliani come è apparso su Bloomberg.

Nudo Rosso | Amedeo Modigliani | Financial Times

“Nudo rosso” di Modigliani come è apparso sul Financial Times.

.

Related Post

Condividi su

4 pensieri su “Nudo Rosso di Amedeo Modigliani

  1. Scandalizzarsi per quest’opera è semplicemente ridicoo quando c’è ben altro. Andrebbe quindi censurata una gran parte dell’arte di tutti i tempi dal momento che il nudo è sempre stato ritratto. E’ vero che quest’opera non può passare inosservata, ma ciò è dovuto alla bravuira dell’Artista… Carlo Pepi

  2. Ma queste censure di che epoca sono?…Non si può censurare la Bellezza! La Bellezza non scandalizza : emoziona!

    Pieranna Ottonello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *