Notte Stellata Van Gogh: cosa rappresenta e dove si trova

NOTTE STELLATA, VAN GOGH: PERCHE’ VAN GOGH L’HA DIPINTA, COSA RAPPRESENTA, DOVE VEDERLA

Nella sua Notte Stellata Van Gogh rappresenta la più visionaria notte della storia dell’arte.
Prima di questo dipinto la notte non era mai stata così intensa!
Si tratta di uno dei dipinti più famosi di Van Gogh e in cui il buio è illuminato da bagliori violenti e da una energia cosmica che sembra non avere pace.

Van Gogh fa parte dei quel gruppo di artisti del periodo del post-impressionismo, in cui la rappresentazione della realtà non è più così importante.
Anche voi siete attratti da questa notte misteriosa oppure vi sentite turbati da questo cielo?

Perché Van Gogh ha dipinto la Notte Stellata, cosa rappresenta e dove bisogna andare a vederla

Come tutte le opere di Van Gogh, Notte Stellata è come una visione e riesce a stento a trattenere l’energia delle pennellate.

Perché Van Gogh ha dipinto la Notte Stellata

Quando Van Gogh realizza Notte Stellata si trovava già da qualche settimana ricoverato nell’Istituto psichiatrico di Saint-Rémy.
Era il 1889 ed era stato ricoverato dopo un esaurimento nervoso, ma qui poteva dipingere all’aperto e può quindi realizzare uno dei suoi capolavori.
Van Gogh scrisse al fratello:

Ho un terribile bisogno della religione. Allora esco di notte per dipingere le stelle”. 

Il cielo, la natura, la notte stellata colmano il suo desiderio d’infinito.
Non dobbiamo pensare però che la pazzia di Van Gogh lo portasse a dipingere di getto, è documentato infatti il suo studio accurato della composizione dell’opera.
Era normale per lui preparare dei bozzetti e dei disegni preparatori, per verificare la composizione e quale dovesse essere il modo di stendere il colore.

Cosa rappresenta la Notte Stellata di Van Gogh

Nella Notte Stellata Van Gogh pone al centro del dipinto una piccola chiesa che ricorda quelle olandesi del suo paese d’origine, sulla sinistra colloca in primo piano un cipresso, mentre il paesino e il cielo ondulato con le sfere luminose sembrano fondersi l’uno nell’altro.
Il pianeta Venere è rappresentato come la stella più luminosa in questo cielo e alla fine di maggio e ai primi di giugno 1889 era effettivamente al massimo di luminosità, quindi veramente Van Gogh ha osservato la realtà che aveva davanti per creare questo dipinto.
Il cielo, le stelle, la luna sono collegati da un movimento che ci da l’impressione di trovarci in un vortice e il senso di vertigine è forte.

Nella notte stellata Van Gogh rappresenta la sua vita tormentata e anche i colori che ha scelto servono a sottolineare le sue sensazioni.

“Il verde malachite che spezza il cuore o il verde più cupo delle terribili passioni dell’umanità” – Van Gogh

Questo dipinto è considerata l’opera che anticipa l’Espressionismo astratto.

Dove si trova la Notte Stellata di Van Gogh

La Notte Stellata di Van Gogh si trova Museum of Modern Art di New York (MoMA).
In fondo al post il link ufficiale del museo.

Img source: Radio Monte Carlo.net

LINK
https://www.moma.org

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *