Maya Verona: la bellezza a Palazzo della Gran Guardia

Maya statuine | mostre Verona

MAYA VERONA: LA BELLEZZA DEI MAYA A PALAZZO DELLA GRAN GUARDIA 

Maya Verona. Chi mi segue sui social, soprattutto su Instagram, ha potuto vedere le immagini della mostra dei Maya nel giorno dell’inaugurazione.
La cosa più bella di Instagram è la possibilità di realizzare le stories che mi permettono di mostrarvi un’esposizione prima dell’apertura o addirittura durante l’allestimento 😉 .
Qualcuno mi ha già scritto che andrà presto a vederla e spero di leggere le vostre opinioni su questo evento unico e soprattutto innovativo, perché questa è una mostra sulla bellezza dell’arte Maya permettendo al pubblico di comprendere meglio un popolo ancora misterioso.

Non si tratta di una mostra sulla storia di un popolo e neppure di mostra archeologica in cui i reperti sono collocati in ordine cronologico, ma è piuttosto un viaggio nella cultura dei Maya per raccontare una civiltà e il suo linguaggio ancora poco conosciuti.

Maya | bassorilievo | mostre Verona

Chi è iscritto alla newsletter ha ricevuto la mini guida della mostra qualche giorno prima dell’inaugurazione (se non sei ancora iscritto puoi farlo subito nella sezione Archivio Guide e scaricare il documento).

La mostra Maya. Il linguaggio della bellezza è strutturata in 4 aree tematiche, e all’interno di queste sezioni sono evidenziate le caratteristiche dell’arte Maya con alcune delle opere più importanti.
I Maya furono la sola civiltà precolombiana a creare un complesso sistema linguistico, sociale, astronomico e matematico.
I loro imponenti edifici sono l’espressione più evidente delle loro abilità, ma per meglio comprendere questa civiltà la mostra espone anche oggetti quotidiani, come gioielli, strumenti e vasi provenienti dai più importanti musei del Messico.

L’ultima mostra in Italia dedicata ai Maya risale al 1998 e questo evento a Verona colma un vuoto, come vi ho spiegato nel post in cui descrivo come nasce la mostra curata da Karina Romero Blanco.
A Verona sono esposte opere d’arte uniche, alcune della quali firmate dagli artisti che le hanno realizzate, quindi con artisti ben precisi che hanno sentito l’esigenza che venisse riconosciuto il loro ruolo.

Le opere da non perdere

Il percorso inizia con due teste rinvenute nella cripta funeraria di Pacal il Grande, il più importante re di Palenque, un sito archeologico maya situato nel Chiapas.
Sono opere che dimostrano la raffinata estetica di un popolo, che sapeva rappresentare il corpo e il volto in modo impeccabile.

Tra gli altri oggetti che non dovete perdervi c’è il Portastendardi, scultura risalente all’XI secolo realizzata da un maestro di Chichen Itza, la Maschera a mosaico di giada raffigurante un re divinizzato, l’Adolescente di Cumpich, imponente scultura risalente al periodo tardo classico.
Inoltre è imperdibile la sezione dedicata alla scrittura e alle ultime scoperte scientifiche per decifrarla più chiaramente.

Quasi tutte le opere presenti a Verona appartengono al periodo classico (300-900 d.C.), epoca caratterizzata dalla monarchia divinizzata, che possiamo considerare come l’equivalente di quella occidentale e che si tramandava il potere da una generazione all’altra.
In questo sistema politico la figura centrale era quella del Re, che deve garantire l’equilibrio del Universo e doveva svolgere alcune incarichi, come sacrifici oppure guerre, che giustificavano anche il suo ruolo.

La mostra presenta tutto questo sistema di potere, che attraverso le immagini impone il proprio ruolo e al tempo stesso rappresenta la società.

Maya Verona | mostre Verona Maya pittura | mostre Verona Maya ritratto | mostre Verona Maya a Verona | mostre Verona

Scultura Maya | mostre Verona Statue Maya | mostre Verona Testa Maya | mostre Verona Teste Maya | mostre Verona

INFO
Maya. Il linguaggio della bellezza
Dall’8 ottobre 2016 al 5 marzo 2017
Palazzo Della Gran Guardia – Piazza Bra 1, Verona

La mostra è organizzata da Arthemisia Group e Kornice, realizzata dall’INAH (Instituto Nacional de Antropología e Historia), l’istituzione più importante del Ministero della Cultura del Messico, con la curatela di Karina Romero Blanco.

LINK
http://www.mayaverona.it

Related Post

Condividi su

4 pensieri su “Maya Verona: la bellezza a Palazzo della Gran Guardia

  1. visitata! Sebbene non sapessi molto sui Maya, sono rimasta affascinata. Bisogna precisare che non si tratta di una mostra didascalica su tutti gli aspetti della vita Maya, ma come scritto bene qui, ma una mostra sul corpo, l’arte e la bellezza.
    Tuttavia, leggendo un librino sui Maya, ho trovato che l’esposizione toccava molte delle tematiche che di solito si ritrovano sui libri (spiegate anche nell’audioguida compresa nel prezzo)e ho visto addirittura in mostra alcuni pezzi che erano sul libro!
    la mostra inoltre risulta accessibile anche ai bambini.
    Infine, trovo che gli spazi del palazzo della Gran Guardia siano particolarmente adatti per ospitare mostre.

    • Sono contenta che ti sia piaciuta Elisabetta e ti ringrazio per aver condiviso la tua esperienza.
      Era da tanti anni che in Italia non si raccontavano i Maya e la loro cultura, e dall’ultima esposizione le scoperte fatte hanno permesso di aggiungere tanti elementi utili per conoscere sempre più una civiltà dalla storia millenaria.

      • A suo tempo anche se ero giovanissima ho perso la mostra sui Maya a palazzo Grassi (1997 o 1998). Mi chiedo come dev’essere stata!

        • Io all’epoca ero una liceale, con scarso interesse pre le mostre di tipo archeologico, ma rimasi stupita. E ce ne volevano di effetti speciali a quei tempi per attirare l’attenzione mia e dei miei compagni! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *