Museo Bagatti Valsecchi Milano: un pomeriggio al museo

Museo Bagatti Valsecchi | Musei Milano

MUSEO BAGATTI VALSECCHI MILANO: un pomeriggio al museo con voi

Museo Bagatti Valsecchi Milano. L’autunno è un periodo veramente intenso. Le mostre che inaugurano sono tantissime e questo mese il calendario degli eventi è particolarmente ricco.
Non è facile decidere a quale preview partecipare e quali mostre andare a vedere con più calma in un secondo momento.

C’è un evento di questo inizio autunno a cui sono legata da ricordi speciali perché io e voi ci siamo incontrati per vedere insieme il Museo Bagatti Valsecchi di Milano.
Questo post è dedicato a quel venerdì pomeriggio in cui ho conosciuto tanti di voi, che mi vengono a trovare tutti i giorni sulle mie pagine social.

LEGGI ANCHE: Musei a Milano: le case museo da vedere

Museo Bagatti Valsecchi | Musei Milano

Tutte le volte che vado a Milano il mio ritmo è sempre accelerato. Di solito corro ad un’inaugurazione, inserisco sempre un appuntamento di lavoro, il tempo per un pranzo veloce e poi ritorno di corsa verso casa, in Veneto.
Il 9 settembre però mi sono goduta Milano fino in fondo, per assaporare una giornata speciale, in cui io e voi ci siamo guardati negli occhi, ci siamo stretti le mani, abbiamo visto un museo stupendo.

La storia del Museo Bagatti Valsecchi ve l’avevo raccontata qualche tempo fa in un post dove vi avevo spiegato come mi è capitato di innamorarmi di questo luogo.
Attraversare però le sale della casa dei fratelli Giuseppe e Fausto Bagatti Valsecchi insieme a voi è stato diverso.
Non capita tutti i giorni di potersi parlare senza il filtro dei commenti di Facebook e  curiosare nel Cabinet con foto d’epoca e abiti originali, entrare nella biblioteca, osservare da vicino il Polittico Marinoni prima del suo ritorno nella collocazione originale, restare ammirati davanti alle tecnologie di fine ‘800 che i baroni Bagatti Valsecchi non si facevano mancare: l’energia elettrica, un sistema di riscaldamento centralizzato, l’acqua corrente in casa e una rarissima doccia di fine ‘800.

Organizzo eventi per vedere mostre e musei insieme a voi lettori almeno due volte l’anno e ogni volta è una grande emozione per me. Il precedente appuntamento di questo 2016 era stato ad aprile, per vedere insieme la mostra di El Greco a Treviso.
Sono momenti in cui possiamo conoscerci e posso fare insieme a voi ciò che mi piace di più: scoprire quante meraviglie ci siano da vedere!

Credo che i social e un blog possano creare nuove possibilità e nuove relazioni, ma l’incontro personale rimane sempre la parte più importante del mio lavoro e ogni volta, solo confrontandomi con voi, riesco a dare un senso a tutto quello che scrivo e che vedo.
Pubblicare le immagini di un museo oppure di un’opera su Facebook è abbastanza facile, scrivere un articolo sul blog è interessante, ma portarvi a vedere un museo di cui vi ho scritto è la parte più importante.
L’ho già detto tante volte sui social, si parla tanto di tutela del nostro patrimonio artistico ma si dimentica di dire che per primi siamo noi cittadini a dover proteggere le opere d’arte delle nostre città e non c’è tutela e conservazione senza conoscenza e questa, nel XXI secolo, passa soprattutto attraverso i canali social, che accorciano le distanze e offrono occasioni prima impensabili.
Come l’occasione di passare 2 ore di un venerdì pomeriggio qualsiasi in un museo di Milano 😉

Grazie a chi ha partecipato e grazie anche a chi avrebbe voluto venire ma con cui ci siamo dati appuntamento la prossima volta.

Tutti i prossimi appuntamenti in programma li trovate nella sezione Eventi.

Museo Bagatti Valsecchi | Musei Milano

Museo Bagatti Valsecchi | Musei Milano

INFO
Museo Bagatti Valsecchi
Via Gesù 5 – 20121 Milano

LINK
www.museobagattivalsecchi.org

Related Post

Condividi su

4 pensieri su “Museo Bagatti Valsecchi Milano: un pomeriggio al museo

  1. Cara Caterina,
    ti ringrazio ancora per l’interessante visita organizzata in settembre al Museo Bagatti Valsecchi.
    Sto cercando di fare pubblicità presso i miei conoscenti di questo misconosciuto museo. Vale davvero la pena di visitarlo!
    Mi piacerebbe tu riuscissi ad organizzare una visita alla mostra sui Maya qui a Verona. Io sicuramente ci andrò, ma con te sarebbe qualcosa di più simpatico.
    Anche quella su Bacon a Treviso mi interessa. Sono da poco stata ad un congresso di Psichiatria Infantile a Parigi e se ne è parlato.
    Grazie per le informazioni chiare che sempre dai sul tuo ArtPostblog e un caro saluto.
    Patrizia

    • Ci saranno sicuramente altre occasioni per vedere mostre, musei e città 🙂
      Il passaparola sia tra gli amici sia attraverso i social è fondamentale per valorizzare le bellezze nascoste delle nostre città, quindi mi fa piacere che tu racconti quanto bello è il Museo Bagatti Valsecchi.
      Per quanto riguarda Bacon, se vai a vederla prima che io riesca ad organizzare un gruppo di visitatori, ti consiglio di usare l’audioguida che è il valore aggiunto del percorso.
      Ti permetterà di essere accompagnata nel complesso universo interiore di questo artista.

  2. Io credo che il virtuale, il mondo dell’online dovrebbe ,essere una porta in più sul reale e non sostituirlo. Ecco perché cerco sempre di trasformare le conoscenze di luoghi e persone “virtuali” in momenti concreti. Riuscire a “prendere due piccioni con una fava” è stato davvero un privilegio.
    Grazie per avermi guidato alla scoperta del Bagatti Valsecchi con simpatia e preparazione.
    Aspetto il prossimo evento nel milanese o nel veneto.

    • Grazie a te Cristiana, abbiamo in comune la passione per i social e il web ma anche per l’incontro reale.
      Tornerò a Milano prestissimo e magari ci potremmo incontrare di nuovo 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *