Palazzina di Caccia di Stupinigi: storia, descrizione, interni, orari, biglietti

Palazzina di Caccia di Stupinigi

PALAZZINA DI CACCIA DI STUPINIGI: STORIA, DESCRIZIONE, INTERNI, ORARI, BIGLIETTI

La Palazzina di Caccia di Stupinigi è stata realizzata per essere una residenza temporanea, destinata alle feste e alle battute di caccia. In realtà, si presenta come un grandioso edificio barocco, più simile a una reggia che a una semplice residenza di caccia.

Hai mai visto questo luogo? Ti piacerebbe visitarlo?
In questo post alcune informazioni su cosa vedere e come organizzare la visita.

Palazzina di Caccia di Stupinigi

Palazzina di Caccia di Stupinigi | interni

PALAZZINA DI CACCIA DI STUPINIGI: STORIA

La Palazzina di Caccia di Stupinigi è un’opera architettonica di Filippo Juvarra, che realizzò per volere di Vittorio Amedeo II di Savoia.

Il progetto prevedeva la creazione di una residenza per la caccia e le feste e risale al 1731 la prima battuta di caccia nei dintorni di Stupinigi.
I lavori sono durati fino alla fine del XVIII secolo e negli anni, grazie alla direzione di diversi architetti, l’edificio fu ampliato e arricchito di particolari.
Filippo Juvarra sceglie personalmente pittori, ebanisti e tappezzieri, e controlla minuziosamente ogni fase dei lavori, fornendo indicazioni, schizzi e disegni.
Grazie alle indicazioni di Juvarra e ai suoi schizzi e disegni i lavori della Palazzina sono proseguiti per tutto il Settecento.

Nel corso dei secoli molti personaggi storici hanno soggiornato presso la Palazzina di Caccia di Stupinigi: l’imperatore Giuseppe II, Paolo Romanov, Ferdinando I e Carolina di Borbone e anche Napoleone Bonaparte.
Tra i più importanti ricevimenti si ricorda la festa del 1773 per il matrimonio tra Maria Teresa di Savoia e il conte d’Artois.

PALAZZINA DI CACCIA DI STUPINIGI: DESCRIZIONE E INTERNI

Una visita alla Palazzina di Caccia di Stupinigi non può dirsi completa se non si vede il salone ovale, affrescato con dipinti che richiamano la caccia. Dal salone si accede agli appartamenti reali e a quelli degli ospiti.

Il tema della caccia è presente ovunque mentre l’arredamento è costituito da mobili in stile Rococò.
La Palazzina di Caccia di Stupinigi conserva gli arredi originali, eseguiti dai più importanti artisti e artigiani piemontesi.

All’interno dell’edificio si trova anche una cappella dedicata a Sant’Uberto e una galleria di ritratti di alcuni membri della famiglia reale dei Savoia.
Il Parco Naturale di Stupinigi che circonda la Palazzina, invece, rende questo luogo ancor più affascinante. Il parco si estende per 1.700 ettari e che fu progettato nel 1724 su modello francese, per poi assumere l’aspetto di un giardino all’inglese.

Palazzina di Caccia di Stupinigi | parco

PALAZZINA DI CACCIA DI STUPINIGI: ORARI E BIGLIETTI

Indirizzo:
Piazza Principe Amedeo, 7 – 10042 Stupinigi, Nichelino (Torino)

Orari:
Dal martedì al venerdì: dalle 10.00 alle 17.30
Dal sabato alla domenica: dalle 10.00 alle 18.30
Chiuso il lunedì.

Biglietti e Tour:

Per prenotare i biglietti ti consiglio di visitare il sito ufficiale e controllare le disponibilità.

Puoi visitare la Palazzina di Caccia di Stupinigi e le altre residenze reali di Casa Savoia con la Royal Card, un biglietto valido 7 giorni per esplorare le residenze reali di Torino e dintorni, con uno speciale sconto sugli autobus turistici –> Piemonte: Royal Card per le residenza reali

Palazzina di Caccia di Stupinigi | interno

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *