Baci famosi: 5 capolavori che parlano d’amore

BACI FAMOSI: I 5 BACI PIU’ BELLI DELLA STORIA DELL’ARTE

I baci famosi dell’arte sono tanti e tanti sono gli artisti che hanno rappresentato il gesto che tutti associamo all’amore.

Ecco 5 baci famosi della storia dell’arte e dove andare a vederli.

Il Bacio | Gustav Klimt

Gustav Klimt, Il Bacio (1907-1908) – Österreichische Galerie Belvedere, Vienna. Image source: Cultura – Biografieonline.it

1. IL BACIO DI KLIMT

Questo è tra i baci famosi il più riprodotto in assoluto su tazze, magliette e accessori vari.
Romantico, delicato e prezioso, è uno dei capolavori di Gustav Klimt.
Realizzato tra il 1907 e il 1908 è oggi esposto presso la Galleria del Belvedere di Vienna e rappresenta il trionfo dell’amore.
I due amanti sono collocati in uno spazio astratto, avvolti dalla luce dorata e ci sono solo loro e l’abbandono dell’una nelle braccia dell’altro.

DOVE SI TROVA: Österreichische Galerie Belvedere, Vienna.

LEGGI ANCHE: Le città più belle del mondo, 5 città di pittori famosi da vedere.

Leo Brezhnev e Erich Honecker – East Side Gallery

2. IL BACIO DEL MURO DI BERLINO

Il bacio tra il leader dell’Unione sovietica Leo Brezhnev e il presidente della Repubblica Democratica Tedesca Erich Honecker c’è stato veramente e fu immortalato dal fotografo Regis Bossu nel 1979, durante il 30° anniversario della Repubblica democratica tedesca della Germania Est.
Dieci anni più tardi l’artista sovietico Dmitri Vrubel decise di riprodurre quell’immagine sul lato est del Muro di Berlino, che per anni ha diviso la Germania.

DOVE SI TROVA: East Side Gallery, il maggior tracciato rimasto in posizione originale del muro di Berlino.

Ora questo bacio fa parte della East Side Gallery di Berlino.

Il bacio di Anna e Gioacchino nella Cappella degli Scrovegni a Padova.

3. IL PRIMO BACIO DELLA STORIA DELL’ARTE

Quello che Giotto rappresenta nella Cappella degli Scrovegni a Padova è considerato uno dei baci famosi dell’arte ma soprattutto il primo bacio della storia dell’arte.
L’opera risale agli inizi del Trecento e fu una scena innovativa per l’epoca, abituata a immagini dell’amore più ideali che reali.
I protagonisti sono i genitori di Maria, Anna e Gioacchino, che Giotto coglie in un momento d’affetto ma con uno sguardo quasi cinematografico.

DOVE SI TROVA: Cappella degli Scrovegni, Padova.

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Padova, una passeggiata nel centro storico.

Il Bacio di Hayez.

4. IL BACIO DI HAYEZ

Il Bacio di Francesco Hayez, realizzato nel 1859, è uno dei dipinti più importanti dell’800 italiano e conservato presso la Pinacoteca di Brera.
L’opera è un’allusione politica agli ideali del Risorgimento e quindi esalta l’amore personale e quello per la patria.
Tra i baci famosi questo è stato quello che ha ispirato di più artisti e creativi.
Rielaborato negli anni ’20 per rappresentare l’immagine del famoso cioccolatino della Perugina e rievocato dal regista Luchino Visconti nel film Senso (1954), rimane ancora oggi il bacio più bello dell’arte.

DOVE SI TROVA: Pinacoteca di Brera, Milano.

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Milano.

Il Bacio di Lichtenstein.

5. IL BACIO POP

E’ molto pop il bacio di Roy Lichtenstein, tra i più celebri esponenti della Pop Art.
L’artista si ispira al fumetto e lo trasforma in un capolavoro.
L’immagine di questo bacio, ingrandita e senza sfumature di colore ma solo descritta da una serie di punti colorati è il pezzo di una storia, forse il finale oppure la parte centrale.
E’ la forza dei grandi capolavori, quello di innescare in chi osserva pensieri e storie che producono altre storie e altri mondi.

DOVE SI TROVA: Collezione privata.

LEGGI ANCHE: Gli artisti più eleganti del Novecento.

Related Post

Condividi su

5 pensieri su “Baci famosi: 5 capolavori che parlano d’amore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *