Mostre 2022 in Italia: calendario mostre d’arte

MOSTRE 2022 IN ITALIA

Mostre che inauguranoMostre in corsoArchivio Mostre

Questa è la pagina dedicata alle mostre 2022 in Italia. Un calendario sempre aggiornato con gli eventi da non perdere e gli approfondimenti sulle mostre più interessanti dell’anno.

Scorri l’elenco qui sotto con tutte le novità oppure clicca uno dei bottoni in alto: mostre che inaugurano, mostre in corso, archivio mostre.

Klimt | mostre Roma

Mostre che inaugurano

Ecco la lista delle mostre 2022 in Italia che inaugurano nei prossimi mesi e che ti consiglio di non perdere.

Attenzione: se la tua passione è l’arte contemporanea e non vuoi perderti gli eventi più interessanti, dai un’occhiata alla sezione dedicata alle mostre d’arte contemporanea da vedere in Italia nel 2022.

MOSTRE A MILANO

Max Ernst. Bellezza e bizzarria

La prima retrospettiva in Italia dedicata a Max Ernst (1891-1976), pittore, scultore, poeta e teorico dell’arte tedesco, poi naturalizzato americano e francese.
Oltre 400 sono le opere tra dipinti, sculture, disegni, collages, gioielli e libri illustrati provenienti da musei, fondazioni e collezioni private, in Italia e all’estero.

4 Ottobre 2022 – 26 Febbraio 2023 | Palazzo Reale, Milano


Hieronymus Bosch e L’europa meridionale

Un progetto espositivo che è frutto di una lunga e approfondita ricerca accademica. La mostra presenta Bosch quale creatore di visioni fantastiche in relazione alle tendenze del collezionismo del tempo e della ricezione artistica da parte del Rinascimento spagnolo e italiano.

9 Novembre 2022 – 12 Marzo 2023 | Palazzo Reale, Milano


Machu Picchu e gli imperi d’oro del Perù 

Una mostra che è un vero e proprio viaggio nel tempo, raccontando la storia di un civiltà tanto gloriosa quanto antica e remota e di cui spesso si conosce solo l’ultimo tassello, quello più recente e universalmente reso famoso dal ritrovamento dei resti della grande città sacra di Machu Picchu.

8 ottobre 2022 – 19 febbraio 2023 | Mudec, Milano

MOSTRE A VENEZIA

Punto, linea e superficie. Kandinsky e le avanguardie

A Mestre al Centro Culturale Candiani arriva l’esposizione curata dalla Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro, che attraverso le proprie collezioni costruisce un percorso a ritroso nella contemporaneità fino alle opere del padre dell’astrazione.

30 Settembre 2022 – 21 Febbraio 2023 | Mestre, Centro Culturale Candiani


Omaggio a Giovanni Miani

Cade nel 2022 l’anniversario dei 150 anni dalla morte di Giovanni Miani, musicologo, patriota, collezionista e soprattutto grande esploratore: nel Museo di Storia Naturale Giancarlo Ligabue una grande sala gli è dedicata, con la collezione etnografica frutto delle
sue spedizioni, che includono una delle pagine più avventurose della storia della scoperta delle sorgenti del Nilo.

Primavera – Autunno 2022 | Museo di Storia Naturale di Venezia Giancarlo Ligabue

MOSTRE A PADOVA

L’OCCHIO IN GIOCO
Percezioni, impressioni e illusioni nell’arte

Ad essere proposto qui è un nuovo modello espositivo, che abbraccia e unisce due dimensioni: lo sguardo generale che accompagna il visitatore a comprendere l’indagine e lo sviluppo delle arti sul tema del movimento, e uno, più specifico, che indaga i rapporti tra la psicologia della percezione e la creatività.

24 Settembre 2022 – 26 Febbraio 2023 | Padova, Palazzo del Monte di Pietà

MOSTRE A ROVIGO

SEMPLICEMENTE ROBERT CAPA

Una mostra che ha l’ambizione di far emergere le tante sfaccettature di un personaggio passionale e in fin dei conti inafferrabile, sicuro di sé, insaziabile e mai del tutto soddisfatto. Che non esita a rischiare la vita per i suoi reportage.
La mostra racconta il ruolo di Robert Capa come testimone storico, indissociabile dall’impegno per una causa che in parte trova le sue motivazioni nelle origini del fotografo.

08 Ottobre 2022 – 26 Febbraio 2023 | Rovigo, Palazzo Roverella

MOSTRE A TRIESTE

I MACCHIAIOLI

Attraverso un corpus di oltre 80 opere altamente significative del movimento, la mostra racconta l’intera esperienza artistica dei Macchiaioli, a partire dal 1855.

19 novembre 2022 – 10 aprile 2023 | Museo Revoltella, Trieste

MOSTRE A ASTI

Boldini e il mito della Belle Époque

Oltre 80 magnifiche opere sono protagoniste di una narrazione cronologica e tematica al tempo stesso.
La Belle Époque, i salotti, le nobildonne e la moda: è il travolgente mondo di Giovanni Boldini, genio della pittura che più di ogni altro ha saputo restituire le atmosfere rarefatte di un’epoca straordinaria.

26 novembre 2022 – 10 aprile 2023 | Palazzo Mazzetti, Asti

MOSTRE A FERRARA

Museo della Follia

La mostra è strutturata su un doppio binario: da un lato indaga il complesso rapporto tra arte, genio e follia prendendo in esame esempi della produzione figurativa dal Cinquecento ai giorni nostri; dall’altro conduce il pubblico in un viag- gio sensoriale grazie alle installazioni realizzate dallo scenografo e artista Cesare Inzerillo.
Il percorso così articolato permette al visitatore di scoprire un punto di vista nuovo sulla storia e sull’arte e di calarsi in un affascinante itinerario umano ed esistenziale, in dialogo con installa- zioni di grande suggestione.

17 Settembre 2022 – 16 Gennaio 2023 | Palazzo dei Diamanti, Ferrara

MOSTRE A BOLOGNA

I PITTORI DI POMPEI

Una mostra per scoprire da vicino le figure dei pictores, ovvero gli artisti e gli artigiani che realizzarono gli apparati decorativi nelle case di Pompei, Ercolano e dell’area vesuviana.

23 Settembre 2022 – 19 Marzo 2023 | Bologna, Museo Civico Archeologico

MOSTRE A PARMA

MODA E PUBBLICITÁ IN ITALIA. 1850-1950

La mostra è dedicata al rapporto fra pubblicità e moda, negli anni in cui la moda, attraverso la pubblicità, diventa sogno collettivo. 150 affascinanti opere fra metà Ottocento e metà Novecento per raccontare un secolo di storia del costume in Italia e non solo.

10 Settembre 2022 – 11 Dicembre 2022 | Mamiano di Traversetolo – Parma

MOSTRE A FIRENZE

ESCHER

Un’antologica, con circa 200 opere e i lavori più rappresentativi che lo hanno reso celebre in tutto il mondo, che racconta il genio dell’artista olandese con le opere più iconiche della sua produzione.

20 ottobre 2022 al 26 marzo 2023 | Museo degli Innocenti | Firenze

MOSTRE A ROMA

VAN GOGH
Capolavori dal Museo Kröller Müller

La mostra di Roma, attraverso ben 50 opere provenienti dal prestigioso Museo Kröller Müller di Otterlo – che custodisce uno dei più grandi patrimoni delle opere di Van Gogh – e tante testimonianze biografiche, ne ricostruisce la vicenda umana e artistica, per celebrarne la grandezza universale.

8 Ottobre 2022 – 26 Marzo 2023 | Palazzo Bonaparte, Roma


RAOUL DUFY
Il pittore della gioia

La pittura, i soggetti e i colori sgargianti saranno i protagonisti della prima grande esposizione in Italia dedicata al grande artista Raoul Dufy.
Con 160 opere provenienti dalle più importanti collezioni pubbliche e private francesi, la mostra percorre l’intera parabola artistica di uno dei più grandi interpreti della storia dell’arte, a cavallo tra impressionismo e fauvismo.

14 ottobre 2022 – 26 Febbraio 2023 | Palazzo Cipolla, Roma

Dante Alighieri | mostre Roma

Mostre in corso

Questa è la lista delle mostre 2022 in Italia in corso oppure che chiuderanno a breve.
Attenzione alle date per non perderti gli eventi interessanti.

MOSTRE A MILANO

Oliviero Toscani. Professione fotografo

La mostra raccoglie i lavori realizzati dal celebre fotografo dai primi anni ’60 fino a oggi: immagini e campagne pubblicitarie che lo hanno reso noto e riconoscibile in tutto il mondo, nonostante la mancanza di alcun logo commerciale, perché da sempre la sua caratteristica è quella di usare il mezzo pubblicitario senza mostrare il prodotto, rendendo quindi la sua fotografia applicabile alla comunicazione di qualunque brand.

Per approfondire vai al post dedicato alle opere di Oliviero Toscani.

24 Giugno – 25 Settembre 2022 | Palazzo Reale, Milano


DAVID LACHAPELLE. I believe in miracles

Un percorso di ricerca artistica che dura da una vita e che racconta un David LaChapelle inedito e, per certi versi, inaspettato.
In mostra oltre 90 opere che si dipanano in un racconto fluido e ricchissimo di suggestioni.

22 aprile 2022 – 11 settembre 2022 | Mudec, Milano

MOSTRE A VENEZIA

DA DONATELLO A ALESSANDRO VITTORIA, 1450 – 1600
150 anni di scultura nella Repubblica di Venezia

La prima grande mostra veneziana dedicata alla scultura veneta.
Allestita al piano nobile del palazzo, si concentra sul dialogo tra diverse opere di maestri che hanno lavorato a Venezia e nei territori della Repubblica tra il XV e il XVII secolo, quali Donatello, Antonio Rizzo, Pietro, Tullio e Antonio Lombardo fino a Jacopo Sansovino e Alessandro Vittoria, proponendo, oltre a opere già note al grande pubblico, alcune sculture mai viste in contesti museali.

22 aprile – 30 ottobre 2022 | Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro, Venezia


Surrealismo e magia. La modernità incantata

Una mostra sul rapporto tra il surrealismo e la magia. La prima grande mostra interamente dedicata all’interesse nutrito dai surrealisti per la magia, la mitologia e l’esoterismo.
Un grande progetto internazionale che dopo Venezia farà tappa in Germania.

9 aprile – 26 settembre 2022 | Collezione Peggy Guggenheim, Venezia


AFRO 1950-1970 Dall’Italia all’America e ritorno / From Italy to America and back

Nell’ambito di MUVE Contemporaneo presenta una mostra dedicata ad Afro, uno dei grandi protagonisti della pittura italiana del secondo Novecento.

21 aprile – 23 ottobre 2022 | Ca’ Pesaro


Es-senze

Un gruppo di artisti protagonisti della stagione creativa tra la nascita del nuovo millennio e oggi, che individuano nel profumo e nell’olfatto i motivi di ispirazione per le loro creazioni, autori diversi per cultura e sintassi ma associati da un comune orientamento che li induce a esplorare, ciascuno a proprio modo, una dimensione creativa alternativa a quelle consuete.

Dal 21 aprile al 11 settembre 2022 | Museo di Palazzo Mocenigo


Anselm Kiefer
Questi scritti, quando verranno bruciati, daranno finalmente un po’ di luce”

L’arte contemporanea entra a Palazzo Ducale con l’attesa installazione di Anselm Kiefer, fra i massimi artisti viventi.
Tutti i dettagli nel post che ho dedicato alla mostra di Kiefer a Venezia.

Dal 26 marzo al 29 ottobre 2022 | Palazzo Ducale

MOSTRE A TREVISO

CANOVA, GLORIA TREVIGIANA. Dalla bellezza classica all’annuncio romantico

Le immortali effigi di Amore e Psiche e della Venere Italica sono esposte accanto ai calchi della mano e del volto di colui che le ha create. Ad aprire una sequenza di materiali canoviani che, raramente sono usciti dalle segrete stanze dei Civici Musei.

14 Maggio 2022 – 25 Settembre 2022 | Treviso, museo Bailo, Sala Canova


L’OTTOCENTO SVELATO. Da Canova al Romanticismo storico

Le immortali effigi di Amore e Psiche e della Venere Italica sono esposte accanto ai calchi della mano e del volto di colui che le ha create. Ad aprire una sequenza di materiali canoviani che, raramente sono usciti dalle segrete stanze dei Civici Musei. Tra essi, il prezioso bozzetto delle Tre Grazie, dove a ben guardare si potrebbero scoprire le impronte del maestro.

In mostra anche le celebri e rare incisioni di Antonio Canova.

25 Marzo 2022 – 26 Giugno 2022 | Museo Bailo, Sala Canova, Treviso

MOSTRE A TRENTO

La forza del vero. I Pittori moderni della realtà

Nel biennio 1947-1949 i Pittori moderni della realtà si schierano contro gli esiti del modernismo e gli “abbagli” dell’École de Paris, in difesa della grande tradizione pittorica italiana. Il gruppo è costituito da Gregorio Sciltian, Pietro Annigoni, Antonio e Xavier Bueno al quale si aggiungono successivamente Giovanni Acci, Carlo Guarienti e Alfredo Serri. Cinque le mostre organizzate in breve tempo tra Milano, Firenze, Modena e Roma.
Ciò che accomuna i Pittori moderni della realtà è il desiderio di una rinascita della pittura che corrisponde a una parallela rinascita dell’umanità dopo la distruzione, le privazioni e la sofferenza del recente conflitto mondiale.

15 Maggio – 18 Settembre 2022 | Mart, Trento


Eccentrici, Apocalittici, Pop. Inferno e delizia nell’arte contemporanea

Prosegue l’indagine della Galleria Civica sulla pittura contemporanea in Italia. Dopo “Ciò che vedo”, la mostra sulla pittura figurativa, è la volta del Pop Surrealismo: un fenomeno bottom up (che nasce ed emerge dal basso), in antitesi all’arte contemporanea più istituzionale, ed è oggi molto apprezzato dal mercato e dai collezionisti.
In mostra il lavoro di pittori e writer attivi sulla scena italiana che, a partire dal nuovo millennio, hanno raccolto e interpretato le istanze di quella che ormai è diventata una tendenza globale.

19 Giugno – 2 Ottobre 2022 | Gallleria Civica di Trento


Banksy. L’artista del presente. An unauthorized exhibition

L’esposizione propone un Banksy rigorosamente non commerciale, trattandolo per la prima volta come se fosse uno dei grandi artisti classici. In mostra le opere più famose ed enigmatiche, immagini e forme di inaudita potenza etica, evocativa e tematica, una selezione delle serigrafie diventate un must-have tra i collezionisti internazionali, veri e propri oggetti devozionali che delineano i protagonisti dell’immaginario banksiano. Sono queste le immagini che hanno decretato il successo planetario di un artista tra i più complessi, geniali e intuitivi del nostro secolo.

19 Giugno – 11 Settembre 2022 | Palazzo delle Albere, Trento


FEDE GALIZIA. Mirabile pittoressa

Quando anche le donne si misero a dipingere, o meglio venne loro riconosciuto il diritto a farlo, Fede Galizia fu tra le prime ad ottenere riconoscimento e successo internazionali. Ottenne incarichi di norma riservate solo ai maschi. A Milano, dove la famiglia era arrivata dal Trentino, sino alla corte praghese di Rodolfo II. Naturalmente soggetti sacri e storici ma anche ritratti e nature morte. E sono proprio queste ultime ad averle portato forse la maggior fama. Una di queste piccole opere recentemente è stata venduta ad un’asta londinese a 2 milioni e 100 mila euro.

3 Luglio 2021 – 24 Ottobre 2022 | Trento, Castello del Buonconsiglio

MOSTRE A BOLOGNA

La quadreria del Castello. Pittura emiliana nella collezione di Michelangelo Poletti

Dal 7 aprile, la mostra, curata da Angelo Mazza, darà vita a un excursus sulla pittura emiliana dalla fine del ‘400 sino al primo ‘800, presentando importanti opere mai esposte prima d’ora. Gli oltre 80 dipinti selezionati per l’occasione consentiranno inoltre di ricreare connessioni inedite tra le opere presenti nella collezione Poletti e la storia artistica di Palazzo Fava.

7 aprile – 24 luglio 2022 | Palazzo Fava. Palazzo della Esposizioni, Bologna


Sekhmet, la Potente. Una leonessa in città

Il pantheon egizio conta numerose divinità femminili associate al culto solare e una di queste è Sekhmet, la Potente.
L’iniziativa è resa possibile dalla generosa collaborazione con cui il Museo Egizio di Torino ha concesso in prestito uno dei suoi capolavori più rappresentativi: una statua colossale di Sekhmet, materializzazione terrestre della temibile divinità egizia con testa di leonessa e corpo di donna, di cui il museo torinese conserva una delle più grandi collezioni al di fuori dell’Egitto, composta da 21 esemplari.

  • Nel post speciale che ho dedicato alla mostra ci sono tutte le informazioni sull’evento  dedicato a Sekhmet, la Potente.

Dal 7 luglio 2021 al 31 dicembre 2023 | Museo Archeologico, Bologna 

MOSTRE A FERRARA

De Pisis. Il silenzio delle cose

Il dipinto Natura morta marina con peperoni, una melanzana e una conchiglia, realizzato nel 1946, è stato acquistato dal Ministero della Cul- tura e concesso in deposito al Museo “Filippo de Pisis”. La tela dialoga con una selezione di opere appartenenti alle collezioni civiche che rappre- sentano variazioni sul tema della natura morta marina in cui De Pisis concilia le sue riflessioni metafisiche – maturate a seguito dei contatti con De Chirico e Carrà – con quell’attaccamento alla realtà dei sentimenti e delle cose sviluppato leggendo, tra gli altri, Pascoli, Govoni, Palazze- schi e Comisso.

Fino al 2 giugno 2022 | Castello Estense, Ferrara


Fakes. Da Alceo Dossena ai falsi Modigliani

La mostra approfondisce l’appassionante capi- tolo del falso nell’arte attraverso i capolavori del cremonese Alceo Dossena (1878 – 1937), formi- dabile creatore di sculture nello stile dei greci e degli etruschi e dei più grandi maestri italiani del Trecento e del Rinascimento.

7 Aprile – 31 Luglio 2022 | Palazzo Bonacossi, Ferrara


Omaggio ad Antonioni 1912-2022 Suggestioni ferraresi

Questa rassegna ha un duplice intento: da un lato offrire uno spaccato sulle ricerche degli artisti ferraresi, dai più affermati, come Zanni, Bonora, Guidi, Camerani, ai più giovani ed emergenti; dall’altro celebrare i 110 anni dalla nascita di Michelangelo Antonioni nel luogo, il Padiglione d’Arte Contemporanea, che presto diventerà il nuovo museo dedicato al grande cineasta ferrarese. Gli artisti sono stati invitati a cimentarsi su un tema specifico, Antonioni e le suggestioni che ad ognuno di essi hanno ispirato il suo cinema, le sue opere, la sua vita, producendo un lavoro appositamente per questa mostra.

10 Giugno – 10 Luglio 2022 | Padiglione d’Arte Contemporanea, Ferrara


Augusto Daolio

Fondatore e voce dei Nomadi, Augusto Daolio è stato anche un eccellente pittore e disegnatore. «La musica» affermava «la coltivo come mez-
zo sociale per comunicare con gli altri: ansie, rabbia, amore, idee e progetti. La pittura per scavare dentro me, per interrogarmi, per lo stu- pore, la meraviglia e il segreto». L’artista illustra un mondo onirico e magico, fortemente evoca- tivo e simbolico, dove emerge in particolare il tema della convivenza tra uomo e natura. Realtà e fantasia si fondono in immagini nitide e ricche di particolari che testimoniano una personale riflessione sul senso profondo dell’esistenza dell’uomo e sulla sua posizione nel creato.

18 Giugno – 11 Settembre 2022 | Palazzina Marfisa d’Este, Ferrara

MOSTRE A PARMA

LUCIO FONTANA. Autoritratto

Una grande esposizione che segue un percorso antologico, ma non dogmatico, con lavori che toccano i momenti salienti e peculiari della ricerca di Lucio Fontana.

12 Marzo – 03 Luglio 2022 | Mamiano di Traversetolo – Parma, Fondazione Magnani-Rocca

MOSTRE A PONTEDERA (PI)

ANDY WARHOL. Icons!

Al PALP Palazzo Pretorio di Pontedera – dal 10 novembre 2021 al 20 marzo 2022 – oltre 140 opere di Andy Warhol raccontano la storia del più pungente interprete della società di massa, testimone variopinto delle icone del suo tempo.

10 novembre 2021 – 20 marzo 2022 | PALP Palazzo Pretorio, Pontedera (PI)

MOSTRE A FIRENZE

Bonelli story

Tex Willer, Piccolo Ranger, Zagor, Dylan Dog, Nathan Never e Dragonero sono solamente alcuni dei più noti e longevi personaggi del fumetto italiano, entrati nell’immaginario collettivo grazie al nome Bonelli, da sempre sinonimo di Avventura.
Non solo una Casa Editrice: la Bonelli, insieme a centinaia di collaboratori ha portato in edicola, in fumetteria e in libreria oltre duecento testate. Una storia sorprendente, fatta di persone e personaggi, fumetti e fumettari, di dietro le quinte e colpi di scena per rimanere sempre al fianco dei lettori, nonostante i mutamenti di costume e cambiamenti epocali.

Dal 1° giugno al 18 settembre 2022 |Museo degli Innocenti,Firenze


Michelangelo: l’effigie in bronzo di Daniele da Volterra

La Galleria dell’Accademia di Firenze ospita la mostra “Michelangelo: l’effigie in bronzo di Daniele da Volterra“, a cura di Cecilie Hollberg, realizzata con la sponsorizzazione di Intesa Sanpaolo – con i musei Gallerie d’Italia, e Intesa Sanpaolo Innovation Center.
Per la prima volta sono esposti in un’unica sede i nove busti in bronzo di Michelangelo, attribuiti a Daniele da Volterra.

Dal 15 febbraio al 19 giugno 2022 | Galleria dell’Accademia di Firenze


Donatello, il Rinascimento

Dal 19 marzo 2022 la Fondazione Palazzo Strozzi e i Musei del Bargello presentano Donatello, il Rinascimento, una mostra storica e irripetibile che mira a ricostruire il percorso eccezionale di uno dei maestri più importanti e influenti dell’arte italiana di tutti i tempi, a confronto con capolavori di artisti a lui contemporanei quali Brunelleschi e Masaccio, Mantegna e Giovanni Bellini, ma anche successivi come Raffaello e Michelangelo.

  • Per saperne di più leggi il post dedicato alle opere di Donatello dove trovi anche i dettagli della mostra,

Dal 19 marzo al 31 luglio 2022 | Palazzo Strozzi e Museo Nazionale del Bargello, Firenze

MOSTRE A GUBBIO

Federico da Montefeltro e Gubbio.
Lì è tucto el core nostro et tucta l’anima nostra

Gubbio partecipa alle celebrazioni dei 600 anni dalla nascita del duca Federico da Montefeltro che ha avuto i natali, secondo più biografi, in questa città il 7 giugno 1422.
L’esposizione, a cura di Francesco Paolo Di Teodoro con Lucia Bertolini, Patrizia Castelli e Fulvio Cervini, accende i riflettori su questo illustre personaggio della storia italiana, grande condottiero, capitano di ventura e uno dei principali mecenati del Rinascimento.
La mostra ripercorre i momenti gloriosi vissuti dalla città di Federico e del figlio Guidubaldo, l’ultimo dei Montefeltro, dalla nascita del duca nel 1422 alla morte di Guidubaldo nel 1508.

Dal 20 giugno al 2 ottobre 2022 | Palazzo Ducale, Palazzo dei Consoli, Museo Diocesano – Gubbio (Pg)

MOSTRE A ROMA

CRAZY La follia nell’arte contemporanea

21 artisti di rilievo internazionale, più di 11 installazioni site-specific inedite: per la prima volta le opere d’arte invaderanno gli spazi esterni e interni del Chiostro del Bramante di Roma, perché la follia non può avere limiti.

Dal 19 Febbraio 2022 al 08 Gennaio 2023 | Chiostro del Bramante, Roma


[E]MOTION. Op Art, Arte Cinetica e Light Art dalla Collezione Würth

In mostra 35 opere, appartenenti alla Collezione Würth, che coprono un arco temporale che dal 1953 si estende al 2012, approfondendo uno dei filoni alternativi più interessanti della produzione artistica del XX secolo, quello costituito dalla triade Op Art, Arte Cinetica e Light Art.
[E]MOTION vuole essere un viaggio tra le pieghe dell’Arte Cinetica, Op e Light Art che hanno saputo volgere lo sguardo alla partecipazione diretta del pubblico, indagando le potenzialità di luce, spazio, colore, prospettiva e, soprattutto, movimento.

Dal 10 maggio 2021 al 8 ottobre 2022 | Art Forum Würth Capena (Roma)


Cursus honorum. Il governo di Roma prima di Cesare

Protagonisti di questo racconto sono cinque personaggi anonimi raffigurati da altrettante statue che fungono da narratori di eccezione: quattro sono figure maschili a cui si aggiunge una voce diversa, una figura femminile, che rappresenta una realtà altrimenti assente in una società inevitabilmente dominata dagli uomini.
Con l’aiuto di queste guide particolari, ai visitatori saranno ricordati episodi di guerra e conquiste che segnarono tappe fondamentali nella storia dell’espansione di Roma: esempio di spicco è la prima vittoria navale sui Cartaginesi nelle acque di Milazzo, ricordata dalla Colonna Rostrata eretta in onore del console Gaio Duilio.

Dal 24 Marzo 2022 al 2 Ottobre 2022 | Musei Capitolini, Roma

Klimt | mostre Roma

Archivio mostre

L’archivio con le mostre 2022 in Italia già terminate e tutti i link per approfondire e saperne di più.

Andy is back

Al Palazzo delle Arti di Napoli, dal 16 aprile al 31 luglio, apre la mostra “Andy is back”, prodotta da Navigare srl e curata da Edoardo Falcioni per Art Motors con il patrocinio del Comune di Napoli.
Un percorso con oltre 130 tra disegni,
oggetti autografati, serigrafie, fotografie, provenienti da collezioni private, oltre alla ricostruzione della celebre Silver Factory newyorkese.

16 aprile – 31 luglio 2022 | PAN Palazzo delle Arti di Napoli


ALESSANDRIA IL NOVECENTO.
Da Pellizza a Carrà una storia di artisti

Un’esposizione che vuole raccontare il contributo dato dagli artisti nati ad Alessandria e nella provincia alla storia dell’arte italiana del secolo scorso: una storia inedita in cui si sono avvicendate nell’arco di pochi decenni nuove forme espressive e rivoluzionarie situazioni culturali.

Dall’11 dicembre 2021 al 13 marzo 2022 | Palazzo del MonferratoAlessandria


Monet e gli impressionisti in Normandia

Al Museo Revoltella di Trieste un eccezionale corpus di oltre 70 opere che racconta il movimento impressionista e i suoi stretti legami con la Normandia.
Sul palcoscenico di questa terra, pittori come Monet, Renoir, Delacroix e Courbet – in mostra insieme a molti altri – colgono l’immediatezza e la vitalità del paesaggio imprimendo sulla tela gli umori del cielo, lo scintillio dell’acqua e le valli verdeggianti della Normandia, culla dell’Impressionismo.

4 febbraio – 5 giugno 2022 | Museo Revoltella, Trieste


Punto, linea e superficie
Kandinsky e le avanguardie

La mostra, a cura di Elisabetta Barisoni, il cui titolo “Punto, linea e superficie” è tratto da un celebre libro scritto da Kandinsky nel 1926, uno dei testi capitali della moderna teoria dell’arte, propone quaranta opere di grandi artisti delle Collezioni di Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte moderna, fra le quali alcune eccezionali degli anni Venti e Trenta del padre dell’astrattismo, in un percorso espositivo suddiviso in quattro sezioni.

18 dicembre 2021- 2 maggio 2022Galleria Comunale d’Arte Contemporanea, Monfalcone


Paesi vaghissimi. Giuseppe Zola e la pittura di paesaggio

L’esposizione è dedicata a Giuseppe Zola (Brescia, 1672 – Ferrara, 1743), pittore originario di Brescia, giunto giovanissimo a Ferrara dove svolge tutta la sua attività. Considerato maestro nella pittura di paesaggio, l’artista fu in grado di ritagliarsi una posizione rilevante presso la borghesia e la nobiltà estense per le quali produce una considerevole quantità di paesaggi destinati a impreziosire saloni e gallerie.

Dal 10 dicembre 2021 al 13 marzo 2022 | “La Galleria. Collezione e Archivio Storico” di BPER Banca, Modena


DAI ROMANTICI A SEGANTINI. Storie di lune e poi di sguardi e montagne. Capolavori dalla Fondazione Oskar Reinhart

E’ un inno alla natura la nuova mostra padovana di Marco Goldin. Un viaggio nuovo e affascinante attraverso opere di grande bellezza, entro una pittura che dalla strepitosa modernità dei paesaggi di fine Settecento in Svizzera di Caspar Wolf, che quasi anticipa Turner, arriva fino a Segantini.

29 Gennaio 2022 – 05 Giugno 2022 | Centro San Gaetano, Padova


Gribouillage / Scarabocchio. Da Leonardo da Vinci a Cy Twombly

Con circa 300 opere originali che vanno dal Rinascimento all’epoca contemporanea, questa mostra mette in luce uno degli aspetti più sconosciuti e meno controllati della pratica del disegno.
Affrontando le molteplici sfaccettature dello scarabocchiare in ambito artistico, dagli schizzi imbrattati sul retro dei dipinti agli scarabocchi che diventano vera e propria opera, l’esposizione mostra come queste pratiche grafiche sperimentali, trasgressive, regressive e liberatorie, che sembrano non obbedire a nessuna regola, hanno da sempre scandito la storia della creazione artistica.

La mostra si sviluppa in due eventi successivi, entrambi inediti e complementari, uno a Roma e l’altro a Parigi: il primo a Villa Medici, dal 3 marzo al 22 maggio 2022; il secondo ai Beaux-Arts di Parigi dal 19 ottobre 2022 al 15 gennaio 2023.

Dal 3 marzo al 22 maggio 2022 | Villa Medici, Roma


Klimt

A Palazzo Braschi di Roma, una mostra incredibile, con oltre 200 opere provenienti dal Museo Belvedere di Vienna e della Klimt Foundation.
Un evento imperdibile!

  • Per saperne di più sulla mostra, che fa parte di un più ampio progetto dedicato a Klimt ti consiglio di leggere Klimt in mostra a Roma, dove trovi tutti i dettagli.

Dal 27 ottobre 2021 al 27 marzo 2022 | Palazzo Braschi, Roma


Una rivoluzione silenziosa. Plautilla Bricci, pittrice e architettrice 

Le Gallerie Nazionali di Arte Antica presentano la prima mostra personale dedicata alla pittrice e architetta Plautilla Bricci (Roma, 1616 – pos1690), portata di recente alla ribalta da Melania Mazzucco col romanzo L’architettrice (Einaudi, 2019). La mostra riunisce per la prima volta l’intera produzione grafica e pittorica dell’artista, presentando un Ritratto di architettrice (probabile effigie della Bricci), accanto a capolavori anch’essi inediti o poco conosciuti dei maestri a lei più vicini.

5 novembre 2021 – 19 aprile 2022Gallerie Nazionali di Arte Antica – Palazzo Barberini, Roma


VENETIA 1600 Nascite e rinascite

Le vicende della Serenissima, i suoi innumerevoli momenti di crisi e rotture, le fasi di rigenerazione e rinnovamento, descritte in una mostra che presenta le opere dei massimi artisti, architetti e uomini di lettere che hanno lavorato a Venezia nell’arco di quasi un millennio.

  • Nel post Venezia. 1600 trovi tutte le informazioni sulla mostra.

4 settembre 2021 – 5 giugno 2022 |Palazzo Ducale – Appartamento del Doge, Venezia


PIET MONDRIAN
Dalla figurazione all’astrazione

La mostra porta per la prima volta a Milano un progetto espositivo interamente dedicato all’artista olandese e al processo evolutivo artistico che lo portò dalla figurazione all’astrazione, dalla tradizione del paesaggio olandese allo sviluppo del suo stile unico, che l’ha reso inconfondibile e universalmente celebre.

24 novembre 2021 – 27 marzo 2022 | Mudec, Milano


TIZIANO E L’IMMAGINE DELLA DONNA NEL CINQUECENTO VENEZIANO

Oltre un centinaio le opere esposte di cui 47 dipinti, 16 di Tiziano, molti dei quali in prestito dal Kunsthistorisches Museum di Vienna, cui si aggiungono sculture, oggetti di arte applicata come gioielli, una creazione omaggio di Roberto Capucci a Isabella d’Este (1994), libri e grafica.
L’esposizione – afferma la curatrice – aspira a riflettere sul ruolo dominante della donna nella pittura veneziana del XVI secolo, che non ha eguali nella storia della Repubblica o di altre aree della cultura europea del periodo.

  • Per maggiori informazioni sulla mostra leggi anche il post dedicato alle donne di Tiziano.

23 febbraio – 5 giugno 2022 | Palazzo Reale, Milano


Caravaggio e Artemisia: la sfida di Giuditta.
Violenza e seduzione nella pittura tra Cinquecento e Seicento 

L’esposizione, ospitata nello spazio mostre di Palazzo Barberini, accende i riflettori sulla celeberrima tela di Caravaggio a settant’anni dalla sua riscoperta e a cinquanta dall’acquisizione da parte dello Stato Italiano.
“Giuditta decapita Oloferne” è tra le più famose e acclamate opere del Merisi, grazie alla potenza della rappresentazione e alla forza emanata dai tre protagonisti. Fu riscoperta nel 1951 da Pico Cellini, uno dei massimi restauratori del Novecento.

Dal 26 novembre 2021 al 27 marzo 2022 | Gallerie Nazionali di Arte Antica – Palazzo Barberini, Roma


Dante a Palazzo Reale

In occasione del settimo centenario della morte di Dante Alighieri il Palazzo Reale di Napoli celebra il Sommo Poeta con una mostra incentrata su tre tele raffiguranti episodi della Divina Commedia, eseguite tra il 1863 e il 1865 dal pittore Tommaso De Vivo, allestita negli spazi della cosiddetta “Galleria del Genovese”, dal 3 dicembre 2021 al 1° marzo 2022.

3 dicembre 2021 – 1 marzo 2022 | Palazzo Reale di Napoli


ANTONIO CANOVA E BOLOGNA
Alle origini della Pinacoteca

Un percorso espositivo che vuole approfondire il tema dei rapporti tra Antonio Canova (1757-1822) e la città di Bologna, le sue istituzioni ed i suoi artisti, evidenziando inoltre il ruolo dello scultore nella storia della collezione della Pinacoteca. Il maestro del Neoclassicismo italiano contribuì infatti ad operazioni diplomatiche di straordinaria rilevanza per il patrimonio artistico della città, recuperandolo in larga parte dalla Francia, dove era stato accumulato dopo le spoliazioni napoleoniche.

Dal 4 dicembre 2021 al 20 febbraio 2022 | Pinacoteca Nazionale, Bologna


Magistretti Revisited

Una mostra ispirata al gioco delle scatole cinesi che vuole raccontare il lavoro di
Vico, architetto e designer, nel suo studio milanese e il suo legame con la città.
Ad accompagnare i visitatori in questo percorso di rievocazione sono le parole di
Magistretti (tratte da interviste, appunti, relazioni) presentate come l’ingrandimento
delle pagine di un suo taccuino, come se l’allestimento diventasse un grande
quaderno d’appunti nel quale immergersi.

Dal 18 maggio 2021 al 24 febbraio 2022 | Fondazione Vico Magistretti, Milano

  • La mostra sarà aperta al pubblico (max 5 visitatori contemporaneamente) con gli
    orari abituali, ma la visita sarà SOLO SU PRENOTAZIONE.
    Per informazioni e prenotazioni www.vicomagistretti.it/il-museo/contatti

MONET. Dal Musèe Marmottan Manet, Parigi

Oltre 50 opere di Monet in mostra a Milano per ripercorrere l’intera parabola artistica del Maestro impressionista, letta attraverso le opere che l’artista stesso considerava fondamentali, tanto da custodirle gelosamente nella sua abitazione di Giverny; opere che lui stesso non volle mai vendere e che ci raccontano le più grandi emozioni legate al suo genio artistico.

  • Per saperne di più sulla mostra e le opere esposte leggi anche l’approfondimento sull’evento dedicato alle opere di Monet a Milano.

18 settembre 2021 – 30 gennaio 2022 | Palazzo Reale, Milano


Frida Kahlo – Il Caos Dentro

Punta tutto sull’incanto e le suggestioni della tecnologia interattiva 10D e dei dipinti animati questa mostra multimediale dedicata a Frida Kahlo.
Ad arricchire la mostra, non solo effetti speciali. L’amorevole indagine sul vorticoso mondo di Frida, in diverse fasi della sua vita, propone anche la ricostruzione di alcuni ambienti di Casa Azul, dove Frida visse, e numerosi tesori provenienti da collezioni pubbliche e private

Dall’11 settembre 2021 al 9 gennaio 2022 presso Palazzo Fondi a Napoli.


Inferno

La grande mostra, curata da Jean Clair, per le celebrazioni del settecentesimo anniversario della morte di Dante Alighieri.
Le 10 sale delle Scuderie illustreranno il viaggio dantesco nelle sue rappresentazioni succedutesi nei secoli, dalle opere medievali, con la loro iconografia strutturata e orrifica, al Rinascimento e al Barocco, dal tormento delle tele romantiche alle interpretazioni psicoanalitiche del Novecento.

Dal 5 ottobre 2021 al 9 gennaio 2022 | Scuderie del Quirinale, Roma.


Opera: il palcoscenico della società

La mostra esplora il rapporto biunivoco fra opera e società: 514 i pezzi esposti tra quadri, volumi antichi, stampe, fotografie, libretti, riviste, documenti d’archivio, costumi, oggetti di scena e materiali audiovisivi e sonori, provenienti da 75 prestatori pubblici e privati.

Dal 18 settembre 2021 al 13 gennaio 2022 | Palazzo del Governatore, Parma

Vuoi inserire una mostra da segnalare in questa lista?
Scrivimi una mail (artpostblog@gmail.com) e inviami il comunicato stampa e le immagini dell’evento. Se la redazione lo riterrà interessante per i lettori certamente lo vedrai in questa pagina.
Se invece vuoi che pubblichi anche un post (come questo) per raccontare i dettagli della mostra allora mi dovrai spiegare esattamente cosa ti serve e io ti darò istruzioni su come procedere.

 

Condividi su

4 pensieri su “Mostre 2022 in Italia: calendario mostre d’arte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *