Le opere d’arte a Venezia: i capolavori imperdibili

opere d'arte | da vedere a Venezia

OPERE D’ARTE A VENEZIA: I CAPOLAVORI IMPERDIBILI

Quali sono le opere d’arte a Venezia che non puoi assolutamente perdere?
In questo post ho inserito i capolavori imperdibili che ti portando alla scoperta della città, dei suoi musei e dei suoi palazzi.
Andare alla scoperta di Venezia per cercare le sue opere più importanti sarà come giocare a una caccia al tesoro, in cui il premio è la bellezza che riempirà i tuoi occhi.

Sei pronto per scoprire le meraviglie di Venezia?
Si parte!

Le opere d’arte a Venezia da non perdere

Giorgione | Tempesta

Giorgione, la Tempesta – Gallerie dell’Accademia di Venezia

LA TEMPESTA DI GIORGIONE

Le Gallerie dell’Accademia di Venezia custodiscono molte opere d’arte ma la più affascinante e misteriosa è certamente la Tempesta di Giorgione.
Ricca di simboli, ancora tutti da scoprire, non è possibile stabilire con certezza se si tratti di un soggetto biblico, mitologico o allegorico.
Nonostante molti studiosi abbiano cercato di interpretare il dipinto, non è possibile capire che cosa rappresenti esattamente e alcuni, infatti, ritengono sia semplicemente un paesaggio con una tempesta che si avvicina minacciosa.

DEDALO E ICARO DI ANOTONIO CANOVA

Tra le opere d’arte a Venezia che assolutamente non si possono perdere c’è la più bella tra le sculture giovanili di Canova, realizzata quando l’artista aveva solo 27 anni e esposta al Museo Correr.
Grazie al denaro guadagnato con questa commissione Canova riuscì a partire per Roma per osservare da vicino le opere classiche e completare la sua formazione.
Per saperne di più su quest’opera e la sua storia leggi il post che ho dedicato proprio a Dedalo e Icaro di Antonio Canova.

IL CICLO DI AFFRESCHI DI TINTORETTO PRESSO LA SCUOLA GRANDE DI SAN ROCCO

La Scuola Grande di San Rocco custodisce il ciclo pittorico più grande e importante che ci sia a Venezia e uno dei luoghi imperdibili dove trovare le opere di Tintoretto a Venezia.
Si compone di più di 60 i dipinti realizzati nell’arco di più di vent’anni. Il primo di essi è il tondo che rappresenta “San Rocco in Gloria” (1564), che si trova sul soffitto della Sala dell’Albergo e fu donato da Tintoretto come segno di devozione.

Tintoretto | San Rocco in Gloria

Tintoretto, San Rocco in Gloria – Scuola Grande di San Rocco, Venezia.

PRESENTAZIONE DI GESU’ AL TEMPIO DI GIOVANNI BELLINI

Tra le opere d’arte a Venezia da vedere non poteva mancare un dipinto di di Giovanni Bellini: la “Presentazione di Gesù al tempio” (1460 circa), conservato presso la Fondazione Querini Stampalia.
La scena è collocata all’interno di una cornice marmorea, che i protagonisti principali usano per appoggiarsi e che crea un filtro tra spazio reale e spazio dipinto.
Andrea Mantegna, che aveva spostato la sorella di Bellini, realizza lo stesso identico dipinto nello stesso periodo, quasi come i due artisti avessero gareggiato dipingendo lo stesso soggetto.

PALA PESARO DI TIZIANO

Nella chiesa veneziana dei Frari si trova una grande pala d’altare, commissionata a Tiziano da Jacopo Pesaro nel 1518.
Si tratta di una celebrazione del committente, che compare in ginocchio ai piedi di Maria, ma è anche uno strepitoso gruppo di ritratti della famiglia Pesaro.
In basso a destra un ragazzo osserva fuori dal dipinto. Si tratta di Antonio, figlio di Jacopo, erede della famiglia.

NETTUNO OFFRE DONI A VENEZIA

Giambattista Tiepolo tra il 1740 e il 1745 realizza un dipinto che celebra Venezia, descritta come una ricca dama, mentre riceve i doni del dio Nettuno, con accanto il leone di San Marco, simbolo della città.
L’opera è conservata all’interno del Palazzo Ducale di Venezia.

Giambattista Tiepolo | Venezia riceve i doni di Nettuno

Giambattista Tiepolo – Venezia riceve l’omaggio di Nettuno – 1745-50

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *