Pinacoteca di Brera opere: i capolavori da vedere

Pinacoteca di Brera opere

PINACOTECA DI BRERA OPERE: COSA VEDERE ASSOLUTAMENTE

La Pinacoteca di Brera, opere e artisti di una delle collezioni d’arte più belle d’Italia e del museo più importante di Milano. Una meta imperdibile per chi ama l’arte ma soprattutto per tutti coloro che vogliono visitare la città di Milano e non perdersi assolutamente le opere d’arte che custodisce. 

Il percorso che porta alla scoperta delle opere della Pinacoteca di Brera è composto da trentotto sale e praticamente è in grado di descrivere l’evoluzione dell’arte occidentale attraverso i secoli.
Tuttavia, ci sono alcune opere che sono imperdibili e vale la pena programmare, nel corso della visita, di soffermarsi per cinque minuti in più davanti ai grandi capolavori di questo museo.
Ecco perchè ho deciso di fare una lista delle opere davvero imperdibili.

Pinacoteca di Brera opere: i capolavori da non perdere

Andrea Mantegna | Cristo Morto

Andrea Mantegna, Cristo Morto

PINACOTECA DI BRERA OPERE D’ARTE DA VEDERE

Prima di iniziare la visita alla Pinacoteca di Brera è necessario sapere che al suo interno si trova una collezione di opere d’arte che comprende secoli di storia.
Il primo nucleo della raccolta è formato da opere che servivano per l’istruzione gli allievi dell’Accademia di Belle Arti, ma ai primi anni dell’Ottocento Napoleone aggiunse i capolavori provenienti dalle chiese e dai palazzi della Lombardia, trasformando la Pinacoteca di Brera in uno dei musei italiani più importanti.
Ecco perché questo è uno di quei musei che non manca mai in ogni guida di Milano che si rispetti e compare anche tra le 10 cose da vedere assolutamente a Milano in un recente articolo pubblicato su Travel365.it.

Ecco le opere che non puoi perdere assolutamente !

Cristo Morto di Andrea Mantegna
Lo scorcio più famoso della storia dell’arte e il capolavoro più famoso di Andrea Mantegna. 
Nessuno può rimanere indifferente davanti a questo dipinto in cui lo spettatore è catapultato dentro la scena, grazie ad un punto di vista originale che fornisce l’illusione di stare realmente ai piedi del Cristo Morto.
Per la descrizione e il significato dell’opera ti consiglio di leggere il post il Cristo Morto di Mantegna: perchè è un capolavoro e dove si trova anche se ovviamente il mio consiglio è di andarlo a vedere il prima possibile presso la Pinacoteca di Brera.

Ritrovamento del corpo di San Marco di Tintoretto
Questo dipinto è una parte del ciclo di tre opere che Tintoretto ha realizzato per la Scuola Grande di San Marco a Venezia.
Il quadro descrive il momento in cui viene ritrovato il corpo di San Marco, poi trasportato a Venezia per essere custodito nella Basilica di San Marco.
La scena è movimentata e il dipinto è uno dei capolavori di Tintoretto che, grazie all’uso di colori scuri, di un punto di fuga collocato in fondo a sinistra e di bagliori di luce, rende la scena dinamica.

Tintoretto | Ritrovamento corpo di San Marco

Tintoretto, Ritrovamento corpo di San Marco

Pala di Brera di Piero della Francesca
Ho già descritto la Pala di Brea di Piero della Francesca, nota anche come Pala Montefeltro o anche come Sacra Conversazione.
Si tratta del capolavoro della pittura rinascimentale ed è il manifesto dell’umanesimo matematico, che con la prospettiva e le perfette proporzioni rappresentava il mondo. 
L’opera si trova presso la Pinacoteca di Brera dal 1811 ed è una vera emozione ammirarla!

Piero della Francesca | Pala Brera

Piero della Francesca, Pala di Brera (dettaglio)

Sposalizio della Vergine di Raffaello
L’opera fu realizzata da Raffaello come pala d’altare per la cappella di San Giuseppe nella chiesa di San Francesco a Città di Castello.
La scena descrive il matrimonio di Maria e Giuseppe all’interno di un paesaggio in cui ogni elemento ha il suo posto preciso e dove tutto è perfetto e armonico.
Si tratta di una composizione geometrica rigorosa, che l’artista realizza ispirandosi ad un dipinto simile di Perugino.

Raffaello | Sposalizio della Vergine

Raffaello, Sposalizio della Vergine

Il Bacio di Francesco Hayez
Una delle opere della Pinacoteca di Brera che assolutamente bisogna vedere è il Bacio di Hayez, un dipinto che è impossibile non amare.
L’artista è considerato il massimo esponente del Romanticismo europeo e con questo tenero bacio ha realizzato il “manifesto” del Risorgimento italiano.
La scena possiede tutta la teatralità e il trasporto emotivo necessari per travolgere chiunque la osservi.

Francesco Hayez | il Bacio

Francesco Hayez, Il Bacio (dettaglio)

PINACOTECA DI BRERA: INFORMAZIONI UTILI, ORARI E BIGLIETTI

Per visitare la Pinacoteca di Brera devi ritagliarti almeno due ore di tempo.
Nel post Pinacoteca di Brera: cosa vedere e come arrivare trovi tutte le informazioni pratiche per arrivare al museo, prenotare i biglietti d’ingresso e magari riservare una visita guidata.

 

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *