Cosa vedere a Bruges in un giorno: musei e luoghi imperdibili

Bruges

COSA VEDERE A BRUGES IN UN GIORNO: ARTE, MUSEI E LUOGHI IMPERDIBILI DELLA CITTA’ PIU’ ROMANTICA DELLE FIANDRE

Cosa vedere a Bruges in un giorno e dove andare? Se vuoi immergerti in un atmosfera d’altri tempi, sentirti parte di una città che a lungo è stata il regno del commercio e delle arti allora devi andare nelle Fiandre e più precisamente a Bruges.
Tra me e Bruges è scoccata quella scintilla che, dopo pochi giorni dal mio rientro a casa, mi ha lasciato il desiderio di tornare per sentirmi di nuovo avvolta dal fascino di questa città ricca di arte.

Ho visitato Bruges in un giorno e in questo post ti racconto cosa ho visto per aiutarti a non perdere neppure un minuto del tuo tempo cercando dove si trovano i monumenti e i luoghi più importanti oppure con file inutili davanti ai musei.

Visitare Bruges in un giorno

canali Bruges

BRUGES IN UN GIORNO: IL BURG, PIAZZA VAN EYCK E I LUOGHI PIU’ IMPORTANTI

Passeggiando per le vie di Bruges si può osservare come la città abbia conservato intatto il suo aspetto medievale e del cosiddetto “Secolo d’Oro”, quando era il centro commerciale più importante d’Europa. Nel XV secolo a Bruges vissero e lavorarono artisti come van Eyck e Hans Memling, che realizzavano opere per la casata dei Borgogna ma anche per i ricchi commercianti provenienti da tutto il mondo allora conosciuto. La visita a Bruges, dunque, è affascinante perchè permette di tornare indietro nel tempo e attraversare, ad esempio, il quartiere dei pittori, dove si trova il luogo in cui van Eyck viveva e lavorava, oppure il Burg, dove si trovava la chiesa in cui l’artista fiammingo fu sepolto, oppure ancora entrare nella casa di un banchiere italiano che inviò molte opere di van Eyck in Italia contribuendo alla diffusione della conoscenza della sua tecnica pittorica. Una passeggiata affascinate tra le vie di Bruges e che ho descritto nel post Van Eyck e il Polittico dell’Agnello Mistico: un capolavoro nelle Fiandre.

Se vuoi visitare Bruges in un giorno ti consiglio di farlo in compagnia di una guida locale. Io ho fatto proprio così e in circa due ore ho visto i luoghi e le piazze principali della città, scoprendo alcune curiosità interessanti. Se vuoi scoprire anche tu Bruges con una guida privata ti consiglio di prenotare su questa pagina – Tour Privato a piedi di Bruges 

BRUGES IN UN GIORNO: LA VISITA ALL’HISTORIUM

L’Historium è un luogo molto interessante e che completa la visita a Bruges, perchè permette di fare un vero e proprio tuffo nel passato. E’ la storia di Jacob, apprendista di van Eyck, che guida il visitatore alla scoperta della Bruges del 1437, dei personaggi che la popolavano e dello stile di vita di chi viveva in città per fare arte, per fare affari oppure per cercare fortuna. Si tratta di un viaggio virtuale avvincente e che con l’auto di filmati e qualche effetto speciale mi ha fatta sentire veramente come se vivessi nella Bruges del Quattrocento. L’Historium è una delle attrazioni più visitate di Bruges. Per prenotare i biglietti d’ingresso vai sulla pagina – Historium Brugge

BRUGES IN UN GIORNO: IL GROENINGE MUSEUM E L’OSPEDALE SAN GIOVANNI

In un giorno non è possibile visitare molti musei ma ce ne sono due che assolutamente non dovresti perdere e che ti consiglio di vedere: il Groeninge Museum e l’Ospedale di San Giovanni. Non si tratta di musei enormi, di quelli in cui devi camminare per decine di interminabili minuti prima di trovare le opere principali. Al contrario si tratta di musei piccoli ma con un concentrato di capolavori pazzesco!
Il Groeninge Museum offre una panoramica sull’arte dei primitivi fiamminghi e basta la presenza di una strepitosa opera di Van Eyck per fare di questo museo una chicca assolutamente da visitare a Bruges. L’opera da vedere è la “Madonna col canonico van der Paele” di van Eyck, realizzato nel 1436 e in cui si può apprezzare la perfezione della pittura a olio dell’artista fiammingo, considerato colui che l’ha portata ai massimi livelli.

Il Sint-Janshospital (Ospedale di San Giovanni), invece, con i suoi otto secoli di storia come luogo di cura per poveri, pellegrini, viaggiatori e malati è un luogo di visitare per la sua architettura ma anche per la sua collezione di opere di Hans Memling. Le opere da vedere sono il “Trittico del Matrimonio mistico di santa Caterina” (detto anche di San Giovanni) e il Reliquiario di Sant’Orsola.

Groeninge museum

Groeningemuseum

LEGGI ANCHE – Cosa fare a Bruxelles in un giorno: dove andare e cosa vedere se ami l’arte

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *