Una domenica al Museo: Musei Civici agli Eremitani e Palazzo Zuckermann a Padova

Musei Eremitani | Museo archeologico

Una domenica al Museo: Museo Civico agli Eremitani e Palazzo Zuckermann a Padova.

Musei Eremitani Padova. Lo sapete ormai che io la prima domenica di ogni mese la dedico alla visita ad un museo (il mese scorso vi ho raccontato della Galleria Doria Pamphilj a Roma) ma quando ho programmato la mia ultima visita ho deciso di immergermi completamente in una città che ho frequentato per anni ma a cui non ho mai dato la giusta attenzione alle sue collezioni civiche.

Chi mi segue su Instagram sa già che mi riferisco alla città di Padova e ha già visto le foto della mia domenica ai Musei Civici agli Eremitani, a Palazzo Zuckermann e con una piccola deviazione alla Basilica del Santo.
In questo post vi racconto la mia domenica ai Musei Civici agli Eremitani di Padova.

Museo eremitani | Padova

I Musei Civici agli Eremitani si trovano ai Giardini dell’Arena di Padova, ovvero la prima tappa per una visita alle bellezze storiche della città (secondo me almeno), ed è il museo il più antico del Veneto.

Comprende il Museo Archeologico, la raccolta di reperti dell’antico Egitto dell’esploratore padovano Giovanni Battista Belzoni, il Museo di Arte Medioevale e Moderna, la Cappella degli Scrovegni (uno dei più importanti capolavori di Giotto) e Palazzo Zuckermann, che ospita al suo interno il Museo di Arti Applicate e il Museo Bottacin, una ricchissima raccolta di monete e medaglie donate donate nel 1865 dal numismatico Nicola Bottacin alla città di Padova.
Tanta roba! Come si suol dire.

Vi dico già che ho visto tutto tranne la Cappella degli Scrovegni, perché ad essa dedicherò una visita speciale più avanti.
Per il resto ho percorso tutte le sale e mi sono immersa nella storia di questa città a cui sono legata in modo particolare.

Se si vuole conoscere Padova veramente bisogna dedicare un po’ di tempo alla visita di questo luogo, perché sono molte le cose che stupiscono.
Tra tutte io sono rimasta colpita dalla ricca Pinacoteca di opere dal Trecento all’Ottocento, con le opere di Veronese, Tintoretto e Tiepolo, ma anche il Crocifisso di Giotto, collocato in origine sopra l’altare della Cappella degli Scrovegni, è una visione da non perdere.
Una bellissima scoperta, invece, è stata Palazzo Zuckermann dove armi, monete, dipinti, sculture, arredi, gioielli e monete ripercorrono la storia del ricco commerciante Nicola Bottacin.
All’interno anche alcuni oggetti appartenuti all’amico Massimiliano d’Asburgo, Imperatore del Messico, di cui vi ho parlato a proposito della mia visita al Castello di Miramare.
Per gli appassionati di Numismatica il Museo Bottacin è imperdibile, perché si tratta di una delle raccolte più ricche e prestigiose d’Europa, in grado di raccontare la storia della moneta dagli antichi greci, passando per l’epoca romana, bizantina e dei secoli successivi, fino alla Lira e alla moneta corrente, l’Euro.

Padova suscita in me sempre sentimenti piacevoli. L’ho frequentata parecchio durante gli anni dell’Università, perché anche se io ho studiato a Venezia (a Ca’Foscari) qui c’era per me l’amore … e non vi dico altro.
Tanto lo avete capito che venivo qui con la scusa di studiare, ma invece era perché qui c’era il mio ragazzo di allora e che non ci voleva mai venire a vedere la Cappella degli Scrovegni, perché è uno dei tanti luoghi da evitare prima della laurea. Ora che non corre più rischi la prossima volta lo trascino a forza e vi racconterò la nostra visita.

Mi spiace solo di non aver potuto fare fotografie (quelle di questo post le ho recuperate dall’inaugurazione della mostra su Felice Casorati), perché i Musei Civici di Padova non hanno ancora capito che la valorizzazione del proprio patrimonio passa anche attraverso la condivisione.
Peccato!

Palazzo Zuckermann | Padova Palazzo Zuckermann | sculture Museo eremitani | sala egizia

LEGGI ANCHE: Una domenica al Castello di Miramare a Trieste, una domenica al Museo d’Arte Orientale a Venezia e una domenica a Villa Pisani sulla Riviera del Brenta.

INFO
Musei Civici agli Eremitani
Piazza Eremitani, 8 – Padova

Palazzo Zuckermann
Corso Garibaldi, 33 – Padova

LINK
http://padovacultura.padovanet.it/it/musei

Condividi su

2 thoughts on “Una domenica al Museo: Musei Civici agli Eremitani e Palazzo Zuckermann a Padova

  1. ahaha non sapevo che la superstizione studentesca si abbattesse sulla cappella degli Scrovegni…a Parma non posson entrar nel battistero e a Bologna non posson salire sulla piattaforma di piazza Maggiore!
    ho visitato la cappella degli scrovegni e mi son preparata guardando il dvd del libro di Chiara Frugoni ed. Einaudi, che mi ha aiutata ad arrivar preparata (la visita dura circa 15 minuti!) Devo sottolineare che il personale del complesso era gentile e disponibilissimo!
    Merita anche la chiesa degli Eremitani con gli affreschi purtroppo rovinati del Mantegna
    .

    • Credo che ogni città universitaria abbia le sue superstizioni!
      Anche se in realtà a Venezia non ce ne sono.
      Io di Bologna sapevo che non si deve salire sulla Torre degli Asinelli.

      Comunque La Cappella degli Scrovegni di Giotto e la Cappella Ovetari del Mantegna sono due mete irrinunciabili a Padova, ma i musei agli Eremitani e Palazzo Zuckermann sono due scrigni di tesori 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *