Imagine. Nuove immagini nell’arte italiana alla Guggenheim

nascita di Venere | particolare

Giosetta Fioroni, Particolare della nascita di Venere (1965)

Imagine. Nuove immagini nell’arte italiana

Mostra Imagine Guggenheim. La Collezione Peggy Guggenheim è probabilmente il museo d’arte contemporanea in Italia che preferisco e torno più volte l’anno a visitare.

Alla storia di questo museo ho dedicato il post Guggenheim Venezia: il museo di Peggy Guggenheim

Alla Guggenheim c’è sempre una mostra interessante e nuovi aspetti da scoprire all’interno della collezione permanente e poi si percepisce ancora la presenza di Peggy, la sua fondatrice, che ha vissuto Venezia per 30 anni e alla cui vita avventurosa è stato recentemente dedicato “Peggy Guggenheim Art Addict”, un film bellissimo e che vi ho raccontato.

Dal 23 aprile al 19 settembre 2016 la collezione Peggy Guggenheim ospita la mostra “Imagine: nuove immagini nell’arte italiana, 1960/69”.
Le sale di Palazzo Venier (ho raccontato in un post speciale la storia di questo edificio che si affaccia sul Canal Grande), casa di Peggy prima e museo ora, espongono 45 opere distribuite in 11 sale che costruiscono una lettura di ciò che è capitato nell’arte italiana negli anni ’60.

Collezione Guggenheim | mostre Venezia

L’Italia degli anni ’60 era ottimista, luminosa, sicura che il benessere conquistato fosse solo il punto di partenza per un futuro ancora migliore e le sperimentazioni artistiche erano una caratteristica di quegli anni.
La mostra Imagine, curata da Luca Massimo Barbero, presenta le immagini nuove che si vanno creando in questo periodo e come, in un intervallo di tempo di soli nove anni, artisti come Mario Schifano, Michelangelo Pistoletto, Giosetta Fioroni, Domenico Gnoli e molti altri abbiano elaborato i concetti e le invenzioni che saranno patrimonio delle avanguardie degli anni successivi.

Questa mostra alla Collezione Peggy Guggenheim non presenta la panoramica sull’arte di quegli anni, ma l’analisi della nascita di una nuova immagine dell’arte italiana.
Le opere esposte non sono quindi incasellate in movimenti artistici, ma sono viste all’interno delle circostanze che le hanno prodotte.
Non dobbiamo dimenticare infatti, che in quegli anni i giovani artisti lavoravano insieme e collaboravano, pertanto si contaminavano a vicenda con idee, ispirazioni e visioni.
Da Imagine esce una fotografia del panorama artistico e culturale italiano vitale, reso attivo da un gruppo di menti brillanti e molto diverse, ma che non avevano dubbi sul fatto che fosse necessario mescolarsi e condividere le idee per creare qualcosa di nuovo.

I giorni e gli orari in cui visitare la mostra Imagine a Venezia

La mostra Imagine alla Guggenheim sarà aperta al pubblico dal 23 Aprile al 19 Settembre 2016, tutti i giorni escluso il Martedì, dalle 10 alle 18.

Red dress collar | Domenico Gnoli

Domenico Gnoli, Red dress collar (1969)

Odalisca | Tano Festa

Tanto Festa, Odalisca (1964)

INFO
IMAGINE. Nuove immagini nell’arte italiana 1960-1969
23 aprile – 19 settembre 2016
A cura di Luca Massimo Barbero

#ImaginePGC

LINK
http://www.guggenheim-venice.it

 

 

 

Related Post

Condividi su

2 pensieri su “Imagine. Nuove immagini nell’arte italiana alla Guggenheim

    • Le mostre in Guggenheim sono sempre interessanti. Questa è particolare e anche coraggiosa perché, se non sbaglio, il pubblico di questo museo è per la maggior pate costituito da stranieri, che quindi scopriranno un aspetto dell’arte italiana poco conosciuto anche da noi 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *