Sicilia cosa vedere: 5 luoghi imperdibili

Sicilia cosa vedere

SICILIA COSA VEDERE: 5 LUOGHI IMPERDIBILI

Raccontare la Sicilia, cosa vedere e dove andare non è semplice, perché inevitabilmente si rischia di lasciare fuori dalla lista qualcosa di meraviglioso.
Quando ho visitato l’isola sono rimasta affascinata dalla cultura, dalle tradizioni, dalla natura, dalla sua storia e dai sapori dei suoi piatti.
Ecco i miei consigli su cosa vedere in Sicilia e i luoghi imperdibili per un viaggio straordinario.

Sicilia cosa vedere

Taormina | Sicilia cosa vedere

Taormina

SICILIA COSA VEDERE: I LUOGHI IMPERIDIBILI

Sicilia, cosa vedere e soprattutto da quale città iniziare per scoprire l’isola?
Se ti senti pronto per immergerti nella bellezza e nei profumi della Sicilia, allora devi iniziare visitando i luoghi più importanti e le sue città più affascinanti.
Nei mesi antecedenti alla mia partenza, ho cercato ispirazioni sulla Sicilia, ed ho scoperto che il sito Trovavacanzesicilia.it ha realizzato un’inchiesta fra i suoi utenti, allo scopo di determinare la classifica delle città siciliane più belle. Leggendo la top 10, mi è venuta subito voglia di vederle tutte, quindi ho deciso di fare un’ulteriore selezione.
In questo post trovi i cinque luoghi, ovvero le cinque città imperdibili e da visitare assolutamente.

1. TAORMINA

Quando ho visto per la prima volta Taormina ho avuto l’impressione di vivere in un sogno.
Il panorama strepitoso, che abbraccia il Mar Jonio e l’Etna, mi ha stregata a tal punto che ho subito pensato che quello fosse il luogo più bello del mondo
Non stupisce, allora, che gli antichi greci abbiano scelto il punto più alto di Taormina per collocare un Teatro, uno dei teatri antichi più famosi al mondo e che ancora oggi sorprende per la sua acustica perfetta.
Una visita al Teatro Antico di Taormina, magari per assistere a uno spettacolo oppure ad un concerto è d’obbligo!

Taormina

Taormina

2. AGRIGENTO

Agrigento è la “Città dei templi”, fondata intorno al 580 a.C. e con una storia ricca di vicende che hanno lasciato tracce ovunque.
I templi dorici presenti nella Valle dei Templi sono Patrimonio dell’Umanità dal 1997 e dovrebbero essere visti almeno una volta nella vita.
In realtà però Agrigento è come un libro di storia da sfogliare e va visitata sapendo che è costituta da tre zone importanti: la Valle dei Templi, l’antica Girgenti e la città moderna cresciuta al centro storico e lungo la costa.

Agrigento

Agrigento

3. PALERMO

Anche Palermo, come le altre principali città della Sicilia, vanta una storia antichissima.
Fondata dai Fenici tra il VII e il VI secolo a.C., viene conquistata dai Romani prima e dai Vandali poi fino a diventare territorio dei Saraceni. Con l’avvento dei Normanni, Palermo fu la città di incoronazione per i re di Sicilia e capitale di un regno ricco e affascinante.
Ed è proprio il palazzo dei Normanni il luogo dove ritrova tutti il mix culturale di Palermo: costruito per ospitare gli emiri Arabi, fu poi occupato dai Normanni che lo ingrandirono e dagli spagnoli che lo trasformarono ancora. Oggi il Palazzo è la sede dell’Assemblea Regionale Siciliana.

Palermo

Palermo

4. VAL DI NOTO

La Val di Noto è famosa per le sue città barocche.
In realtà le città di Caltagirone, Militello in Val di Catania, Catania, Modica, Noto, Palazzolo, Ragusa e Scicli sono di antica fondazione ma un catastrofico sisma, nel 1693, distrusse i principali centri urbani e la ricostruzione vide il trionfo dello stile architettonico dell’epoca: il Barocco.
Dovendo scegliere da dove partire per un viaggio in questo territorio, in molti consigliano di iniziare da Caltagirone, città famosa per la produzione della ceramica e la cui storia è raccontata nel Museo della Ceramica.

Caltagirone

Caltagirone

5. ERICE

Il nome della città deriva da Eryx, figlio di Afrodite, e un po’ tutta la storia di Erice si fonde con la mitologia. Sembra, infatti, che sia stata fondata dagli esuli provenienti dalla città di Troia, che in fuga dalla guerra più famosa della storia antica, trovarono in questo luogo il posto perfetto per creare una nuova patria.
D’altronde, le sue strette vie, le imponenti mura e il panorama mozzafiato fanno innamorare chiunque anche ai giorni nostri.
Da vedere assolutamente il Castello di Venere, di epoca normanna, che sorge proprio sulla rocca, da cui si gode una vista spettacolare, costruito sui resti di un antico tempio dedicato al culto della dea Venere.

Erice

Erice

LEGGI ANCHE – Sicilia dove andare: i musei, l’arte e la storia da Siracusa a Taormina

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *