Van Gogh Museum opere: i capolavori da vedere assolutamente

Van Gogh Museum

VAN GOGH MUSEUM OPERE: I CAPOLAVORI DA VEDERE ASSOLUTAMENTE

Van Gogh Museum opere da vedere assolutamente per evitare di uscire dal museo, che è la tappa fondamentale di ogni viaggio ad Amsterdam, senza fermarsi davanti ai capolavori più importanti.
Non è stato facile fare una selezione delle opere più importanti, perchè non si tratta solo del museo che possiede la più ampia collezione di dipinti di Van Gogh del mondo ma è un viaggio vero e proprio nella vita tormentate del pittore, attraverso tutte le fasi che lo hanno portato a modificare la sua visione del mondo e il suo modo di rappresentarlo.
Per saperne di più sulla sua vita ti consiglio di leggere il post Vincent van Gogh: 5 cose da sapere, per scoprire quali opere ammirare al Van Gogh Museum di Amsterdam, invece, questo è il post che ti serve.

Van Gogh Museum opere

VAN GOGH MUSEUM OPERE DA VEDERE

Prima di visitare il Van Gogh museum è necessario che tu sappia che è consigliabile prenotare i biglietti.
Infatti, si tratta di uno dei musei più importanti di Amsterdam perchè custodisce la più grande collezione di opere di Vincent van Gogh.
La prenotazione permette di saltare la fila all’ingresso e di seguire il percorso con un’audioguida. Per prenotare collegati alla pagina – Van Gogh Museum Biglietti

Ecco le opere che devi vedere assolutamente !

I mangiatori di patate
Considerato il primo capolavoro dell’artista, si tratta di un dipinto in cui Van Gogh descrive una famiglia di contadini olandesi.
I colori sono scuri e descrivono la vita faticosa di una famiglia che si riunisce per la sera per mangiare un pasto povero.
I primi lavori dell’artista si concentrano sugli aspetti sociali dei paesi in cui Van Gogh si trova a vivere e sono molto lontani dai colori accesi dei suoi dipinti più importanti.

Van Gogh | I mangiatori di patate

I mangiatori di patate

La camera di Vincent di Arles
Van Gogh ha realizzato tre dipinti che rappresentano la sua stanza ad Arles.
Le opere sono state realizzate tra il 1888 ed il 1889 e si trovano in tre diversi musei: il Van Gogh Museum di Amsterdam, l’Art Institute of Chicago ed il museo d’Orsay di Parigi
Il dipinto conservato ad Amsterdam è forse il più famoso e fu dipinto in attesa dell’arrivo di Paul Gauguin ad Arles.

Van Gogh | La camera di Vincent di Arles

La camera di Vincent di Arles

Ramo di mandorlo in fiore
Questo ramo di mandorlo in fiore è il dono che Vincent Van Gogh ha realizzato per la nascita di suo nipote, figlio del fratello Theo e fondatore proprio del Van Gogh Museum.
Van Gogh prese dal giardino della casa del suo dottore un ramo di mandorlo fiorito che mise nella tasca del suo cappotto e che, appena tornato a casa, mise in un bicchiere di vetro. Lo dipinse perchè rappresentava il primo accenno di primavera ed era per lui il simbolo della speranza per un futuro più sereno.
Dal punto di vista stilistico è ispirato alle stampe giapponesi, che Van Gogh conosceva e amava.

Van Gogh | Ramo di mandorlo in fiore

Ramo di mandorlo in fiore

Campo di grano con volo di corvi
A lungo considerato l’ultima opera di Van Gogh, in molti hanno lo hanno interpretato come un annuncio del suo prossimo suicidio.
Il cielo è minaccioso, il sentiero è senza uscita, il vento sembra soffiare senza tregua e i corvi neri non sembrano far presagire nulla di buono.
In realtà si tratta di un dipinto cui Van Gogh prosegue la ricerca del colore e due una pennellata che siano capaci di restituire l’immagine interiore di ciò che l’artista vede.

Van Gogh | Campo di grano con volo di corvi

Campo di grano con volo di corvi

LEGGI ANCHE – I capolavori e le opere di Van Gogh: quelle che devi conoscere

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *