Laboratori didattici: l’arte contemporanea con i bambini

arte bambini | musei Venezia

LABORATORI DIDATTICI: L’ARTE CONTEMPORANEA CON I BAMBINI

Come avvicinare i bambini all’arte contemporanea?
Con una visita pensata appositamente per loro e magari facendoli partecipare ai laboratori didattici che varie sedi espositive organizzano.
Dopo avervi spiegato quali libri uso per avvicinare all’arte le “mie principesse”, in questo post vi spiego come le sto educando all’arte contemporanea e Venezia è la città perfetta da questo punto di vista, perché è la patria dell’arte contemporanea nel 2017.
Non solo a Venezia questo è l’anno della Biennale Arte, non solo perché ci sono musei che da anni pensano ai loro piccoli vistosi (come la Collezione Guggenheim ad esempio), ma soprattutto perché a Venezia, fino al 3 dicembre 2017, c’è “Treasures from the Wreck of the Unbelievable”, la madre di tutte le mostre di Damien Hirst, che ha un programma bellissimo pensato per i più piccoli.

La mostra mi è piaciuta, lo avevo anche scritto nel post in cui vi ho raccontato la mia visita, e siccome credo che sia un evento unico nel suo genere ho deciso di farla vedere anche alle “mie principesse” e, naturalmente, ne ho approfittato per vedere la mostra una seconda volta.
Il video di tutta la mia giornata lo trovate in fondo al post, insieme alle informazioni per prenotare uno dei laboratorio in programma. 😀

Laboratori didattici: come avvicinare i bambini all’arte contemporanea

Ho prenotato uno dei laboratori didattici che la direzione Palazzo Grassi-Punta della Dogana organizza per i piccoli visitatori e ho rivolto qualche domanda ad Alexis Sornin, responsabile attività educative.
Ecco cosa mi ha spiegato.

Continua a leggere

Jack Jano. Law of Superposition

Jack Jano | arte Venezia

JACK JANO. LAW OF SUPERPOSITION
LA MOSTRA DELL’ARTISTA ISRAELIANO A VENEZIA

Durante la mia visita alla Biennale di Venezia ho scoperto Jack Jano.
Tra i tanti eventi e tra i 4 buoni motivi per cui vi consiglio di andare a vedere la Biennale del 2017 c’è proprio il fatto che non è mai stato così divertente girare la città e trovare delle mostre, magari piccole, ma molto interessanti. E quella di Jack Jano una di queste.

Continua a leggere

Arte contemporanea: le mostre da non perdere a luglio 2017

ARTE CONTEMPORANEA: 6 MOSTRE A GIUGNO

Dopo il post con le mostre da vedere a luglio in Italia è venuto il momento di scoprire cosa propongono le gallerie italiane per l’ arte contemporanea.
Anche questo mese Alice Traforti ci racconta quali sono gli eventi imperdibili.

Ecco i nuovi suggerimenti per luglio 2017 con le mostre da non farsi sfuggire, prima che la stagione chiuda e che alcuni spazi vadano in (meritata) vacanza!

Continua a leggere

Intervista a Andrea Prandi: l’Anima in Fiore

Andrea Prandi

12.05.2017 Venezia. 57 Esposizione Internazionale d’Arte. Padiglione Guatemala. Andrea Prandi presenta la suo opera “L’Anima in Fiore” e il relativo cortometraggio, che narra il cammino evolutivo dell’anima alla continua ricerca di se stessa.

Della mia opinione sulla Biennale d’Arte di Venezia del 2017 sapete praticamente tutto, perché ho scritto un post in cui vi racconto le mie impressioni e dove potete anche vedere il video della mia visita.
Nel vortice di proposte ed esposizioni il Padiglione del Guatemala mi ha colpito in modo particolare (chi mi segue su Instagram ha visto tutto nelle stories) e lì ho incontrato l’artista italiano Andrea Prandi, di cui vi avevo già parlato in occasione di una sua recente mostra a Verona.

L’opera di Andrea Prandi spazia dalla pittura su tela all’illustrazione, dalla fotografia all’arte digitale, dalla sceneggiatura alla regia.
Unendo videoarte e fotografia, narra il percorso evolutivo dell’anima che muta nel tempo alla continua ricerca di se stessa.
Gli ho rivolto qualche domanda per conoscere meglio il suo lavoro.
Ecco cosa mi ha raccontato e cosa mi ha detto della sua ultima opera presentata alla 57. Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia nel Padiglione Nazionale del Guatemala, che analizza “il Margine”, il limite estremo tra elementi differenti.

Continua a leggere

Intervista a Lorenzo Quinn, autore della mani che spuntano dal Canal Grande

Lorenzo Quinn - mani giganti Venezia

INTERVISTA A LORENZO QUINN, AUTORE DELLE DUE MANI ENORMI CHE SPUNTANO DAL CANAL GRANDE

In questo periodo si è parlato molto delle mani giganti che spuntano dal Canal Grande, conoscete il suo autore?

La Biennale Arte 2017 l’ho trovata più interessante al di fuori dei confini dei Giardini e dell’Arsenale, ma questo ve l’ho già detto nel post in cui vi racconto la mia visita alla 57. Biennale di Venezia.
In quello stesso post vi ho consigliato di andare a Venezia e di immergervi in tutto quello che la città ha da offrire. Prendete il primo vaporetto che percorre il Canal Grande e quando vi troverete all’altezza del Ponte di Rialto vedrete apparire due mani giganti che sorreggono il palazzo di Ca’Sagredo.
Quelle mani sono un’opera d’arte dell’artista Lorenzo Quinn.

Si tratta di “Support”, una delle opere più ammirate in questo periodo a Venezia e la più fotografata.
Ho rivolto alcune domande proprio all’artista perché ci spiegasse il vero significato di queste mani. Ecco cosa mi ha detto.

Il significato delle mani di Lorenzo Quinn che sorreggono un palazzo veneziano

Continua a leggere