Come partecipare alla Biennale di Venezia: 5 cose da sapere

Biennale Arte 2017 | mostre Venezia

COME PARTECIPARE ALLA BIENNALE DI VENEZIA: 5 COSE DA SAPERE

Per capire veramente l’arte contemporanea credo che non ci sia nulla di meglio come partecipare alla Biennale di Venezia.
Tutta la città di Venezia durante la Biennale viene pervasa dall’eccitazione per le nuove opere esposte e sono molti gli appassionati che si aggirano da un Padiglione ad un evento collaterale dell’esposizione d’arte nata più di 120 anni fa.
Non è raro incontrare nelle calli e nei campielli di Venezia artisti e critici di tutto il mondo.
Insomma partecipare alla Biennale è un vero paradiso per chi ha la passione per l’arte, ma anche per chi vuole capirci qualcosa e scoprire chi sono gli artisti dei tempi moderni.

Ecco le 5 cose da sapere su come partecipare alla Biennale di Venezia da vero spettatore attento.

Biennale Arte 2017 | mostre Venezia

1 – Le sedi espositive della Biennale di venezia

Le principali sedi espositive dell’evento sono due: i Giardini della Biennale e l’Arsenale.
Per sapere come raggiungerli ti consiglio di leggere il post con le informazioni pratiche sulla Biennale 2017.

I Giardini della Biennale sono collocati nell’estremo margine orientale della città, e sono stati la sede della Biennale già dalla prima edizione (1895).
L’area è composta dai padiglioni nazionali e dall’ex padiglione Italia, ora chiamato “Padiglione Centrale”.
L’Arsenale, invece, è stato il più importante centro produttivo veneziano. Al suo interno c’erano i cantieri navali, le officine e i depositi dove si costruivano le flotte della Repubblica di Venezia.
Concesso nel 1999 in uso alla Biennale dalla Marina Militare, la sua superficie è immensa e viene regolarmente impiegata per ospitare la mostra.

2 – Gli eventi collaterali della Biennale di Venezia

Oltre alle due sedi ufficiali, Venezia ospita decine di eventi collaterali che si tengono all’interno dei palazzi sparsi in tutta la città.
Alcuni di questi palazzi vengono aperti solo in occasioni speciali e la Biennale è una di queste. Tra le sedi più belle e che meritano una visita per la sola opportunità di entrarci c’è Ca’ Zenobio degli Armeni.
Potrete trovare le altre sedi nella mappa distribuita gratuitamente all’interno della Biennale
Tutti gli eventi collaterali sono a ingresso gratuito e la lista completa la leggete nel mio post con tutte le informazioni sulla Biennale 2017.

3 – Quanto dura la visita alla Biennale

Visitare la Biennale in un solo giorno e rimanere abbastanza lucidi per capirci qualcosa è impossibile.
Per vedere tutto con relativa calma servono due giorni, per godervi anche gli eventi collaterali invece i giorni sono tre.
La prima giornata dedicatela ai Giardini della Biennale, la seconda all’Arsenale e la terza agli eventi collaterali.
Se invece si ha a disposizione un solo giorno il mio consiglio è di dedicarsi solo ai Giardini oppure solo all’Arsenale.

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Venezia.

4 – Quanto costa il biglietto della Biennale

Il biglietto standard costa 25,00 euro, ma ci sono varie tipologie d’ingresso, e con costi diversi, a seconda dei giorni che avete a disposizione.
Per sapere quale tipo di biglietto puoi acquistare e dove puoi pagarlo leggi il post che ho scritto proprio sui biglietti della Biennale 2017.

5 – Come partecipare alla Biennale de evitare errori

Per chi affronta la Biennale di Venezia è facile incappare nei due classici errori, che fanno sempre perdere un sacco di tempo.
Il primo errore è quello di non prendere il Vaporetto perchè troppo costoso.
Le distanze a Venezia sono enormi e la camminata da Piazzale Roma (dove si parcheggia) oppure dalla Stazione del treno è lunga, almeno 1 ora a passo svelto.
Se non prendete il Vaporetto arriverete già stanchi e non avrete voglia di vedere molto.
Il secondo errore è quello di non portarsi via da mangiare, alleno uno snack.
All’interno della Biennale ci sono dei punti di ristoro, dei self service ma le file per ordinare possono essere estenuanti in alcuni giorni.
La scelta migliore è sicuramente quella di iniziare la visita presto, fermarsi per una breve pausa e poi godersi un toast e un caffè nel primo pomeriggio, e quando la folla affamata si è dileguata.
Molti si organizzano addirittura portandosi un picnic veloce da consumare negli spazi aperti dei Giardini e dell’Arsenale.

Biennale Arte 2017 | mostre Venezia

LEGGI ANCHE: Piazza San Marco: un giorno nel cuore di Venezia.

Related Post

Condividi su

2 pensieri su “Come partecipare alla Biennale di Venezia: 5 cose da sapere

  1. Buongiorno, ti ho trovata su Instagram… è a pensare che magari siamo vicine di casa!!!! Interessanti tutti i tuoi articoli.
    Quest’anno voglio fare i “fuori biennale” dicono siano interessanti. La biennale è così grande e poi se fa caldo ci si perde tutto il resto!!!
    A presto Anna

    • Benvenuta Anna.
      Ti confermo che tutto ciò che sta al di fuori della Biennale è meglio della Biennale stessa.
      I consigli su cosa vedere sono tutti nel post in cui ho raccontato la mia visita.
      Consiglio spassionato?
      Parti dall’Isola di San Giorgio 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *