What I read, what I visit, what I listen to

Sorry, this entry is only available in Italian.
For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

VI RACCONTO UN PO’ DI ME.
COSA MI PIACE FARE NEL TEMPO LIBERO

Mentre vi scrivo mi sto preparando per partecipare alla Biennale Arte del 2017, quell’evento che ogni due anni torna a Venezia e mi manda un po’ in ansia, perché ogni volta devo pianificare i 3 giorni più frenetici dell’arte e delle mia vita, cercando di non perdermi le cose importanti.
Per chi non fosse mai stato a Venezia durante la Vernice della Biennale (è così che si chiamano i tre giorni di anteprime e preview della più famosa e antica mostra internazionale d’arte contemporanea) è un vero delirio.
Un tale caos che in confronto il caos di turisti in Piazza San Marco è una passeggiata rilassante!
Inaugurazioni tutti i giorni e ad ogni ora del giorno, aperitivi, feste, mostre, artisti da intervistare, curatori che si fanno fotografare e una marea di cose da vedere e raccontare.

Però mi piace e in un certo senso “i giorni della Biennale Arte” sono i più entusiasmanti della mia vita da Art blogger 🙂

E sempre parlando di cosa mi piace ecco qui un video in cui, forse per la prima volta, vi parlo di me e di cosa leggo, guardo e ascolto.

Chi mi segue su Instagram e guarda le mie stories un po’ queste cose le conosce, ma essendomi presa la fissa per i video su YouTube (in quello precedente vi avevo parlato di Keith Haring) ho deciso di raccontarvi realizzare un video che ha tutto tranne la perfezione, ma che vi mostra come sono veramente.
Che poi non so se vi interessa, comunque a me piaceva l’idea e quindi eccomi qui in tutto il mio splendore.

Attenzione però, nel video trovate le 10 cose (circa) che in questo periodo mi piacciono un sacco, a cui non riesco a rinunciare e che potrebbero piacere anche a voi, ma non sono i miei “mi piace” definitivi.
Sappiate che sono volubile e tra un mese tutto potrebbe cambiare.
Non vi sto preannunciando un post al mese con la lista delle cose mi piacciono, ma … mai dire mai 😉

le mie 10 ossessioni di questa primavera e che fanno parte della mia vita.

Dalle mostre che ho visto, dai libri che sto leggendo, fino alle città d’arte che ho visitato (Orvieto mi ha incantata) e la musica che ascolto mentre scrivo per il blog (quella non manca mai!), forse alcune di queste cose che ho fatto le abbiamo anche in comune.

 

Fatemi sapere cosa ne pensate e non dimenticate di iscrivervi al mio canale Youtube.
Qui sotto trovate un elenco delle ossessioni di cui vi parlo nel video 🙂

 

1 – Una mostra per conoscere

La mostra dedicata a Keith Haring a Milano. Che l’ho vista con l’entusiasmo di un’adolescente credo lo abbiate capito leggendo la mia visita alla mostra al Palazzo Reale, scaricando la mini guida che avete ricevuto a marzo (se non siete ancora iscritti cliccate QUI e la potete scaricare subito dopo aver registrato la vostra e-mail) , ma fino all’ultimo giorno utile (il 18 giugno 2017) io continuerò a consigliarvi di andare a vederla.

2 – Una mostra per divertirsi

La mostra Guerre Stellai Play l’avevo già vista quando era stata esposta a Treviso, ma ora è approdata a Genova.
Ho visto tutti i capitoli della Saga di Guerre Stellari, ma non sono mai stata una fan sfegatata. A dirla tutta mi sono sempre sembrati un po’ strani quelli che vestono “Guerre Stellari”, parlano “Guerre Stellari”, vivono “Guerre Stellari”. Però mi affascina come un film si sia trasformato da intrattenimento a culto e questa mostra sta a metà tra il gioco, lo spettacolo e la cultura.
Le combinazioni che amo di più!

3 – Un libro per immaginare

“Luce con muri- Storie da Edward Hopper” un libro di Michele Mozzati (ed. Skira)che entra nei quadri di Hopper per fare una cosa che a me piace molto. Immaginare storie.
Ogni opera è una trama in cui Mozzati costruisce trame, pensieri dei personaggi, intrecci.
Alle sue storie manca solo una colonna sonora.

4 – Un libro per capire

“La notte tu mi fai impazzire. Gesta erotiche di Agostino Tassi, pittore” (Skira).
La storia e la personalità di Agostino Tassi, artista viscido e brutale, che è passato alla storia non per le sue opere ma per aver violentato Artemisia Gentileschi e per averla umiliata durante un processo che ha fatto storia dove lei si è difesa come una guerriera per ottenere giustizia.
Non amo particolarmente i libri che usano un linguaggio crudo e brutale e in certi punti sembra proprio che Buttafuoco si sia fatto prendere la mano.
Non è un libro sulla realtà dei fatti e dei personaggi, perché tutto è romanzato, ma certi passi del libro sono forti e non si dimenticano facilemente.

5 – un libro per sognare

“Storie della buonanotte per bambine ribelli” (ed. Mondadori) è il libro che ho comprato per le mie principesse ma che piace anche a me.
100 vite di donne straordinarie da leggere prima di andare a dormire, per sognare in grande e per capire che non sarà sempre facile per il gentil sesso, ma che possiamo arrivare dove vogliamo.
Un libro da leggere alle bambini e anche ai bambini, perchè saranno i fidanzati, i mariti, i datori di lavoro di domani e che forse da questo libro avranno capito che le donne sono preziose e vanno rispettate per le loro idee, la loro intelligenza e la loro personalità.

5 – Street Art

Se in una libreria mi imbatto nello scaffale dedicato all’arte io non resisto.
L’ultimo acquisto di cui vado fiera è questo Art e Dossier sulla Street Art (ed. Giunti).

6 – un profumo per sentirmi un fiore

Me lo sono regalato a Natale e ora non esco mai senza.
Lo metto in borsa e me lo sniffo ogni tanto 🙂
Roll-on Eau de Toilette Intenso Peonia Flora de L’Occitane.

 

7 – Una città per riposare l’anima

Orvieto. La città per ritrovare se stessi e un ritmo di vita più umano.
Ho scritto anche un post per consigliarvi cosa fare a Orvieto.

 

8 – una serie tv

La serie tv che è diventata la mia ossessione è Billions, in onda su Sky Atlantic ogni lunedì.
Soldi e potere, il bene e il male, cosa è giusto e cosa è sbagliato. Insomma le solite questione fondamentali dell’uomo che non passano mai di moda e a cui ognuno dà le sue interpretazioni.

 

9 – musica maestro!

La musica non manca mai a casa Art post e neppure i video musicali.
Quando cucino accendo la tv e selezione il canale che mostra video a rotazione, che non è più Mtv purtroppo, ma VH1.
Cosa mi mette di buon umore ultimamente?
Katy Perry – Chained To The Rhythm ft. Skip Marley

 

Related Post

Condividi su

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *