MART ROVERETO: TUTTI GLI EVENTI DAL DIVISIONISMO AL FUTURISMO.

Severini | Le marchand d'oublies

Severini, Le marchand d’oublies, 1909.

MART ROVERETO: TUTTI GLI EVENTI DAL DIVISIONISMO AL FUTURISMO.

Mart Rovereto. Il 2016 in Trentino è caratterizzato dalla cultura con una serie di eventi che fino alla fine dell’anno descrivono il periodo storico che vide la nascita della pittura moderna italiana.
A Rovereto, dal Mart alla Casa d’Arte Futurista Depero, i prossimi mesi saranno dedicati ai maestri italiani che vissero tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento e che rivoluzionarono l’arte con il Divisionismo prima e col Futurismo poi.

La mostra “I pittori della luce. Dal Divisionismo al Futurismo” sarà l’evento più importante, ma anche la prima tappa di un racconto che proseguirà il prossimo inverno con la mostra di Boccioni, che arriva direttamente dal Palazzo Reale di Milano. Vi ho raccontato la mia visita in anteprima nel post sulla mostra di Boccioni a Milano.

Nel post vi segnalo tutte le mostre in programma e c’è anche un regalo per voi per vivere tre giorni in Trentino alla scoperta dell’arte contemporanea al Mart.

Mart Rovereto | Cupola

I pittori della luce. Dal Divisionismo al Futurismo al Mart

Tra le Dolomiti e i laghi, andare a Rovereto significa trasformare una vacanza nell’occasione per visitare musei e mostre.

Dal 25 giugno al 9 ottobre 2016 la mostra del Mart (Il museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto) ha come protagonisti i capolavori di Segantini, Pelizza da Volpedo, Boccioni, Balla, Carrà, e tanti altri artisti che hanno compiuto una rivoluzione.
L’esposizione ruota attorno a più di 80 opere suddivise in 6 sezioni, che raccontano le origini e lo sviluppo del Divisionismo, aprendo la strada al Futurismo.
Il periodo a cui fa riferimento la mostra al Mart è quello che va dalla fine del XIX secolo all’inizio del XX secolo, in cui gli artisti scoprono il potere della luce e del colore, fanno entrare nei dipinti nuovi contenuti come quelli sociali e legati al mondo operaio, ma anche temi legati al Simbolismo.

LEGGI ANCHE: il post che ho dedicato al Simbolismo e dove ho dato una definizione della tendenza artistica che per me è il lato oscuro della Belle Époque. Per l’altro lato date uno sguardo alle opere di Giovanni Boldini.

Al centro della pittura del Divisionismo c’è la luce e la sua rappresentazione, ma anche un’attenzione speciale alle diverse classi sociali, alle città che stanno diventando più moderne e all’uomo che vive in scenari in continuo movimento e cambiamento.
Queste saranno le basi poetiche e tecniche per la nascita del Futurismo, di cui Umberto Boccioni sarà uno dei principali esponenti.
Non a caso, quindi, la mostra estiva del Mart si conclude, ma sarebbe meglio dire che prosegue, con un’esposizione tutta dedicata a Umberto Boccioni.

Un regalo per voi: visita speciale gratuita al Mart

In occasione della mostra c’è anche un regalo per voi.
Insieme a Visit Rovereto e al Mart ho ideato una visita speciale gratuita alla mostra “I pittori della luce. Dal Divisionismo al Futurismo”.

Potete averla IN REGALO prenotando uno dei Weekend al Mart con “i pittori della luce”, dichiarando nella richiesta di informazioni di essere un follower di ART post Blog (QUI trovate il form da compilare cliccando “Richiedi Info”) oppure inviandomi una e-mail (la trovate nei Contatti).
La guida si svolgerà nella domenica del vostro week end.

La città utopica. Dalla metropoli futurista all’Eur42

Anche la Casa d’Arte Futurista Depero di Rovereto propone una mostra legata ai temi della mostra del Mart.

Dal 30 aprile e fino al 25 settembre 2016 nelle sale della Casa Futurista di Depero, (vi ho già raccontato qualche curiosità nel post su Fortunato Depero), si racconta di come è stata immaginata la città del futuro nei primi anni del ‘900.
Immagini, disegni e documenti di chi ha immaginato e progettato le città del ‘900, dove il movimento, la velocità e il futuro stesso stavano prendendo forma, fino al grande progetto per la realizzazione dell’EUR per L’Esposizione Universale di Roma.

Una mostra accompagnata anche da alcuni frammenti di Metropolis di Fritz Lang (1927), il primo film inserito nel registro “Memoria del mondo”, un progetto dell’UNESCO nato per salvaguardare le opere documentarie più importanti dell’umanità.

Profumo | Luigi Russolo

Mart Rovereto mostre – Luigi Russolo – Profumo, 1910.

INFO
I pittori della luce. Dal Divisionismo al Futurismo
Mart Rovereto
25 GIUGNO 2016 / 09 OTTOBRE 2016

La Città Utopica. Dalla metropoli futurista all’EUR42 
Casa d’Arte Futurista Depero
30 APRILE 2016 / 25 SETTEMBRE 2016

LINK
http://www.visitrovereto.it

http://www.mart.trento.it

 

 

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *