Berlino cosa vedere: consigli di viaggio per chi ama l’arte e i musei

porta brandeburgo | Berlino

BERLINO COSA VEDERE: CONSIGLI DI VIAGGIO PER CHI AMA L’ARTE E I MUSEI

Berlino cosa vedere se ami l’arte e i musei?
Se non sai da che parte cominciare e hai bisogno di idee per organizzare un viaggio a Berlino all’insegna della cultura ti consiglio di leggere questo post.

Ho fatto una lista delle cose da fare e da vedere per visitare Berlino e scoprirne tutta la sua storia.

Berlino cosa vedere

BERLINO COSA VEDERE NELL’ISOLA DEI MUSEI

I musei di Berlino sono tanti e molti sono imperdibili.
Se visiti la capitale della Germania, infatti, non puoi non entrare al Pergamon Museum e ammirare le sculture greche oppure non fermarti davanti alla Porta di Ishtar, una delle porte della città di Babilonia e quindi un pezzo di quella che è considerata una delle 7 meraviglie del mondo antico.
Inoltre, non puoi perderti la visita al Neues Museum e guardare da vicino il famoso busto di Nefertiti.

Difficile scegliere da quale museo cominciare!

Se sei indeciso e non sai da dove iniziare la visita ai musei di Berlino ti consiglio di procurati il pass per l’Isola dei Musei (Museumsinsel)
Si tratta di un biglietto unico che offre l’accesso diretto, saltando la coda, ai musei più importanti della città e che si concentrano in un unico luogo chiamato, appunto, isola dei musei. Qui si trovano il Neues Museum, il Pergamon Museum, il Bode Museum, l’Altes Museum e l’Alte Nationalgalerie.

Questo pass è la soluzione ideale per esplorare le più importanti collezioni d’arte di Berlino ma permettono anche di risparmiare tempo e denaro, offrendo un accesso diretto a tutti i musei.
Per prenotare il pass devi solo collegarti alla pagina – Isola dei Musei di Berlino

DDR Museum

dentro il museo della DDR

BERLINO COSA VEDERE DI QUEL CHE RESTA DELLA DDR

La Germania del Muro di Berlino è ormai un argomento trattato nei libri di storia.
Le tracce del famoso muro sono sparse in tutta la città e, quando non si trovano pezzi veri e propri di quella parete che divise per anni una città, ma anche intere famiglie, si nota lungo le strade un solco che come una cicatrice attraversa tutta Berlino.
Molto si conosce del muro e della sua caduta ma poco si sa della vita che si conduceva nella Berlino Est.
C’è un museo però, il DDR Museum che è come una porta aperta su quel pezzo di storia di Berlino che per molti anni è stato nascosto e anche isolato dal mondo occidentale.

Il DDR Museum permette di toccare con mano gli oggetti della Germania Est, consente di rovistare nei cassetti e di intrufolarsi nelle stanze arredate con mobili originali, consente di salite a bordo della Trabant, la tipica auto di quel periodo.
Probabilmente è il museo più emozionate di Berlino, adatto sia per i grandi sia per i più piccoli, che qui scoprono come vivevano i bambini a Est del Muro.

La fila per entrare al Museo è sempre piuttosto lunga perché si tratta di un luogo molto visitato sia dai turisti sia dai cittadini di Berlino. Per evitare di fare la fila all’ingresso ti consiglio di prenotare dalla pagina – DDR Museum: biglietto d’ingresso rapido

Non perderti, inoltre, la East Side Gallery, un tratto del Muro di Berlino lungo più di un chilometro e situato nella zona che era la Berlino Est. Si tratta della più lunga galleria d’arte a cielo aperto del mondo poiché ospita oltre cento murales realizzati da artisti provenienti da tutto il mondo.

BERLINO EBRAICA

La storia di Berlino è legata inevitabilmente al Nazismo e alla storia della comunità ebraica. Sono molti i luoghi simbolo di quel periodo storico sparsi in tutta la città, come ad esempio la Nuova Sinagoga e il cimitero storico.
In realtà non c’è un museo vero e proprio che fa memoria di un passato che è ancora una ferita aperta e dolorosa per tutta la Germania, tuttavia le testimonianze sparse qua e là fanno di Berlino un museo a cielo aperto da questo punto di vista.

Attraverso diversi tipi di tour si può attraversare Berlino e ripercorrere la storia della comunità ebraica, le vicende di famiglie e personaggi illustri, visitare i luoghi della Memoria dedicati alle vittime della Deportazione e dell’Olocausto.
Perdersi la possibilità di visitare Berlino con una guida locale e che sappia rispondere a tanti interrogativi e curiosità equivale a non scoprire un’aspetto importante della città di ieri e di oggi.

Per scegliere il tour più adatto alle tue esigenze ti consiglio di dare un’occhiata alla pagina che mette a confronto tante esperienze e ti permette di sceglierle anche in base alla durata  e al prezzo – Eredità Ebraica: Biglietti e Visite Guidate

LEGGI ANCHE – 5 città da vedere in Germania se ami l’arte e la storia

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *