Vienna dove andare e cosa vedere: musei, monumenti e parchi

Belvedere Vienna

VIENNA DOVE ANDARE TRA MUSEI, MONUMENTI E PARCHI

Vienna dove andare per scoprire la capitale austriaca, che tra musei, palazzi e monumenti offre una scelta praticamente infinita di itinerari.
Per descrivere Vienna basterebbero due aggettivi: elegante e moderna.
Possiede l’eleganza di una capitale europea fiera della sua storia ma è anche capace di valorizzare le sue tradizioni e offrire eventi e un’atmosfera giovane.

Per conoscerla bisogna entrare nei suoi palazzi e nei suoi musei ma intorno a questi edifici i viennesi e i turisti trovano locali e spazi verdi che restituiscono l’atmosfera di una città cosmopolita.

Vienna dove andare

Hofburg | musei Vienna

Hofburg, interni

VIENNA DOVE ANDARE: I MUSEI E I PALAZZI

Non si può andare a Vienna e non visitare l’Hofburg, il Palazzo Imperiale dell’impero asburgico che si trova nel centro della città.
Questo luogo fu il centro dell’impero asburgico, il cuore della vita degli imperatori, che hanno vissuto in questa struttura formata da alcuni edifici costruiti in differenti epoche.
Le sale, le stanze di rappresentanza e gli appartamenti reali descrivono la vita di corte e la storia dei suoi protagonisti, tra questi la Principessa Sissi è la protagonista con un museo interamente dedicato a lei.

Anche il Castello del Belvedere è un luogo da vedere assolutamente, uno degli esempi di arte barocca austriaca costruito come residenza estiva del Principe Eugenio di Savoia.
E’ costituito da due palazzi contrapposti e divisi da un giardino che sorge in pendenza, da cui derivano i nomi di Belvedere Superiore e Belvedere Inferiore.
Il Belvedere Superiore è oggi una galleria d’arte che ospita, tra le altre opere, un’importante collezione dedicata a Klimt e il famoso “Bacio”.

LEGGI ANCHE – Dove vedere il bacio di Klimt e cosa rappresenta

Il Kunsthistorisches

Il Kunsthistorisches è un museo imperdibile per due motivi: perché è una delle raccolte d’arte più importanti d’Europa e perché conserva la collezione più importante al mondo di opere di Bruegel il Vecchio.
Questo museo però espone anche opere di Tiziano Vecellio, Raffaello Sanzio, Rembrandt, Tintoretto e una ricchissima collezione di monete, sculture, antichità greche, romane ed egiziane e molto altro.
Tra i grandi musei d’Europa, questo è l’ultimo costruito in Europa (1850) con criteri di illuminazione d’avanguardia per l’epoca.
Fu costruito per volere dall’imperatore Francesco Giuseppe per accogliere le vaste e ricche collezioni della Casa d’Asburgo.

Il Palazzo Schonbrunn è l’attrazione più visitata in Austria. La residenza estiva degli imperatori è un incanto barocco, di cui oltre gli interni bisogna assolutamente visitare anche l’immenso parco.

L’Albertina Museum ospita le mostre temporanee più importanti di Vienna e possiede ustodisce una delle più vaste e significative raccolte di opere di arte grafica al mondo.
Un tempo centro politico dell’impero austroungarico, era un Palazzo Imperiale e comprende 21 sale di rappresentanza arredate secondo lo stile del Neoclassicismo.

Il Palazzo della Secessione, simbolo dell’omonimo movimento artistico, sviluppatosi in Germania e Austria tra il XIX e il XX secolo e meta imperdibile soprattutto per chi ama Gustav Klimt e dove si trova uno dei sui capolavori: il Fregio di Beethoven.
Il Palazzo è considerato una dei capolavori in Stile Liberty di Vienna.
Caratteristico per la grande cupola, creata con 3.000 foglie di alloro in metallo dorato, è stato progettato dall’architetto Joseph Maria Olbrich tra il 1897 e il 1898.

Vienna Palazzo della Secessione

Il Palazzo della Secessione

VIENNA DOVE ANDARE: CHIESE E MONUMENTI

La Cattedrale di Santo Stefano è il Duomo di Vienna, la chiesa austriaca più importante. L’edificio è gotico ma al suo suo interno si trovano testimonianze dell’arte barocca mentre il tetto è decorato da migliaia di tegole che rappresentano gli stemmi dell’Austria, di Vienna e degli Asburgo.
Se sei pronto ad affrontare i 343 gradini del campanile potrai ammirare Vienna dall’alto in tutta la sua meraviglia.

Il Parlamento di Vienna, sulla Ring Strasse, risale alla fine del XIX secolo e oggi è la sede delle due Camere.
Il suo stile lo fa sembrare un vero e proprio tempio greco, in onore dell’Antica Grecia, dove nacque la democrazia.

VIENNA DOVE ANDARE: I PARCHI

Vienna è ricca di parchi e aree verdi.
Bellissimo è il parco del Castello di Schonbrunn, progettato durante il regno di Maria Teresa e successivamente ampliato.
Oltre ai prati verdi e alle aiuole ci sono fontane, un giardino botanico e uno zoologico, una serra delle palme e un labirinto.

Tuttavia, cosa sarebbe Vienna senza il suo Prater e senza la sua ruota panoramica?
Il parco si trova nel cuore di Vienna, nel distretto Leopoldstadt, e ai suoi visitatori oltre alla ruota panoramica eretta nel 1827, offre numerose attrazioni da Luna Park (giostre, casa degli specchi, galleria degli spettri, montagne russe, eccetera).
Un polmone verde nel centro di Vienna che un tempo era un territorio di caccia degli Asburgo mentre ora è un luogo dove immergersi nella natura e divertirsi.
Passeggiando al Prater fate attenzione perché potresti incontrare l’ingresso della casa-museo del “re del valzer”, ovvero Johann Strauss.
Imperdibile anche il Burggarten, il giardino privato dell’imperatore Francesco Giuseppe I e divenuto pubblico nel 1919, tre anni dopo la sua morte.
Qui si trova una statua dedicata a Mozart e la più bella delle serre in stile Liberty d’Europa, al cui interno è stato riprodotto l’ambiente di una foresta tropicale che ospita la Casa delle Farfalle, dove vivono centinaia di farfalle esotiche.
Prater Vienna

Il Prater di Vienna

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *