Arte contemporanea mostre Dicembre 2018: le mostre da non perdere

ARTE CONTEMPORANEA IN GALLERIA: LE MOSTRE DA NON PERDERE A DICEMBRE 2018

Arte contemporanea mostre Dicembre. Anche questo mese gli eventi per chi ama l’arte contemporanea che Alice Traforti ha selezionato, andando alla ricerca delle mostre più interessanti presso le Gallerie italiane 😉

Arte contemporanea mostre Dicembre: le mostre da vedere 

Tutti pronti per le 5 mostre di arte contemporanea che ho scelto per voi per questo
dicembre 2018?
Lo so che sarete (siamo) tutti presissimi dal Natale in arrivo, ma non trovo scusa migliore
per fare una pausa, per prendere una boccata d’aria fresca in galleria d’arte, in mezzo alle opere di tanti artisti straordinari e, perché no, magari trovare ispirazione per i vostri
acquisti natalizi!

Ecco quindi i miei consigli, ma attendo di conoscere anche le mostre che visiterete voi.
Scrivetemi nei commenti!

5 inaugurazioni:

  • un’indagine sulla forma attraverso il confronto di un grande maestro della scultura
    italiana e di un noto e affermato pittore attuale
  • una delle maggiori esponenti della Body Art
  • una collettiva di artisti di diverse generazioni e provenienza su un unico tema
    sociale e individuale
  • 4 interpretazioni sullo spazio infinito nella pittura contemporanea
  • un maestro che ha rivoluzionato la scultura del ‘900

5 INAUGURAZIONI: ARTE CONTEMPORANEA A MILANO, VERONA E CORTINA D’AMPEZZO

Marco Tirelli: Senza titolo, 2011, cm 150 x 138 | Courtesy MAAB Gallery, Milano

  • OLTREFORMA. Marco Tirelli e Mauro Staccioli

“La mostra mette in relazione l’opera scultorea in cemento e acciaio corten di Mauro
Staccioli (Volterra 1937-Milano 2018) con le immagini su tela, carta e tavola di Marco Tirelli
(Roma, 1956). I due artisti hanno messo a punto una famiglia di forme che nel caso della
scultura di Staccioli si rivolge all’esterno in un dialogo serrato con l’ambiente naturale o
urbano, mentre nel caso della pittura elusiva di Tirelli, sembra indirizzarsi verso l’interiorità
della coscienza e lo spazio della meditazione.
[…] La mostra sarà accompagnata da un catalogo bilingue (italiano – inglese) con testo
critico di Gianluca Ranzi.” (dal comunicato)

Opening: giovedì 29 novembre 2018 – dalle 12 alle 18
Quando: fino al 18 gennaio 2019
Dove: MAAB Gallery, Milano


Gina Pane: Io mescolo tutto: Cocaina, Frà Angelico, Azione del 30 Ottobre
1976 | Courtesy Anne Marchand e photo credits Max Pescio

  • GINA PANE DALLE COLLEZIONI ITALIANE
    Opere dal 1968 al 1988
    a cura di Valerio Dehò

“Gina Pane (Biarritz, 1939 – Parigi, 1990), riconosciuta come una delle maggiori esponenti
della Body Art, è la protagonista della mostra in programma presso Osart Gallery dal 29
novembre 2018 al 23 Febbraio 2019. La retrospettiva, a cura di Valerio Dehò, si propone
di raccontare la poetica dell’artista italo-francese attraverso una selezione di opere,
prodotte tra il 1968 e il 1988, provenienti da importanti collezioni italiane.
L’esposizione si compone di “constatazioni”, ovvero sequenze fotografiche che documentano alcune tra le Azioni più celebri di Gina Pane, e di “Partizioni”, ovvero installazioni a parete che spesso recano anche parzialmente tracce di opere precedenti delle stesse Azioni.
Queste furono presentate a Milano per la prima volta al PAC nel 1985 con la mostra “Partizioni Opere multimedia” a cura di Lea Vergine.” (dal comunicato)

Opening: giovedì 29 novembre 2018 alle ore 18.30
Quando: fino al 23 febbraio 2019
Dove: Osart Gallery, Milano


no place like home – a cura di Marco Meneguzzo

  • no place like home
    a cura di Marco Meneguzzo

“Il titolo (non c’è nessun posto come casa propria) può essere letto in un duplice senso:
letterale e ironico. Casa come rifugio, guscio, luogo sicuro, luogo franco, riparato da ogni
pericolo, dove smettere l’abito sociale per assumere un abito esistenziale, individuale,
personale, e invece definizione ironica, per cui la casa rappresenta l’establishment
convenzionale da contestare e abbattere, in nome della libertà di vivere “senza tetto né
legge”.” (dal testo di Marco Meneguzzo)
Artisti in mostra: Brian Alfred, Vincenzo Castella, Igor Eškinja, Anna Galtarossa, Alberto
Garutti, Daniel González, Tracey Snelling e Hema Upadhyay.

Nello stesso giorno, altre due inaugurazioni:
– Acque Astrali, personale di Giorgio Vigna – nella project room, fino al 19 gennaio
– First Step 9 – Chiara Zuanazzi – in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di
Verona, fino al 15 dicembre

Opening: sabato 01 dicembre – alle 11.30
Quando: fino al 16 febbraio 2019
Dove: Studio La Città, Verona


Lucio Pozzi: Green Fields (particolare), 2018

  • Due o Tre Dimensioni Infinite
    a cura di Davide Ferri

La mostra propone un confronto sulla rappresentazione della dimensione spaziale
attraverso la bidimensionalità della pittura con l’accostamento di 4 pittori che ne fanno un uso molto diverso tra loro e cercano di rendere, ognuno secondo la propria poetica, una
pittorica tridimensionalità.
Artisti in mostra: Ruth Ann Fredenthal, Riccardo Guarneri, Lucio Pozzi, Saverio Rampin.

Opening: domenica 02 dicembre – alle 12.00
Quando: fino al 22 gennaio 2019
Dove: Galleria Michela Rizzo, Venezia


Arturo Martini: Cavallo, 1926 – terracotta, 58x52x23cm | courtesy Galleria
Contini

  • ARTURO MARTINI
    Magia della ceramica
    Le terrecotte e le maioliche della collezione Costantino Barile

“La mostra offre per la prima volta al pubblico la possibilità di apprezzare quaranta opere
di Arturo Martini provenienti tutte dalla prestigiosa collezione dell’avvocato Costantino
Barile (Albisola 1890 – 1968), l’illustre studioso di storia della ceramica ligure che ha
conosciuto direttamente l’artista trevigiano e che ha collezionato, a fianco delle maioliche
antiche, le creazioni dello scultore che più di ogni altro, prima di Lucio Fontana, si è
impegnato in Liguria a rinnovare il linguaggio artistico della tradizione.
Duplice quindi l’interesse della mostra: da un lato c’è l’opportunità, dopo molti anni, di vedere un numero elevato di ceramiche e terrecotte dello scultore con una provenienza eccellente; dall’altro si potrà verificare quanto alta fosse la considerazione che attorniava l’artista, dal momento che a collezionare le sue opere è un ceramologo di fama, che ha nella sua casa le maioliche “azzurre” della tradizione ligure accanto alla produzione moderna di uno scultore a volte anche imprevedibile.
Le opere esposte appartengono tutte alla prima maturità dell’artista che si muove, dalla
metà degli anni ‘20, con grande agilità tra sculture anche di grandi dimensioni, in gesso,
ma che sta testando le possibilità della ceramica per proporsi sia come grande
affabulatore, come narratore fantasioso, libero da schemi, sia come artista sperimentale,
aperto alle potenzialità tattili e coloristiche della creta, inventore di nuove proposte, di idee
impreviste e stimolanti.” (dal comunicato)

Opening: sabato 29 dicembre – ore 18.30
Quando: fino al 22 aprile 2019
Dove: Galleria d’Arte Contini, Cortina d’Ampezzo (BL)

LEGGI ANCHE – Galleria Contini: intervista a Stefano Contini


MOSTRE IN CHIUSURA: DICEMBRE 2018

  • Nunzio e la scuola romana di San Lorenzo
    fino al 6 dicembre da Rossovermiglio Arte, Padova
  • PUBLIC MOVEMENT | TEMPORARY ORDERS
    fino al 15 dicembre da Vistamarestudio, Milano
  • ANTONIO SCACCABAROZZI – Destinazione: presente
    fino al 20 dicembre da 10 A.M. Art, Milano

MOSTRE IN CORSO: DICEMBRE 2018

  • HIROSHI SUGIMOTO – The First Encounter. L’Italia attraverso gli occhi di
    Hiroshi Sugimoto e l’Ambasciata Tensho
    fino al 13 gennaio 2019 da Galleria Continua, San Gimignano (SI)
  • Hans Hartung. Beyond Abstraction
    fino al 26 gennaio 2019 da Galleria Dellupi Arte, Milano
  • Robert Polidori. Abandoned Devotion
    fino al 30 gennaio 2019 da Studio Trisorio, Napoli
  • Paolo Icaro – Alla ricerca dell’equilibrio perduto
    fino al 31 gennaio 2019 da Galleria Massimo Minini, Brescia
  • Nelio Sonego – A.r.c.h.u.s. Stessi diversi
    fino al 06 febbraio 2019 da A Arte Invernizzi, Milano

Puoi trovare gli approfondimenti su queste mostre nei link alle esposizioni di ottobre 2018  e novembre 2018.

Arte contemporanea mostre Ottobre 2018: le mostre da non perdere
Arte contemporanea mostre Novembre 2018: le mostre da non perdere

Buona arte a tutti!
Alice
Post a cura di: Alice Traforti.

Related Post

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *