Notte Stellata Van Gogh: cosa rappresenta e dove si trova

NOTTE STELLATA, VAN GOGH: PERCHE’ VAN GOGH L’HA DIPINTA, COSA RAPPRESENTA, DOVE VEDERLA

Nella sua Notte Stellata Van Gogh rappresenta la più visionaria notte della storia dell’arte.
Prima di questo dipinto la notte non era mai stata così intensa!
Si tratta di uno dei dipinti più famosi di Van Gogh e in cui il buio è illuminato da bagliori violenti e da una energia cosmica che sembra non avere pace.

Van Gogh fa parte dei quel gruppo di artisti del periodo del post-impressionismo, in cui la rappresentazione della realtà non è più così importante.
Anche voi siete attratti da questa notte misteriosa oppure vi sentite turbati da questo cielo?

Perché Van Gogh ha dipinto la Notte Stellata, cosa rappresenta e dove bisogna andare a vederla

Continua a leggere

Vetro per arredare: l’idea del designer Vito Nesta

Vito Nesta | designer

NUOVA VITA PER IL VETRO OPALINO CHE SI UNISCE ALL’ACCIAIO NEL PROGETTO INNOVATIVO DEL DESIGNER VITO NESTA

Il vetro è un materiale antichissimo.
Nel passato sono stati realizzati grandi capolavori, come quelli che si trovano al Museo del Vetro di Murano, ma ancora oggi questo materiale è in grado di ispirare artisti e soprattutto designer.
E’ dedicata al rapporto con il vetro di Ettore Sottsass una delle mostre che vi ho consigliato di vedere in occasione della Biennale 2017.

All’ultimo Salone del Mobile il designer Vito Nesta, ha presentato un progetto innovativo che coniuga un materiale del passato come il vetro opalino con uno moderno come l’acciaio.
Con il progetto RISVOLTI, realizzato in collaborazione con Effetto Vetro, il vetro opalino ormai fuori produzione dagli anni ’50 viene associato all’acciaio Supermirror.
Ho rivolto alcune domande proprio a Vito Nesta, per capire da dove è nata l’idea di usare un vetro fuori produzione e che valore ha per lui il rapporto tra tradizione e innovazione.

LEGGI ANCHE: Kartell festeggia i 50 anni dei Componibili.

Continua a leggere

Il Surrealismo: le opere e gli artisti

René Magritte | Il figlio dell’uomo

René Magritte, Il figlio dell’uomo, 1964.

IL SURREALISMO: QUANDO NASCE E COSA RAPPRESENTA

Più che un movimento artistico, il Surrealismo fu un movimento culturale erede del Dadaismo.

Risale al 1924 il manifesto del Surrealismo, scritto da André Breton, in cui si legge che il surreale è l’unico modo per giungere ad un piano reale superiore, grazie alla fusione delle due realtà che caratterizzano la vita umana: la veglia e il sogno.

Continua a leggere

Domenica al museo: come organizzare una visita al museo

DOMENICA AL MUSEO: COME ORGANIZZARE UNA VISITA 

Io amo i musei, lo sapete, e trascorrere una domenica al museo è per me un’ottima soluzione per fare qualcosa di interessante e di divertente allo stesso tempo.
Tra l’altro la prima domenica del mese in Italia i musei statali e molti dei musei comunali sono a ingresso gratuito e spesso ne approfitto (leggi la mia visita al Museo di Storia Naturale di Venezia ad esempio).

LEGGI ANCHE:Musei gratis a Roma e tutti i Musei gratis a Milano.

Non tutti i miei amici però rispondono con entusiasmo quando propongo di passare qualche ora in un museo e spesso mi sento dire che sono luoghi noiosi e polverosi.
Credo che questa sensazione sia dovuta a esperienze passate non troppo felici, ma è possibile cambiare idea e con qualche accorgimento una domenica al museo può diventare un’esperienza divertente.
Senza ovviamente dimenticare le buone maniere e le 10 regole da rispettare in un museo.

Ho raccolto tre suggerimenti, che ho sperimentato con successo, per visitare un museo e vivere felici.

Come trascorrere una domenica al museo in tre semplici mosse.

Continua a leggere